Verresti accettato su quest'isola misteriosa dove mezzo mondo è bandito?

Okinoshima è una minuscola isola sotto la Corea del Sud, che appartiene alla città di Munakata a Fukuoka.


L'isola unica ha una popolazione di uno: l'unico impiegato del santuario che risiede sopra la terra sacra.

Okinoshima copre solo 240 acri e si eleva per 244 m nel suo punto più alto.

Ma la parte più peculiare dell'isola risiede nelle sue regole di ingresso, nello specifico chi può e non può mettere piede sulle sue rive.

Alle donne è completamente vietato l'accesso all'isola a causa di una tradizione religiosa dominante.


Giappone isola Okinoshima donneGETTY•GOOGLE MAPS

L'isola giapponese di Okinoshima vieta l'ingresso a metà della popolazione mondiale

Okinoshima è considerato un kami shintoista, che aderisce a un'antica religione giapponese incentrata su rituali diligenti.


I sacerdoti che lavorano sull'isola impongono il divieto d'ingresso alle donne, ma il motivo esatto per cui esiste rimane avvolta nel mistero.

Secondo il Japan Times, potrebbe avere qualcosa a che fare con le donne che hanno il ciclo.


Rio Hashimoto ha dichiarato: “Ci sono diverse spiegazioni per il divieto, ma alcuni dicono che è perché le mestruazioni contaminano il sito.

“Lo shintoismo tratta il sangue come un'impurità.”

I luoghi più misteriosi del pianeta

Gio 16 febbraio 2017

Triangolo delle Bermuda, Area 51 e le linee di Nazca in Perù, questi sono i luoghi misteriosi della terra che nessuno può spiegare.

Riproduci presentazione Stonehenge - Inghilterra - Uno dei monumenti preistorici più antichi e meglio conservati al mondo è un mistero perché non sappiamo come o perché sia ​​stato costruitoGetty Images 1 di 12

Stonehenge - Inghilterra - Uno dei monumenti preistorici più antichi e meglio conservati al mondo è un mistero perché non sappiamo come o perché sia ​​stato costruito

Giappone isola Okinoshima donneGETTY


L'isola giapponese di Okinoshima vieta le visite alle donne e ha una popolazione di un solo uomo

Un'altra teoria è che viaggiare sull'isola in barca era estremamente pericoloso e quindi alle donne era proibito andare come offerta di protezione.

Anche per gli uomini l'accesso a Okinoshima è difficile. Tutti i visitatori devono spogliarsi nudi e partecipare a un rituale di purificazione prima del loro arrivo.

Possono visitare solo un giorno all'anno, il 27 maggio, per celebrare una festa che risale al 1905.

Nessuno può prendere nulla dall'isola quando se ne va, nemmeno un pezzo d'erba.

Un'altra condizione per entrare è mantenere segreti i dettagli della tua visita quando torni nel mondo esterno.

Giappone isola Okinoshima donneGETTY

L'isola giapponese di Okinoshima è stata considerata dall'UNESCO come Patrimonio dell'Umanità

L'isola è così preziosa che l'UNESCO sta valutando di concederle lo status di Patrimonio dell'Umanità a luglio.

Takayuki Ashizu, sommo sacerdote del Grande Santuario di Munakata, ha dichiarato al Japan Times: “Non apriremmo Okinoshima al pubblico anche se è iscritto nella lista del patrimonio culturale dell'UNESCO perché le persone non dovrebbero visitarlo per curiosità.”

L'isola ospita anche circa 80.000 ninnoli lasciati dai marinai che si fermavano lì per pregare in missioni commerciali risalenti al IV secolo.

Perline, specchi, spade e altri ornamenti che rimangono su Okinoshiwa sono ora considerati tesori nazionali.

Nel 2015.