Quando ci vedono (2019)

MULINELLO FACCIA: FACCIA REALE:
Jharrel Jerome nel ruolo di Korey Wise Jharrel jerome
Nato:9 ottobre 1997
Luogo di nascita:
The Bronx, New York, Stati Uniti
Kharey (Korey) Wise quando ci vedono persone vere Korey Wise
Nato:circa 1972
Luogo di nascita:New York City, New York, Stati Uniti
Asante Blackk nel ruolo di Kevin Richardson Asante Blackk
Nato:20 ottobre 2001
Luogo di nascita:
Maryland, Stati Uniti
Kevin Richardson Kevin Richardson
Nato:1975
Luogo di nascita:New York City, New York, Stati Uniti
Ethan Herisse nel ruolo di Yusef Salaam Ethan Herisse
Nato:2001
Luogo di nascita:
Los Angeles, California, USA
Yusef Salaam Yusef Salaam
Nato:27 febbraio 1974
Luogo di nascita:Harlem, New York City, Stati Uniti
Caleel Harris nel ruolo di Antron McCray Caleel Harris
Nato:19 aprile 2003
Antron McCray Antron McCray
Nato:1974
Luogo di nascita:Harlem, New York City, Stati Uniti
Marchese Rodriguez come Raymond Santana Marchese Rodriguez
Nato:17 settembre 1998
Raymond Santana Raymond Santana
Nato:7 settembre 1974
Luogo di nascita:USI
Felicity Huffman nel ruolo di Linda Fairstein Felicity Huffman
Nato:9 dicembre 1962
Luogo di nascita:
Bedford, New York, Stati Uniti
Linda Fairstein Linda Fairstein
Nato:5 maggio 1947
Luogo di nascita:Mount Vernon, New York, Stati Uniti

Capo unità crimini sessuali / procuratore
Vera Farmiga nel ruolo di Elizabeth Lederer Vera Farmiga
Nato:6 agosto 1973
Luogo di nascita:
Clifton, New Jersey, Stati Uniti
Elizabeth Lederer Elizabeth Lederer
Nato:13 ottobre 1954
Luogo di nascita:New York City, New York, Stati Uniti

Assistente procuratore distrettuale
Len Cariou nel ruolo di Robert Morgenthau Len Cariou
Nato:30 settembre 1939
Luogo di nascita:
Winnipeg, Manitoba, Canada
Robert Morris Morgenthau Robert Morgenthau
Nato:31 luglio 1919
Luogo di nascita:New York City, Stati Uniti

Procuratore distrettuale della contea di New York
William Sadler nel ruolo di Michael Sheehan William Sadler
Nato:13 aprile 1950
Luogo di nascita:
Buffalo, New York, Stati Uniti
Detective Michael Sheehan Detective Michael Sheehan
Nato:circa 1948
Luogo di nascita:New York, Stati Uniti
Morte:7 giugno 2019, Manhattan, New York City, USA (cancro)
Reece Noi nel ruolo di Matias Reyes Reece Noi
Nato:13 giugno 1988
Luogo di nascita:
Manchester, Inghilterra, Regno Unito
Matias Reyes Matias Reyes
Nato:1971
Luogo di nascita:Porto Rico

Condannato violentatore seriale
Alexandra Templer nel ruolo di Trisha Meili Alexandra Templer Trisha Ellen Meili Trisha Meili
Nato:24 giugno 1960
Luogo di nascita:Paramus, New Jersey, Stati Uniti

Jogger di Central Park
John Leguizamo nel ruolo di Raymond Santana Sr. John leguizamo
Nato:22 luglio 1964
Luogo di nascita:
Bogotà Colombia
Raymond Santana Sr. Raymond Santana Sr.
Luogo di nascita:Porto Rico

Il padre di Raymond
Michael Kenneth Williams nel ruolo di Bobby McCray Michael Kenneth Williams
Nato:22 novembre 1966
Luogo di nascita:
Flatbush, Brooklyn, New York City, Stati Uniti d'America
Bobby McCray Bobby McCray
Nato:25 marzo 1955
Luogo di nascita:New York City, Stati Uniti
Morte:15 settembre 1997

Il padre di Antron
Joshua Jackson nel ruolo di Mickey Joseph Joshua Jackson
Nato:11 giugno 1978
Luogo di nascita:
Vancouver, British Columbia, Canada
Michael Joseph Michael 'Mickey' Joseph

L'avvocato di Antron McCray

Mettere in discussione la storia:

Kevin Richardson è stato colpito in faccia con l'elmo di un ufficiale?

Quando ci vedono raffigura l'agente Robert Powers che affronta Kevin Richardson (Asante Blackk) mentre fugge. Powers poi spacca brutalmente il suo elmo sul viso di Richardson. Questo è preso direttamente da come lo descrisse Richardson nel documentario di Ken Burns Il Central Park Five . Anche se non è impossibile che il file Quando ci vedono la vera storia si è svolta in modo simile, il partner di Power, Eric Reynolds, racconta un resoconto diverso dell'arresto. Ha detto che l'unico problema con la versione dell'arresto della miniserie è che Powers non indossava un elmetto. 'Non aveva il casco', ha detto Reynolds, 'quindi non c'era modo che ciò accadesse.' Guarda il detective Eric Reynolds raccontare la parte della storia del NYPD

Se Richardson è stato colpito durante l'arresto, è abbastanza chiaro che la miniserie esagera in modo significativo la ferita. Ci sono prove fotografiche di Kevin Richardson scortato dall'ufficiale dell'unità anticrimine in borghese Eric Reynolds (falsamente raffigurato in uniforme nella miniserie) nel 24 ° distretto di New York City la notte del 19 aprile 1989, e Richardson non ha un gonfio e gonfiore all'occhio sinistro. Più tardi, in La confessione videoregistrata di Kevin Richardson , ancora una volta non c'è segno di un occhio gonfio, solo un leggero graffio su cui l'assistente DA Elizabeth Lederer lo interroga.

Kevin Richardson graffio e occhio gonfio non visibili nelle fotoLe due immagini a destra sono di Kevin Richardson durante la sua confessione circa un giorno e mezzo dopo essere stato arrestato. Non è visibile l'occhio sinistro gonfio. Esiste un'altra foto di lui scortato nel distretto la notte del suo arresto. Anch'esso non mostra occhi gonfi. L'infortunio di Reynolds sembra molto peggiore nella miniserie (a sinistra).
Gli investigatori del distretto hanno interrogato Kevin Richardson su un graffio che hanno notato sul suo viso vicino all'occhio sinistro. Richardson inizialmente ha incolpato il graffio sul partner dell'agente Eric Reynolds, l'agente Powers. Tuttavia, Reynolds dice che quando i detective hanno detto a Richardson che sarebbero andati alla porta accanto e avrebbero chiesto a Powers se fosse vero, è stato allora che Richardson ha cambiato la sua storia. Secondo Reynolds, Richardson ha abbassato la testa e ha detto: 'È stato il jogger. È stata la donna che faceva jogging ». Richardson ha quindi iniziato a fornire informazioni sull'attacco. Reynolds dice che questo è stato il momento in cui la polizia si è resa conto che gli adolescenti erano coinvolti nell'attacco alla donna che faceva jogging. -Mail giornaliera




Korey Wise è davvero andato alla stazione per sostenere il suo amico Yusef Salaam?

Il Quando ci vedono la storia vera dimostra che Korey Wise e Yusef Salaam erano amici intimi prima di entrare a far parte del caso del jogger di Central Park. Si conoscevano fin dall'infanzia ( Express.co.uk ). Salaam era stato a casa di Wise il giorno degli assalti a Central Park. Nella miniserie, Wise decide di andare alla stazione per lealtà a Salaam. Tuttavia, secondo il detective in pensione del NYPD Eric Reynolds, che come ufficiale ha arrestato due dei Central Park 5 (insieme a molti altri adolescenti del gruppo), dice che Korey Wise è stata nominata da altri adolescenti che sono stati interrogati, e che gli agenti e I detective sono andati appositamente a cercare sia Wise che Salaam. Reynolds ha insinuato che l'idea che Wise sia andato al distretto per lealtà a Salaam è ridicola e una romanzatura della vera storia di Central Park 5 ( Mail giornaliera ).

Nel Il Central Park Five documentario, Salaam dice di essersi imbattuto in Wise, che gli ha detto che gli investigatori li stavano cercando. Salirono nell'appartamento di Salaam e gli investigatori erano in piedi vicino alla porta. Hanno informato Wise che il suo nome non era sulla loro lista, ma che poteva venire alla stazione per sostenere il suo amico. Nella miniserie Netflix, tutto questo accade per strada.



Ken Burns The Central Park Five Documentario Ulteriori informazioni su Quando ci vedono persone reali guardando il documentario Il Central Park Five , diretto da Ken Burns e sua figlia Sarah. Il documentario racconta la loro versione della storia.

Central Park 5 aveva precedenti penali?

No. Il condirettore di Il Central Park Five documentario, Ken Burns, ha sottolineato questo durante a Times Talks colloquio , sottolineando che altri membri del grande gruppo a Central Park quella notte che erano coinvolti nelle aggressioni avevano precedenti penali, ma non il Central Park 5. Ha detto che non c'erano precedenti penali di persone reali che si comportavano in questo modo .

Tuttavia, durante le indagini su Quando ci vedono storia vera, abbiamo scoperto che, sebbene i cinque adolescenti non avessero precedenti penali, in passato avevano avuto dei guai. L'anno prima degli attacchi a Central Park, Yusef Salaam era stato sospeso dalla LaGuardia High School per possesso di armi dopo essere stato catturato con un coltello e una stella ninja (questa informazione è stata presentata al processo). Korey Wise è stato notato dai vicini mentre cercava di emulare suo fratello maggiore, che era un criminale di droga. Per sfuggire a una situazione instabile a casa, Wise è finito in affidamento per un po 'prima di tornare a vivere con sua madre nella Schomburg Plaza. Ha anche tagliato le lezioni (questo è enfatizzato solo scherzosamente nella miniserie Netflix). Raymond Santana è stato notato dai funzionari della scuola come irascibile ed era stato sospeso durante l'anno precedente per combattimento. Gli insegnanti hanno affermato che Antron McCray era incline agli scoppi d'ira e aveva la tendenza a diventare violento, persino spingendo un insegnante in un'occasione che, secondo quanto riferito, ha lasciato l'incidente. Il passato di Kevin Richardson si allinea maggiormente con il suo personaggio in Quando ci vedono . È stato notato dai vicini e dagli insegnanti come un ragazzo timido e tranquillo che si teneva fuori dai guai. Coloro che lo conoscevano sono rimasti scioccati quando è arrivata la notizia che era presumibilmente coinvolto negli assalti a Central Park.

Le informazioni di cui sopra provengono da un file Rivista di New York articolo al momento. Esistevano molti articoli simili e la maggior parte includeva molte più informazioni sui cinque, ma la loro affidabilità è discutibile poiché spesso hanno interpretato il senso di colpa degli adolescenti e hanno sensazionalizzato il loro passato.

Il marchese Rodriguez quando ci vedono e Raymond Santana Central Park FiveL'attore Marquis Rodriguez (a sinistra) in Netflix's Quando ci vedono e Raymond Santana (a destra) nella vita reale. Fonte: Netflix, The Central Park Five (documentario)



Central Park 5 era innocente come la miniserie li ritrae?

No, e questo è uno dei più grandi fallimenti della miniserie. Li ritrae come ragazzi completamente innocenti che si trovavano più o meno nel posto sbagliato al momento sbagliato. La vera storia rivela che i Central Park 5 facevano parte di un gruppo di oltre 30 adolescenti di East Harlem, che sono entrati a Central Park e hanno iniziato a commettere aggressioni, rapine e attacchi a pedoni, jogging e motociclisti nella regione più settentrionale del parco. La miniserie rende un disservizio alle vittime travisando questi attacchi e non riuscendo a descrivere la loro gravità, che è ben documentata.

Ad esempio, il 52enne Antonio Diaz è stato sbattuto a terra vicino alla 105a strada ed è stato preso a pugni e calci ripetutamente fino a quando non ha perso conoscenza. La folla di adolescenti lo ha derubato del suo cibo e gli ha versato la birra. L'insegnante di 40 anni ed ex marine John Loughlin è stato picchiato, preso a calci e derubato. È stato colpito alla testa con una pipa, che lo ha lasciato momentaneamente privo di sensi. Un ufficiale in seguito ha testimoniato che quando Loughlin è stato trovato, 'sembrava come se fosse stato immerso in un secchio di sangue'. Aveva entrambi gli occhi chiusi e aveva il cranio rotto. Una coppia su una bici in tandem è passata davanti al gruppo e diversi hanno urlato, 'Whitey' e 'F --- ing white people', mentre alcuni hanno cercato di afferrarli mentre scappavano ( Rivista di New York ). Per gli standard odierni, questi attacchi avrebbero dovuto essere etichettati come crimini ispirati dall'odio. Tuttavia, viene prestata poca attenzione nella miniserie, il che arriva fino a mostrare i ciclisti e i jogging in qualche modo che provocano gli attacchi.

Nel Quando ci vedono , il gruppo di adolescenti si comporta in modo un po 'selvaggio, ma viene mostrato mentre passeggia innocuo per il parco (in realtà sono entrati nel parco lanciando bottiglie e sassi alle macchine). Un ciclista sfreccia nel gruppo, quasi sfiorandoli mentre dice loro di 'fare marcia indietro'. È allora che i ragazzi, che vengono quasi investiti dal ciclista, rispondono spingendolo. La verità è che c'erano più ciclisti molestati e attaccati. Dopo questo, vediamo un gruppo di adolescenti circondare un uomo bianco. Lo prendono a pugni, lo buttano a terra e lo prendono a calci. Tuttavia, anche questo assalto è descritto come una sorta di contrattacco, perché allo stesso tempo sentiamo chiaramente uno degli aggressori affermare: 'Un gruppo di tizi bianchi mi ha saltato nel Bronx la scorsa settimana. La vendetta è una stronza. Descrivere gli attacchi in questo modo non è solo vergognoso e irrispettoso per le vittime, è una completa falsa rappresentazione dei crimini effettivi, che erano 'gravi e imperdonabili'.

Nella miniserie, l'assistente procuratore distrettuale Nancy Ryan (Famke Janssen), che è la voce della ragione di Linda Fairstein di Felicity Huffman, respinge queste altre aggressioni nel parco come 'una dozzina di bambini che molestano i ciclisti'. Questo è lontano da ciò che la vera Nancy Ryan ha detto nel suo brief del 2002, affermando che `` gli altri crimini commessi il 19 aprile sono stati gravi e imperdonabili: attacchi non provocati a sconosciuti, apparentemente intrapresi per il gusto di farlo, che hanno lasciato alcuni terrorizzati, due caduti in incoscienza e uno gravemente ferito.

In nessun momento della miniserie vediamo Kevin Richardson, Antron McCray, Raymond Santana, Korey Wise o Yusef Salaam coinvolti in questi assalti. Si limitano a guardare scioccati e si affrettano mentre le cose diventano violente. La posizione inequivocabile della miniserie secondo cui gli adolescenti erano spettatori del tutto innocenti è altamente discutibile e improbabile. Dopotutto, perché erano lì in primo luogo e perché non se ne sono andati né hanno chiesto aiuto? I ragazzi hanno anche confessato questi crimini, che includevano l'attacco all'insegnante Loughlin e un altro jogger maschio, e non li hanno negati fino a molto tempo dopo, molto tempo dopo che hanno detto di essere stati costretti a confessare lo stupro di Trisha Meili. Molti degli adolescenti hanno anche costantemente descritto Yusef Salaam come portare una pipa e usarla negli assalti. Al processo, ha detto che lo teneva solo per qualcuno.


Ethan Herisse in Quando ci vedono e il vero Yusef Salaam Central Park FiveL'attore Ethan Herisse (a sinistra) in Netflix's Quando ci vedono , e il vero Yusef Salaam da adolescente (a destra). Fonte: Netflix, The Central Park Five (documentario)
Nel suo brief del 2002, l'assistente procuratore distrettuale Nancy Ryan non ha mai autorizzato i cinque per questi altri crimini, citando che quelle confessioni non avevano gli stessi problemi che avevano le confessioni di stupro. Ha anche affermato che 'nelle interviste del 2002, sia Kevin Richardson che Raymond Santana hanno riconosciuto candidamente il coinvolgimento in incidenti criminali avvenuti il ​​19 aprile, mentre affermavano fermamente la loro innocenza di stupro'. -Il Baluardo

Prima che Raymond Santana si rendesse conto che Matias Reyes si era fatto avanti e aveva confessato lo stupro di Trisha Meili, è stato intervistato nel 2002 dal procuratore Peter Casolaro e da un detective, Rob Mooney. Santana ha descritto come è stato costretto con una buona routine poliziotto cattivo-poliziotto durante la sua confessione 13 anni prima, che lo ha spinto a confessare falsamente lo stupro. Tuttavia, secondo Casolaro e Mooney, Santana ha ammesso l'aggressione e la rapina di un uomo che è stato picchiato al bacino idrico. Ha anche riconosciuto che faceva parte del grande gruppo di adolescenti che erano andati nel parco per causare problemi. -Il New York Times

L'ironia è che parte della nuova prova che ha contribuito a scagionare Central Park 5 per quanto riguarda lo stupro e l'aggressione di Trisha Meili, è una ricostruzione della cronologia di quella notte, che invece di collocare i cinque adolescenti sulla scena dello stupro, li mise a rapine e percosse in altre parti del parco, sia come partecipanti che come spettatori (alcuni mettevano in dubbio l'accuratezza della nuova linea temporale e il suo margine di errore). 'Questo era il problema', ha detto Peter Rivera, avvocato di Raymond Santana nel 1990. 'Ma non abbiamo detto:' No, quando il jogger è stato violentato, il mio cliente era sulla 96esima strada e stava aggredendo qualcun altro '. Sarebbe stato controproducente '( Il New York Times ).

Dopo aver lasciato le condanne di Central Park 5 nel 2002 dopo che Matias Reyes ha confessato lo stupro di Trisha Meili e ha affermato di essere l'unico aggressore, il giudice della Corte Suprema dello Stato Charles J. Tejada ha affermato che l'innocenza dei giovani nell'attacco non provocato contro l'insegnante John Loughlin non era così chiaro, ma ha stabilito che l'ammissione di Reyes allo stupro essenzialmente indebolisce l'affidabilità di tutte le condanne. -am New York

'Sig. La confessione di Reyes, la corrispondenza del DNA e l'affermazione di aver agito da solo richiedevano che le accuse di stupro contro i cinque fossero lasciate libere '', ha scritto Linda Fairstein in un editoriale del 2019 nel giornale di Wall Street . 'Sono stato d'accordo con quella decisione, e lo faccio ancora. Ma le altre accuse, per crimini contro altre vittime, non avrebbero dovuto essere lasciate libere. Niente di ciò che ha detto il signor Reyes ha scagionato questi cinque di quegli attacchi ».



Quando la madre di Yusef Salaam è arrivata e ha detto alla polizia che aveva quindici anni, Linda Fairstein ha chiesto di vedere un certificato di nascita?

Il film afferma che quando la madre del signor Salaam è arrivata e ha detto alla polizia che suo figlio aveva 15 anni, il che significa che non potevano interrogarlo senza un genitore nella stanza, ho cercato di fermarla, chiedendo di vedere un certificato di nascita. La verità è che il signor Salaam stesso affermava di avere 16 anni e aveva persino un pass per l'autobus contraffatto per dimostrarlo ', dice la vera Linda Fairstein. Quando ho sentito sua madre dire che aveva 15 anni, ho immediatamente interrotto le sue domande. Tutto questo è supportato da una testimonianza giurata. ' -WSJ




I Central Park 5 sono stati condannati per altre aggressioni nel parco?

Sì. Questo è qualcos'altro che la miniserie in gran parte omette. Oltre ad essere stati condannati per aver violentato la donna che faceva jogging, Trisha Meili, sono stati accusati anche di altre brutali aggressioni nel parco. Per quanto riguarda il processo ad Antron McCray, Yusef Salaam e Raymond Santana, la giuria ha deliberato per dieci giorni e il 18 agosto 1990 'la giuria ha condannato ogni imputato per un conteggio di aggressione di primo grado e stupro di primo grado per l'attacco al jogger di Central Park; Rapina in primo grado e tre accuse di aggressione per l'attacco a John Loughlin; Assalto di secondo grado per l'attacco a David Lewis; e Riot in the First Degree.

Kevin Richardson e Kharey (Korey) Wise sono stati processati insieme in un secondo processo che si è concluso l'11 dicembre 1990. 'Richardson è stato dichiarato colpevole di ogni conteggio dell'accusa. Wise è stato condannato per aggressione di primo grado e abuso sessuale di primo grado in relazione all'attacco al jogger di Central Park e di sommossa di primo grado. È stato prosciolto dalle accuse rimanenti. A causa dell'età di Richardson, il giudice Galligan ha messo da parte tutte le condanne di Richardson ad eccezione di quelle per tentato omicidio di secondo grado e rapina di primo grado, stupro e sodomia ». Le condanne elencate in questa risposta sono presentate come indicato nella Morgenthau Motion .



Il padre di Antron McCray ha convinto suo figlio a mentire e ha detto agli investigatori quello che volevano sentire?

Mentre esploravamo il file Quando ci vedono storia vera, abbiamo appreso che il padre di Antron, Bobby McCray, ha testimoniato nel 1990 di aver incaricato suo figlio di 16 anni di confessare, anche se si trattava di una bugia. Antron dice che fino a quel momento aveva continuato a dire la verità alla polizia. Come nella miniserie, suo padre ha lasciato la stanza per parlare in privato con la polizia. Rientrò nella stanza 'imprecando, urlando contro di me', disse Antron. 'E lui ha detto:' Di 'a queste persone quello che vogliono sentire così te ne vai a casa.' Dico, 'Papà, ma non ho fatto niente.' 'Antron dice che mentre sia la polizia che suo padre gli urlavano contro, ha cambiato la sua storia. 'E [io] proprio come,' Va bene. L'ho fatto.' E ho ammirato mio padre. Lui è il mio eroe. Ma ha rinunciato a me. Sai, stavo dicendo la verità e lui mi ha detto di mentire. ' -CBS News

Quando ci vedono nel cast contro persone reali Caleel Harris e Antron McCrayL'attore Caleel Harris (a sinistra) interpreta Antron McCray da adolescente in Quando ci vedono miniserie. Il vero Antron McCray (a destra) mentre andava in tribunale nel 1990.




Le confessioni di Central Park 5 sono state forzate?

Questo è ciò che la miniserie abbraccia interamente in tutto, attingendo alle affermazioni fatte dagli adolescenti e dai loro avvocati della difesa. Una delle più grandi domande che circondano le confessioni è cosa è successo nelle oltre 30 ore di interviste e interrogatori che hanno avuto luogo con ogni adolescente prima che le confessioni fossero videoregistrate. Certamente è stato abbastanza tempo per fare come afferma la miniserie Netflix, per interrogare, minacciare e costringere gli imputati a implicarsi a vicenda. Come nella miniserie, i loro genitori spesso non erano nella stanza durante l'interrogatorio, ma erano presenti per le confessioni videoregistrate (è vero che uno dei ragazzi, Yusef Salaam, non ha fatto una confessione videoregistrata).

Il Quando ci vedono la storia vera conferma che dall'inizio del processo, la difesa ha sostenuto che Antron McCray, Kevin Richardson, Raymond Santana e Kharey (ora Korey) Wise erano stati costretti o indotti a confessare. È anche vero che gli adolescenti, ora uomini, hanno da tempo affermato che le loro confessioni sono arrivate dopo che gli era stato negato il sonno e il cibo per decine di ore. In primo luogo hanno fatto queste affermazioni nelle loro udienze preliminari ( Rapporto Armstrong ). Alla fine, le giurie razzialmente diverse non hanno accettato l'argomento della coercizione della difesa. A quel tempo, le confessioni videoregistrate erano molto più tangibili e potenti nel loro impatto.

Antron McCray : 'L'abbiamo accusata. L'abbiamo messa a terra. Tutti hanno iniziato a picchiarla e cose del genere. Era a terra. Tutti calpestano e tutto il resto. Poi abbiamo preso, ciascuno - ho afferrato un braccio, un altro ragazzo ha afferrato un braccio, e le abbiamo afferrato le gambe e cose del genere. Ci siamo alternati tutti a prenderla, a prenderla ».

Kevin Richardson : 'Raymond aveva le sue braccia e Steve [Lopez] le sue gambe. Lo ha diffuso. E Antron è salito in cima, si è tolta le mutandine.

Raymond Santana : 'La stava schiaffeggiando, le diceva,' Zitta, puttana! ' Solo schiaffeggiandola & hellip; Stavo afferrando le tette della signora.

Korey Wise : 'Questo è il mio primo stupro.'

Alcuni giornalisti hanno sostenuto che la coercizione non ha senso perché se la polizia sapesse che la donna che fa jogging brutalizzata potrebbe sopravvivere ed uscire dal coma, allora perché costringerebbero le confessioni quando è possibile che si sveglierebbe e ricorderebbe tutto? Potrebbe essere perché durante i primi due giorni non ci si aspettava che Trisha Meili sopravvivesse, e se si fosse mai svegliata dal coma, ci si aspettava che avrebbe sofferto di gravi danni cerebrali. Tuttavia, la spiegazione più probabile è quella che aderisce di più alla verità, che i detective erano certi che uno o più individui nel gruppo di più di 30 adolescenti fossero responsabili, poiché erano già noti per aver aggredito brutalmente altri jogging, ciclisti. e pedoni che passeggiano. La possibilità che avessero aggredito la donna che faceva jogging, Trisha Meili, era quasi una garanzia. Anche se Meili fosse uscita dal coma nelle settimane successive all'aggressione e avesse identificato diversi membri del gruppo, i detective avrebbero potuto correggere il corso rilasciando gli adolescenti in custodia e arrestando i colpevoli.

Il problema è che Quando ci vedono interpreta tutto all'estremo, dall'esagerare il coinvolgimento di Linda Fairstein (nella vita reale, non era nemmeno lì il primo giorno) e il suo ruolo di cattiva (lei fittizia dichiara: 'Ogni giovane maschio nero che era nel parco la scorsa notte lo è un sospetto nello stupro di quella donna! ') per raffigurare gli adolescenti minacciati e picchiati in modo coercitivo. La regista Ava DuVernay ha basato la sua miniserie sulle storie raccontate da Central Park 5, utilizzate dalla difesa durante il processo. Dato che non ci sono prove sostanziali di coercizione, almeno non nella misura in cui vediamo nella serie, ha sicuramente senso chiedersi quanto la difesa abbia esagerato tali affermazioni perché era l'unico argomento che avevano alla luce delle confessioni registrate i quattro aveva fatto.

Sebbene sia possibile che abbia avuto luogo un certo grado di coercizione, è altamente improbabile che sia stata la versione violenta e razzista che vediamo nella miniserie. I detective - Humberto Arroyo, Carlos Gonzalez e John Hartigan - avrebbero potuto semplicemente costringere i cinque adolescenti minacciando di imprigionamento, facendo pressioni dicendo loro che altri li stavano implicando e promettendo: 'Dicci chi è stato e puoi tornare a casa . ' Forse la verità è una via di mezzo, ma la serie prende chiaramente una licenza drammatica con la sua rappresentazione della brutalità della polizia, comprese le percosse, gli occhi neri e le facce gonfie. Dobbiamo solo guardare le foto segnaletiche e le immagini degli adolescenti che escono dal distretto.

La verità è che non ci è voluto molto per spaventare i ragazzi e farli mentire durante le loro confessioni videoregistrate. Ciò avrebbe dovuto rendere gli investigatori e i pubblici ministeri molto più scettici su ciò che stavano ascoltando, ma non è stato così. Prendere La confessione di Korey Wise per esempio. Nella prima parte, l'assistente DA Elizabeth Lederer insiste su Wise su come Trisha Meili si sia fatta sfondare la faccia. Lederer lo induce a dire che era una roccia, cosa che non ha detto prima quando ha parlato dell'attacco. Rendendosi conto che avrebbe potuto sentirsi spinto a dirle quello che voleva qui, Lederer osserva: `` Ti sto dicendo, Korey, non voglio che tu pensi che devi dirlo, ma voglio sapere cosa hai visto che spiega come si è ferita così gravemente. Wise fa una pausa e poi le dice che ha visto Kevin Richardson prendere una roccia e colpire la donna che fa jogging in faccia con essa. Lederer risponde: 'Lo dici solo perché te lo chiedo?' Subito dopo la sua confessione, ammette di aver mentito per tutta la faccenda per non implicarsi. Si siede di nuovo con Lederer quello stesso giorno per registrare un'altra confessione.


Korey Wise confessione quando ci vedono Central Park Five La confessione della vita reale di Korey Wise dimostra che non ci è voluto molto per spaventare gli adolescenti e farli mentire, soprattutto per evitare di farsi coinvolgere.
A parte le affermazioni degli adolescenti, l'unica prova effettiva che abbiamo che indica la coercizione sono le dichiarazioni a volte incoerenti che gli adolescenti fanno sullo stupro nelle loro confessioni videoregistrate. Ciò include dichiarazioni poco chiare o imprecise riguardo alla posizione del crimine, all'abbigliamento del jogger e ad altri dettagli. Tuttavia, non è noto quanto delle loro incongruenze fossero dovute al fatto che cercavano di evitare di farsi coinvolgere. Le incongruenze hanno attirato maggiormente l'attenzione dopo che lo stupratore seriale Matias Reyes ha confessato nel 2002. È stato allora che le affermazioni di coercizione dei ragazzi sono state più accettate, 13 anni dopo i loro arresti.

Per quanto riguarda gli investigatori, il NYPD e i funzionari della città, sostengono che gli adolescenti non sono stati costretti. Nel 2002, il detective Humberto Arroyo, che ottenne una confessione da Raymond Santana, definì il concetto di coercizione 'ridicolo'. «I loro avvocati la stanno facendo sembrare una stanza per interrogatori quasi Mosca-afgana. Assolutamente no ', ha detto al New York Post . 'Questo è stato il colloquio 101.' Dopo che il procuratore distrettuale Robert Morgenthau ha acconsentito a liberare le condanne nel dicembre 2002, il NYPD ha commissionato una commissione indipendente per indagare sulle procedure di polizia e sugli eventi che hanno portato alle condanne di Central Park 5. La giuria non ha trovato prove che le confessioni fossero state coercitive, né ha riscontrato alcun comportamento scorretto da parte della polizia. I critici dell'indagine non sono rimasti sorpresi dai risultati.

Gli investigatori che hanno intervistato gli adolescenti nel 1989 hanno ammesso di aver usato gli stessi metodi mentre interrogavano i giovani adolescenti che usavano mentre interrogavano gli adulti. Questo da solo rappresenta un problema? Puoi giungere alle tue conclusioni sulla coercizione guardando le vere confessioni di Central Park 5 di seguito.

  • Guarda il video Confession di Antron McCray (39:40)
  • Guarda il video Confession di Kevin Richardson (47:38)
  • Guarda il video Confession di Raymond Santana (34:12)
  • Guarda il video Confession di Korey Wise (1:53:39)



Il caso di Central Park 5 riguardava interamente il razzismo?

Non. Quando ci vedono interpreta la complessa politica razziale che circonda il caso filtrandola attraverso l'attuale clima culturale di oggi, rendendo la storia un racconto ardente di ingiustizia razziale. Nella miniserie, i cinque ragazzi - Raymond Santana, Yusef Salaam, Kevin Richardson, Korey Wise e Antron McCray - furono imprigionati perché i bianchi in posizioni di potere potevano vederli solo come criminali violenti. In realtà, sia i bianchi che i neri in tutta la nazione e nelle posizioni di potere li consideravano colpevoli. Ciò includeva uno degli agenti che hanno arrestato il caso, Eric Reynolds, e il futuro sindaco di New York City, David N. Dinkins.

Al fine di amplificare le accuse di razzismo che circondano il caso, la miniserie presenta una rappresentazione altamente imprecisa della mafia a Central Park e una minimizzazione riguardo alla brutalità dei loro crimini. In realtà, sono state queste altre violente aggressioni che il folto gruppo di adolescenti ha commesso su jogging, ciclisti e altri pedoni che hanno assicurato alla polizia che la stessa folla fosse responsabile dell'assalto e dello stupro di Trisha Meili. Era la conclusione più logica. Tuttavia, questa connessione riceve poca attenzione nella miniserie in modo che la storia possa essere incentrata esclusivamente sull'ingiustizia razziale. Gli adolescenti sono stati presi in braccio a causa del colore della loro pelle e condannati a causa di un sistema razzista, afferma la serie. La realtà è che le cose non erano così 'in bianco e nero'. Quella notte 37 adolescenti sono stati intervistati riguardo alle loro attività nel parco, 10 sono stati arrestati (principalmente perché erano stati nominati da altri) e diversi oltre a Central Park 5 hanno dato confessioni videoregistrate ( Rapporto Armstrong ). Ci sono anche molte prove e dettagli contestati che non sono convenientemente esplorati nella miniserie.

Il capo dei crimini sessuali, Linda Fairstein, l'assistente procuratore distrettuale Elizabeth Lederer, e gli investigatori, compreso il compianto Michael Sheehan, hanno sostenuto che i Central Park 5 sono colpevoli delle accuse (Fairstein ha accettato la decisione di liberare le condanne per stupro ma non il condanne per altre aggressioni), e la regista Ava DuVernay a sua volta li dipinge come razzisti e cattivi nella serie. Eppure, ci sono molte persone che credono ancora che Central Park 5 abbia preso parte ad assalti nel parco, compreso l'attacco a Trisha Meili, e non si può semplicemente pensare che siano tutti razzisti. Dopotutto, una di queste persone è l'ufficiale di arresto nel caso, Eric Reynolds, che crede che il suo nome sia stato convenientemente escluso dalla causa dei Cinque contro la città, per la sola ragione che è nero e contraddirebbe la loro narrativa immaginaria di ingiustizia razziale.

Nella vita reale, non ci sono prove che gli arresti o le condanne fossero il risultato diretto del razzismo o di un sistema giudiziario razzista, come affermano sia la miniserie che il documentario di Ken Burns (il documentario incolpa erroneamente il razzismo e la disuguaglianza di reddito per le condanne) . Le condanne di Central Park 5 sono state il risultato diretto delle loro confessioni e indirettamente il risultato dell'isteria mediatica che circonda il caso. Sono stati i media, non Fairstein o gli investigatori, a iniettare il razzismo nella narrativa. Gli adolescenti neri e ispanici sono stati messi al livello degli animali poiché i media li hanno soprannominati un 'branco di lupi' vagabondo che 'selvaggiava' e 'predava' le persone nel parco.

'Nelle prime due settimane di questo caso, c'erano 400 articoli scritti su di noi', dice Raymond Santana, uno di Central Park 5. 'Stava dipingendo questo quadro. Ci stava criminalizzando fin dall'inizio nelle menti delle persone. Tutti i titoli che leggevano, 'Wilding, Wolfpack, Urban Terrorists', ci hanno fatto voltare le spalle ai newyorkesi. Li ha fatti stufare e hanno detto: 'Sai una cosa, questi ragazzi probabilmente l'hanno fatto'. ... E così, ha creato questa narrazione in cui ha fatto semplicemente voltare le spalle alle persone e siamo diventati i bambini più odiati d'America '( Intervista a WVEE ).

Central Park Five Headlines
'È il linguaggio del linciaggio di Jim Crow', ha detto Ken Burns dei titoli dei media, 'non il linguaggio di una città moderna e progressista alla fine del XX secolo' ( George Stroumboulopoulos stasera ).

La retorica di attivisti e celebrità come Al Sharpton e Donald Trump ha contribuito all'isteria dei media, polarizzando ulteriormente il pubblico. Il processo è diventato tutto incentrato sulla razza, il che ha distolto l'attenzione dalle prove effettive, o dalla loro mancanza, che avrebbero potuto liberare gli adolescenti.




Il padre di Antron McCray ha abbandonato la famiglia?

Sì. «Mio padre, quando è arrivato il processo, ha lasciato me e mia madre. Scomparso ', ha detto McCray nel documentario di Ken Burns del 2012. 'Non riuscivo a capire, e ho solo, l'ho odiato dopo quello. Io e mia madre abbiamo iniziato ad andare in tribunale da soli ». Nella ricerca di Quando ci vedono storia vera, abbiamo scoperto che a differenza di quanto visto nella miniserie, il vero Antron McCray non ha mai perdonato suo padre ( Quando ci vedono adesso ).



Chi ha inventato il termine 'selvaggio'?

È vero che il termine 'selvaggio' è diventato popolare per la prima volta dopo gli attacchi a Central Park del 19 aprile 1989. Il documentario di Ken Burns Il Central Park Five afferma che il termine è stato coniato dalla polizia per descrivere gli adolescenti come selvaggi simili ad animali che erano su tutte le furie violente nel parco. È stato ipotizzato che il termine fosse forse un malinteso in qualche modo intenzionale del riferimento di un detenuto a 'wilin', che in gergo significava 'appendere fuori'. In un Parla a Google Nell'intervista, Korey Wise ha detto che crede che gli ufficiali abbiano sentito adolescenti nelle celle di detenzione cantare la canzone rap di Tone Loc 'Wild Thing' e abbiano frainteso quello che stavano cantando, interpretandolo come 'selvaggio'.

Quando i media hanno sentito che gli adolescenti nelle celle del distretto stavano cantando la canzone, hanno lasciato intendere che gli adolescenti dovevano aver cantato sullo stupro della donna che faceva jogging, dal momento che fare la 'cosa selvaggia' è un eufemismo per il sesso. Wise ha detto che la canzone non era niente di malevolo e che i media l'hanno trasformata in un negativo. Ciò è particolarmente vero se i ragazzi non avevano nulla a che fare con l'attacco alla donna che faceva jogging.

Eric Reynolds, l'ufficiale di arresto nel caso Central Park 5, afferma che l'idea che la polizia abbia coniato il termine è assolutamente falsa. 'Solo per la cronaca, perché so che questo faceva parte del documentario, che noi, e anche [più ancora] Ken Burns stavamo parlando di me, abbiamo inventato il termine selvaggio per far sembrare che fossero predoni urbani e selvaggi, e sono animali, e tutta questa roba. Questo è tori completi ** t. Non ho mai sentito la parola 'selvaggio' fino al 19 aprile 1989, quando abbiamo chiesto loro: 'Che diavolo stai facendo'? ', E loro hanno risposto:' Sì, eravamo fuori di testa. Abbiamo deciso di scatenarci. '' -SCCC



Donald Trump ha davvero tirato fuori un annuncio a tutta pagina che chiedeva di riportare la pena di morte per Central Park 5?

Come illustrato nell'episodio 2, è vero che Donald Trump ha tirato fuori un annuncio a tutta pagina in Il New York Times e altri tre giornali locali. Gli è costato $ 85.000. Il grande titolo nella parte superiore dell'annuncio diceva: 'RIPORTARE LA PENA DI MORTE. RIPORTATE LA NOSTRA POLIZIA! L'annuncio è arrivato solo 10 giorni dopo gli assalti a Central Park, incluso lo stupro della jogger di 28 anni Trisha Meili. Trump non ha mai contestato che gli attacchi del 19 aprile 1989 siano ciò che lo ha spinto a pubblicare l'annuncio. Tuttavia, non menziona mai direttamente Central Park 5 nell'annuncio. Allude a loro solo quando parla di 'bande erranti di criminali selvaggi ... che dispensano il loro marchio vizioso di odio contorto'. Inoltre non menziona nemmeno il jogger per nome.

Rispondendo all'annuncio nella miniserie, la madre di uno degli imputati afferma: 'Quel diavolo vuole uccidere mio figlio. Pubblicherai una pubblicità sull'uccisione di mio figlio? ' La verità è che l'annuncio di Trump, che può essere visto integralmente di seguito, ha chiesto la pena di morte solo contro coloro che commettono un omicidio. Parlando di questi criminali, le sue parole esatte sono state: 'Voglio odiare questi rapinatori e assassini. Dovrebbero essere costretti a soffrire e, quando uccidono, dovrebbero essere giustiziati per i loro crimini ”. Quando ha pubblicato il suo annuncio, Trisha Meili avrebbe dovuto sopravvivere. Sapeva che i Central Park 5 non erano assassini, colpevoli o meno. Non ha chiesto l'esecuzione di nessuno in particolare, inclusa l'individuazione di Central Park 5 per la pena di morte, come hanno affermato la miniserie e molti media. Quello che ha fatto è stato sottolineare che se la pena di morte fosse ripristinata, 'gli altri penseranno a lungo e intensamente prima di commettere un crimine o un atto di violenza'. Questo era il punto del suo annuncio.

Donald Trump Central Park 5 Annuncio
Se l'annuncio di Trump era così brutto come la miniserie voleva farci credere, allora perché non è piaciuto ai giornali Il New York Times o il Le notizie del GIORNO oggetto di eseguirlo? Come il resto del paese, Trump stava reagendo a ciò che stava leggendo sui giornali e vedendo in TV in quel momento. Era stato riferito che i ragazzi avevano confessato.



Le ferite del jogger di Central Park sono ritratte accuratamente nella miniserie?

Inizialmente nella miniserie, non vediamo molto Trisha Meili (Alexandra Templer) fino a quando non è uscita dall'ospedale e si è presentata al processo. È vero che è entrata in aula con un cancello instabile. Nel quarto e ultimo episodio della serie, la vediamo attaccata durante i flashback. Le sue ferite, descritte nella serie, sembrano piuttosto accurate, se non minimizzate in qualche modo. Era davvero a malapena viva quando due uomini la scoprirono sdraiata priva di sensi e nuda in un burrone all'1: 30 del mattino del 20 aprile, circa quattro ore dopo quando si ritiene che sia stata attaccata. Meili era stata violentata e il suo corpo era stato brutalmente picchiato. 'Non sapevano se sarebbe sopravvissuta', ha detto il dottor Bob Kurtz, un chirurgo che l'ha curata.

La dottoressa Jane Haher, un chirurgo plastico che ha lavorato su Meili, ha detto di non aver mai visto nessuno il cui corpo sembrava così male. 'Ho visto pazienti traumatizzati molte, molte volte. Ma non ho mai visto qualcuno, tipo, distrutto. Il suo corpo era così gonfio ... irriconoscibile, davvero. ' Haher ha detto che l'osso dello zigomo di Meili vicino al suo occhio sinistro era stato gravemente schiacciato. Era stata colpita così forte in faccia che il suo bulbo oculare era esploso nelle sottili placche del suo pavimento orbitale e stava fuori dall'orbita. Aveva anche diverse fratture del cranio, lacerazioni profonde e aveva perso tre quarti del suo sangue. -20/20

'Per vedere le impronte delle dita, solo delle dita su entrambe le cosce e sui polpacci', ha ricordato il dottor Haher nel 2003. 'Ricordo solo che stavo lì e pensavo all'orrore dello stupro, al pensiero di alcune persone che tenevano lei a terra mentre qualcuno l'ha violentata. Voglio dire per me, proprio l'intera santità della persona, la sacralità di una persona è stata violata quel giorno. ' -NBC Intervista a Katie Couric

La divisione omicidi del procuratore distrettuale è stata inizialmente incaricata del caso di Meili perché i medici pensavano che non sarebbe sopravvissuta alla notte. Successivamente è stato stabilito che la cosa che le ha salvato la vita era il fango fresco in cui era stata adagiata, che le circondava la testa e le impediva di gonfiare troppo il cervello. È rimasta in coma per dieci giorni prima di svegliarsi.


Camicia intrisa di sangue di Trisha MeiliLa jogger di Central Park Trisha Meili è stata brutalmente picchiata e violentata. Questa è un'immagine della sua camicia bianca intrisa di sangue dopo l'attacco.




Korey Wise e Matias Reyes hanno davvero litigato per la TV a Rikers Island?

Secondo la vera storia dietro Quando ci vedono , Korey Wise e Matias Reyes hanno avuto una rissa che è andata alle mani quando sono stati entrambi incarcerati a Rikers Island nel 1990. La miniserie lo ritrae come Wise che si arrabbia con Reyes per aver abbassato il volume della TV. Nella vita reale, sia Wise che Reyes hanno detto di aver discusso su cosa guardare in TV quella sera. -Il Daily Beast

Tuttavia, una possibilità più plausibile avanzata dall'ufficiale di arresto nel caso di Central Park, Eric Reynolds, è che la lotta a Rikers fosse finita per il fatto che Korey Wise era sconvolto dal fatto che si stava prendendo la colpa per lo stupro e Matias Reyes aveva ottenuto via con esso. Questo in realtà ha senso dato che nelle dichiarazioni iniziali di Wise ai detective, ha collocato Reyes sulla scena dello stupro quando ha detto che 'Rudy' aveva preso il walkman e il marsupio della donna che faceva jogging. A causa del fatto che Wise ha problemi di udito, si ritiene che abbia erroneamente pensato che il nome di Reyes fosse Rudy. Sarebbe stato impossibile per i detective forzare una simile dichiarazione di Wise perché all'epoca non sapevano nemmeno del coinvolgimento di Matias Reyes, né sapevano che la donna che faceva jogging aveva un walkman e un marsupio.

Ciò significa che Wise e Reyes avrebbero saputo chi erano l'un l'altro al momento del combattimento a Rikers, compreso il coinvolgimento reciproco nell'attacco al jogger di Central Park. Questo scenario ha molto più senso. Ancora, Quando ci vedono Vuole farci credere che dei circa 18.000 detenuti a Rikers Island all'epoca, ci fosse una discussione casuale su una TV tra due sconosciuti, entrambi collegati alla donna che faceva jogging. La probabilità che ciò accada è di circa 1 su 18.000 o 0,00005555555%. -Polizia fuori dal polsino



Le prove del DNA dimostrano che Central Park 5 non ha aggredito Trisha Meili?

N. 13 anni dopo l'arresto di Central Park 5, i media nel 2002 proclamarono di essere stati prosciolti a causa delle prove del DNA che collegavano Matias Reyes, nato a Porto Rico, al caso del jogger. Il problema è che la prova del DNA non era ciò che ha condannato gli adolescenti in primo luogo, quindi non poteva scagionarli. Si è sempre saputo che il piccolo campione di sperma recuperato dalla cervice del jogger e il campione più grande recuperato dal suo calzino non corrispondevano al Central Park 5. Gli investigatori hanno sempre creduto che ci fosse un altro aggressore ancora in libertà. Il DNA ha semplicemente dimostrato che Reyes era quella persona. Il problema dopo che Reyes ha confessato il crimine era se stesse dicendo la verità sull'essere l'unico aggressore.

Dagli standard forensi odierni, il DNA dei cinque adolescenti avrebbe dovuto essere trovato sul corpo di Trisha Meili e sulla scena del crimine, oltre al DNA di Meili che è stato trovato su di loro. Ciò include trovare il DNA di Kevin Richardson sotto le unghie di Meili se lei lo avesse davvero graffiato. Tuttavia, il test del DNA era nelle sue primissime fasi nel 1989 (un database del DNA a livello nazionale non esisteva fino al 1994). La polizia non avrebbe cercato in modo aggressivo quelle prove allora, né la scena del crimine sarebbe stata conservata per le prove del DNA (solo diversi mesi prima il DNA era stato ammesso per la prima volta in un tribunale dello stato di New York).

Ancora più importante, il fatto che Trisha Meili stesse morendo quando è stata trovata significava che salvarle la vita aveva la precedenza sul permesso alla polizia di conservare le prove sul suo corpo. Il personale medico avrebbe pulito il suo corpo per esaminare e cercare le ferite. Inoltre, le mani dei ragazzi non erano state insaccate al momento del loro arresto, che è una procedura normale oggi per preservare le prove del DNA (Meili non è stato scoperto fino a poche ore dopo). Pertanto, le prove del DNA non sono state in grado di dimostrare se Meili è stato attaccato da un gruppo o da un individuo. Lo sperma raccolto è stato solo in grado di dimostrare che Matias Reyes, che aveva 18 anni al momento dello stupro, era l'unico che eiaculava nella vittima e sul suo calzino.

È stata invece la confessione di Matias Reyes di aver agito da solo che ha avuto la maggiore influenza sul motivo per cui le condanne di Antron McCray, Yusef Salaam, Raymond Santana, Kevin Richardson e Korey Wise sono state lasciate libere. Questo, combinato con il fatto che non c'erano prove fisiche inconfutabili che collegassero nessuno dei cinque alla scena del crimine.



Korey Wise aveva davvero una sorella transgender che è stata assassinata?

Sì. Nato Norman Wise, il fratello di Korey è passato alla donna e ha cambiato il suo nome in Marci. È interpretata dall'attrice e modella transgender Isis King in Quando ci vedono . È vero che Marci è morta mentre Korey era in prigione, ma non ci sono registrazioni dei dettagli che circondano la sua morte. Tali informazioni possono essere difficili da rintracciare a causa della segnalazione da parte della polizia del nome sbagliato. La regista Ava DuVernay ha detto di aver parlato a lungo con la famiglia e di aver incluso Marci come un modo per onorarla. Isis King ha detto a Oxygen: 'So che è stata uccisa', ma 'non voglio speculare'. Korey non ha mai parlato pubblicamente di sua sorella Marci.


Isis King come Marci WiseL'attrice transgender Isis King interpreta la sorella di Korey Wise, Marci Quando ci vedono .



Korey Wise è stata allevata da una madre single?

Non. Quando ci vedono omette il padre di Korey, che era stato effettivamente presente nella vita di Korey quando Korey è stato arrestato e condannato. Suo padre è morto di cancro solo nel 1996, mentre Korey era in prigione. Come interpretato nella serie, anche la sorella di Korey, Marci, è morta mentre era incarcerato.

'Il modo in cui è stata interpretata mia madre Deloris Wise non era la madre con cui sono cresciuta perché è una madre schietta e molto solidale', ha detto la sorella di Korey Vanity in un post su Instagram. Vanity, che è anche transgender, ha criticato la decisione della regista Ava DuVernay di includere la scena in cui sua madre disapprova il passaggio di Marci alla donna.



Matias Reyes ha commesso da solo l'assalto e lo stupro di Trisha Meili?

Questo è ciò che ha affermato lo stupratore seriale Matias Reyes nella sua confessione del 2002. Sebbene esistessero alcune prove discutibili, non è stata trovata alcuna prova solida che colloca direttamente uno dei Central Park 5 dove è stato trovato il corpo malconcio di Trisha Meili. Come nella miniserie, i segni sul terreno sulla scena mostravano che una persona, non un gruppo, aveva trascinato Meili dal sentiero al sottobosco. Se era una persona, sappiamo che doveva essere Reyes perché il suo DNA corrispondeva al DNA trovato sia su Meili che sul suo calzino.

Reyes aveva commesso una serie di stupri, tentativi di stupro e un omicidio per stupro nel periodo del suo attacco del 1989 a Trisha Meili a Central Park. In effetti, aveva violentato un'altra donna nel parco solo due giorni prima di violentare Meili. In totale, ha violentato più di cinque donne e violentato e ucciso Lourdes Gonzalez, che all'epoca era incinta. Dopo essersi fatto strada nell'appartamento di Gonzalez, l'ha pugnalata nove volte al petto e allo stomaco, e una in faccia, mentre i suoi tre figli ascoltavano dall'esterno della porta della camera da letto.

I sopravvissuti dicono che dopo averli violentati, Reyes avrebbe dato loro la possibilità di scegliere la loro vita o la loro vista, successivamente pugnalandoli agli occhi in modo che non potessero identificarlo in una fila. Come la maggior parte degli stupratori, ha sempre commesso gli attacchi da solo, il che fornisce ulteriore supporto al fatto che era solo mentre attaccava Trisha Meili. L'alternativa non si adatta al suo m.o. Reyes è stata catturata il 5 agosto 1989 dopo aver violentato una donna nel suo appartamento. È riuscita a scappare e fuggire giù per tre rampe di scale, allertando gli altri residenti che hanno affrontato Reyes nell'atrio e lo hanno tenuto fermo fino all'arrivo della polizia. -Newsweek

Sebbene il DNA abbia legato Reyes allo stupro, non esclude la possibilità che altri abbiano aggredito Meili prima che lui la trovasse e la trascinasse nel bosco. Un problema con la confessione di Reyes è che è uno psicopatico violento e un bugiardo patologico (uno psichiatra della difesa ha concluso che Reyes non era in grado di dire la verità). Il giudice Galligan, che ha presieduto il processo per omicidio / stupro di Reyes nel 1991, è stato citato come dicendo: '[I] f Reyes è un testimone credibile, allora la credibilità ha un nuovo significato' ( Le notizie del GIORNO ). Il chirurgo che ha guidato il team che ha curato Meili, il dottor Bob Kurtz, ha detto che le gravi ferite alla testa di Meili non erano solo il risultato di essere stato colpito da un ramo di un albero, come Reyes ha affermato di aver usato. Un oggetto molto più affilato ha fatto alcune delle ferite, che Reyes non ha mai detto di aver usato. Nel tentativo di non provocare più polemiche per la città, il procuratore distrettuale Robert Morgenthau ha impedito alla polizia di interrogare Reyes e ha invece raccomandato che le condanne di Central Park 5 fossero lasciate libere.



Raymond Santana è davvero tornato in prigione con l'accusa di droga?

Sì. Il Quando ci vedono la storia vera conferma che Santana incolpa di non essere riuscita a trovare un lavoro e di essere istituzionalizzata per il motivo per cui ha iniziato a spacciare droga. La polizia lo ha arrestato nel dicembre 1998 dopo aver trovato crack nel suo appartamento ( New York Times ). Ha ricevuto una condanna estesa perché era già un criminale condannato.

'Stavo scontando da tre a sette anni e mezzo con l'accusa di droga', ha detto Santana di quando ha saputo di Matias Reyes che si faceva avanti e confessava lo stupro. 'Ero così istituzionalizzato a questo punto che ho sentito che avrebbero fatto di questo tizio il sesto uomo, e lo avrebbero spazzato sotto il tappeto, e basta.' -VladTV



La jogger di Central Park, Trisha Meili, crede che Matias Reyes fosse il suo unico aggressore?

No. 'Ho sempre saputo che c'era almeno un'altra persona coinvolta perché c'era un DNA non identificato', ha detto Meili 20/20 . Quindi, quando ho sentito la notizia che era stata trovata un'altra persona il cui DNA corrispondeva, non è stata una grande sorpresa. Ma quando ha detto che lui e lui solo l'avevano fatto, è stato allora che sono iniziati alcuni dei disordini, chiedendosi: 'Bene, come può essere?' 'Meili dice che le prove mediche supportano che c'era più di un aggressore e i dottori chi l'ha trattata è d'accordo.

Nel 2002, il chirurgo Bob Kurtz disse che esaminando le enormi lesioni su tutto il corpo, sarebbe stato quasi impossibile per una persona fare tutto questo ( Le notizie del GIORNO ). Kurtz ha anche detto che 'c'erano impronte delle mani premute sulla sua pelle [comprese le cosce e la parte inferiore delle gambe] che sembravano rosse nei contorni' e il chirurgo plastico Jane Haher ha notato che le impronte delle mani erano di dimensioni diverse, il che indicava che più di una persona si era aggrappata a lei e ha causato le ferite al suo corpo ( ABC News ).

Queste affermazioni sollevano dubbi significativi sull'idea che Reyes abbia commesso l'assalto da solo. Tuttavia, questo potrebbe anche significare che la folla di adolescenti ha aggredito / aggredito sessualmente Meili e l'ha lasciata ferita, dopo di che Matias Reyes si è trasferita, l'ha trascinata nel sottobosco, l'ha aggredita ulteriormente e ha commesso lo stupro.

Trisha Meili Book I Am the Central Park Jogger Trisha Meili ha rivelato la sua identità al mondo con l'uscita del suo libro bestseller Sono il jogger di Central Park .



Lo fa Quando ci vedono omettere le prove contro i ragazzi?

Sì. Le prove ei dettagli elencati di seguito sono apparsi nel 2003 Rapporto Armstrong . Alcuni sono stati presentati anche alle prove. I critici del rapporto di 43 pagine, che è stato avviato dal commissario di polizia Ray Kelly e presieduto dall'ex procuratore federale Michael Armstrong, hanno sostenuto che il rapporto non ha valore legale ed era semplicemente una confutazione alla mozione dell'assistente procuratore distrettuale Nancy Ryan di liberare le condanne. Tuttavia, Michael Armstrong era a malapena parziale al NYPD. In precedenza era stato consigliere capo della Commissione Knapp negli anni '70, che indagava sulla spaventosa corruzione della polizia (il suo testimone principale era Frank Serpico).

Il Rapporto Armstrong include una serie di altri dettagli non elencati di seguito.

  • Macchie di sperma, sporcizia e erba che sono state trovate sulla biancheria intima di Kevin Richardson (è stato sostenuto che la presenza di sperma sul cavallo della sua biancheria intima era coerente con le confessioni che non erano in grado di eiaculare durante il tentativo di violentare Trisha Meili). Macchie di sperma sono state trovate anche sulla biancheria intima di Antron McCray e sulla felpa di Raymond Santana.
  • Il fango è stato trovato incrostato sul davanti dei jeans Calvin Klein e della felpa con cappuccio di Antron McCray. Il jogger è stato trovato con fango e sporcizia su tutto il corpo. Antron ha detto che è caduto nel fango mentre scappava dalla polizia e poi si è nascosto lì.
  • Korey Wise si era lavato i vestiti quando era tornato a casa la notte degli attacchi.
  • Macchie di sangue sono state trovate sulla scarpa destra di Raymond Santana, sulla giacca di Yusef Salaam e sulla biancheria intima di Steve Lopez. Le tracce sulla scarpa da ginnastica di Santana e sulla giacca di Salaam erano troppo piccole per corrispondere ai gruppi sanguigni delle vittime.
  • La sorella maggiore dell'amica di Korey Wise, Melody Jackson, ha detto agli investigatori alla vigilia del processo che Wise le aveva confessato di non aver violentato Trisha Meili, ma piuttosto di averle tenuto e accarezzato la gamba durante l'attacco (Wise che afferra la gamba della vittima è in linea con ciò che sia il chirurgo che il chirurgo plastico hanno osservato in ospedale, contorni rossi di impronte di mani di dimensioni diverse sulle cosce e sulla parte inferiore delle gambe).
  • Mentre gli ufficiali stavano portando Clarence Thomas e Kevin Richardson al distretto, Thomas iniziò a piangere e sbottò: 'So chi ha commesso l'omicidio. So dove vive e ti dirò il suo nome. Richardson ha detto che lo sapeva anche lui e ha accettato di dare loro il nome. Poi Thomas ha detto che era Antron McCray. Secondo gli ufficiali, Richardson ha accettato e ha detto: 'Sì. Ecco chi è stato. Questo era prima che la donna che faceva jogging venisse trovata.
  • Il detective Michael Sheehan ha riferito che mentre trasportava Raymond Santana dal distretto di Central Park al 20 ° distretto, Santana da solo ha detto: 'Non ho niente a che fare con lo stupro. Tutto quello che ho fatto è stato sentire le t - s della donna ». Questo era prima che la polizia venisse a conoscenza dello stupro.
  • Yusef Salaam ha ammesso di aver portato un tubo di metallo durante la serata e ha dichiarato che lo stava tenendo per qualcun altro. Il jogger John Loughlin, gravemente ferito, è stato picchiato con un tubo.
  • Durante il processo di prenotazione, l'agente Robert Powers ha detto che quando ha detto agli imputati che non dovevano essere fuori a picchiare le persone, ma 'dovrebbero essere a casa con le tue amiche', Raymond Santana ha guardato un coimputato, ha sorriso e ha commentato: 'Io ho già le mine », dopo di che risero entrambi. La dichiarazione era inammissibile in tribunale perché non era stata preceduta da una rinuncia ai diritti di Miranda.
  • Quando Korey (allora Kharey) Wise ha visitato la scena il 20 aprile con un detective e un assistente del procuratore distrettuale, ha osservato: 'Dannazione, accidenti è molto sangue. Dannazione, è davvero brutto, è molto sangue ... Sapevo che stava sanguinando, ma non sapevo quanto fosse grave. Era davvero buio. Non riuscivo a vedere quanto sangue ci fosse di notte.
  • Il 20 aprile, il giorno dopo l'assalto a Trisha Meili, Kevin Richardson e Raymond Santana presumibilmente hanno indicato ciascuno il luogo in cui è avvenuto l'attacco. Gli investigatori hanno citato Richardson come dicendo: 'Qui è dove l'abbiamo presa ... dove è avvenuto lo stupro'.
  • Due degli amici di Korey Wise, Ronald Williams e Shabazz Head, hanno detto alla polizia che quando hanno incontrato Wise il 20 aprile 1989, ha detto loro: 'Hai sentito di quella donna che è stata picchiata e violentata nel parco ieri sera. Eravamo noi!
  • Dennis Commedo, un ragazzo che quella notte faceva parte del gruppo più numeroso nel parco, avrebbe detto alla polizia che quando ha incontrato Kevin Richardson in un campo da pallone nel parco, Richardson gli ha detto: 'Abbiamo appena violentato qualcuno'.
  • Due adolescenti che facevano parte del gruppo più numeroso hanno detto di aver visto Raymond Santana, Kevin Richardson, Steven Lopez, Yusef Salaam, Antron McCray e altri venire dalla collina dalla 102a strada trasversale, la direzione in cui è avvenuto lo stupro.
  • Quando si parla di vedere per la prima volta la donna che fa jogging nella sua confessione, Antron McCray ha detto: 'All'inizio non pensavamo fosse una signora quando l'abbiamo vista. Sembrava un uomo. Questa descrizione è esattamente ciò che i due uomini che l'hanno trovata sdraiata nel burrone quattro ore dopo hanno detto alla polizia, che pensavano che assomigliasse a un uomo. La confusione era dovuta alla sua corporatura snella e ai capelli corti. Questa connessione è importante perché è un dettaglio che è molto meno probabile che sia stato forzato.
  • Dichiarazioni fornite da un certo numero di altri adolescenti hanno indicato i cinque come partecipanti ad altre aggressioni nel parco.
  • Quando Matias Reyes ha confessato nel 2002, ha rivelato qualcosa che la polizia inizialmente non aveva saputo. Ha detto di aver rubato il marsupio e il walkman di Trisha Meili, che non erano stati trovati sulla scena. Eppure, nelle note di un'intervista con Korey Wise il 20 aprile 1989, il giorno dopo l'attacco, Wise ha detto che un ragazzo di nome 'Rudy' ha preso il 'Walkman pouch' e il Walkman di Meili. Gli investigatori credevano che Wise, che ha problemi di udito, avesse sbagliato il nome di Reyes e pensava che fosse Rudy.
  • Un ex detenuto conoscente di Matias Reyes ha affermato che Reyes gli ha detto che l'attacco al jogger stava già avvenendo quando si è unito, attratto dal luogo dalle urla del jogger.
  • Il Rapporto Armstrong concludeva che `` lo scenario più probabile per gli eventi del 19 aprile 1989 era che gli imputati si avvicinassero alla donna che faceva jogging e la sottoponessero allo stesso tipo di attacco, anche se con sfumature sessuali, che avevano inflitto ad altre vittime nel parcheggiare quella notte. Forse attratto dalla scena dalle urla del jogger, Reyes si è unito all'attacco mentre stava finendo o ha aspettato che gli imputati si fossero trasferiti alle loro successive vittime prima di discendere su di lei stesso, violentandola e infliggendole le brutali ferite che quasi le hanno causato. la sua morte.'



Che prove ci sono che i Central Park 5 siano innocenti?

  • La confessione dello stupratore seriale Matias Reyes di aver agito da solo è la prova più potente ed è ciò che ha portato alla liberazione delle condanne di Central Park 5.
  • I segni di trascinamento sulla scena finale del crimine hanno mostrato che c'era solo un aggressore che ha tirato Trisha Meili.
  • Le rivendicazioni di coercizione dei cinque, che sono state avanzate dagli avvocati della difesa al processo (le affermazioni sono state più accettate dopo la confessione di Reyes). La coercizione era possibile dato che i genitori dei ragazzi a volte non erano presenti mentre venivano interrogati.
  • Quando hanno rilasciato le loro dichiarazioni iniziali alla polizia, gli adolescenti probabilmente non erano del tutto consapevoli di dover invocare i loro diritti, chiedere un avvocato o astenersi dal fare le dichiarazioni.
  • La polizia ha usato tattiche di interrogatorio regolari sui bambini: due quattordicenni, due quindicenni e un sedicenne.
  • Nei suoi precedenti stupri e tentativi di stupro, Matias Reyes aveva sempre agito da solo.
  • Le confessioni videoregistrate di Central Park 5 sono a volte incoerenti, anche per quanto riguarda gli abiti che Trisha Meili indossava, il luogo del crimine e il crimine stesso.
  • Il Central Park 5 non era mai stato arrestato prima.
  • Le confessioni sono coerenti con le affermazioni dei ragazzi secondo cui gli investigatori li hanno costretti a implicarsi a vicenda. Una possibile prova di ciò è che alcuni adolescenti non si conoscevano prima di essere arrestati.
  • Le vittime delle altre aggressioni non hanno mai identificato Central Park 5 come aggressori (tuttavia, un totale di 19 persone sono state sospettate nel solo violento attacco a John Loughlin. Il New York Times , è riuscito a identificarne uno, Jermaine Robinson, dopo averlo visto in un programma televisivo. 'È stato il ragazzo che mi ha parlato', ha detto Loughlin al processo).
  • Il Central Park 5 ha rifiutato di accettare patteggiamenti che avrebbero potuto portare a condanne più leggere.



Lo stupratore seriale Matias Reyes ha confessato lo stupro del jogger di Central Park perché aveva trovato Gesù?

Questo è ciò che ha affermato Matias Reyes dopo aver incrociato Korey Wise per la seconda volta nel sistema carcerario. Disse che poteva percepire il dolore di Wise e decise di confessare perché aveva trovato Gesù Cristo. Questo è il ragionamento con cui va la miniserie, ma alcuni ricercatori lo credono La confessione di Matias Reyes era per lo più egoistico. Altri rifiutano apertamente il momento di venire a Gesù di Reyes, dicendo che è ridicolo dato che era uno stupratore seriale e assassino il cui stesso avvocato difensore lo chiamava `` uno psicopatico puro '', oltre al fatto che ha aggredito sessualmente il suo. madre e ha cercato di violentare una donna in una chiesa.

Sarah Burns, che ha co-scritto e co-diretto il documentario Il Central Park Five con suo padre Ken Burns, ha scoperto che la più grande motivazione di Reyes a confessare era che voleva solo essere notato. Ci sono alcune prove a sostegno di questo. Reyes è apparso in un'intervista su ABC Prima serata , e tornò sulla scena del crimine con i detective della polizia di New York per mostrare loro come si sono svolti gli eventi della notte del 19 aprile 1989. 'La gente stava prestando di nuovo attenzione a lui', dice Burns. -Le notizie del GIORNO

Reyes sapeva che non poteva essere punito per il crimine perché lo statuto di prescrizione per lo stupro a New York City era allora di sette anni. Sapeva che poteva farsi avanti senza fare altro.

Una teoria più probabile è che Reyes si sia fatto avanti dopo essere stato trasferito alla popolazione generale della prigione, perché una volta lì fu minacciato da Wise e dalla sua banda carceraria (è stato riferito che Wise era stato un membro della banda di Bloods e della Nation of Islam). Wise lo ha minacciato di confessare di essere l'unico aggressore di Trisha Meili. Il Rapporto Armstrong cita due detenuti che hanno affermato che Reyes era stata effettivamente minacciata da Wise, ma non offre molto per verificare l'affermazione. Per la maggior parte, questo ha senso solo se Wise avesse già saputo che Reyes aveva violentato Trisha Meili, il che sembra probabilmente dato dalle dichiarazioni fatte da Wise alla polizia dopo il suo arresto (come spiegato in precedenza). Il rapporto afferma che Reyes potrebbe essersi fatto avanti in modo da poter essere trasferito in una prigione diversa, lontano da Wise, cosa che è accaduta dopo che ha confessato. A sostenere ulteriormente la paura di Reyes per Wise è il fatto che ha chiesto protezione nel momento in cui si è fatto avanti.

Reece Noi e Matias Reyes Reece Noi (a sinistra) raffigura Matias Reyes in Netflix Quando ci vedono confessando lo stupro e l'aggressione di Trisha Meili. Il vero Matias Reyes (a destra) nel 2002.



Linda Fairstein ed Elizabeth Lederer sono ritratte accuratamente in Quando ci vedono ?

No. Nella miniserie, Linda Fairstein (Felicity Huffman) arriva rapidamente sulla scena e si fa carico delle indagini. In realtà, Fairstein, che è impostato per essere il cattivo della miniserie, non era nemmeno lì il primo giorno. Gran parte di ciò che dice nella miniserie, compresi i suoi commenti più carichi di razzismo, non sono mai stati pronunciati nella vita reale. Chiama ripetutamente gli adolescenti del parco 'animali'. Comanda i suoi investigatori dicendo: 'Ho bisogno dell'intero gruppo. Ogni giovane maschio nero che era nel parco. Entra nei progetti e ferma ogni bastardo che vedi. ' Il problema è che nessuno l'ha riferita per averlo detto allora, oltre a molti altri commenti infiammatori che fa nella serie (questo include un'osservazione semi-omofobica). Quelle scene sono state immaginate, così come gran parte del personaggio.

Questo è uno dei maggiori problemi con la serie per quanto riguarda l'adesione alla storia vera. La creatrice e regista Ava DuVernay ha inventato i commenti incriminanti del procuratore per crimini sessuali Linda Fairstein (Felicity Huffman), comprese le sue conversazioni con l'assistente DA Elizabeth Lederer (Vera Farmiga). Non abbiamo trovato segnalazioni secondo cui qualcuno avesse mai assistito a questi commenti bigotti o ascoltato tali conversazioni. Eppure, quasi subito dopo il debutto della miniserie, una protesta online ha portato la vera Linda Fairstein, che ora scrive romanzi gialli, a essere lasciata dal suo editore. Inoltre, ha perso i suoi posti nel consiglio di amministrazione del Vasser College, la sua alma mater e nei consigli dei gruppi di difesa delle vittime di crimini sessuali come la Joyful Heart Foundation e Safe Horizon. La sua reputazione è stata rovinata.

Innanzitutto, il bello della carriera di Fairstein. Il lavoro di Fairstein come capo dell'unità crimini sessuali le ha fatto guadagnare numerosi onori, poiché è stata determinante nel dare a tali crimini il risalto che meritano. Ha aiutato a dare voce alle donne violentate nei loro casi vedendo che le leggi arcaiche che richiedevano un altro testimone per testimoniare venivano eliminate. È stata anche uno dei primi pubblici ministeri a introdurre prove del DNA in tribunale ( CBS domenica mattina ). Si è guadagnata il soprannome di 'Hell on Heels' per il suo successo nel perseguire casi di stupro. L'impatto della sua unità ha persino ispirato Dick Wolf a creare lo show televisivo Law & Order: Special Victims Unit .

Felicity Huffman quando ci vedono e Linda Fairstein Central Park 5Felicity Huffman (a sinistra) nei panni di Linda Fairstein in Netflix Quando ci vedono e la vera Linda Fairstein (a destra).
Internet l'ha privata dei suoi riconoscimenti ed è stata effettivamente 'cancellata'. Almeno questo era l'obiettivo dell'hashtag di Twitter '#CancelLindaFairstein'. Inoltre, una petizione online è stata firmata da oltre 75.000 persone per spingere i rivenditori a smettere di vendere libri per bambini e romanzi gialli. Alla domanda sul contraccolpo di Fairstein su Oprah Winfrey Quando ci vedono adesso dopo lo spettacolo, la regista Ava DuVernay ha detto che 'le persone devono essere ritenute responsabili' (sia Oprah Winfrey che Robert De Niro erano produttori esecutivi della miniserie). Eppure, DuVernay, che ha anche scritto la sceneggiatura, non aveva idea di cosa fosse realmente accaduto dietro le quinte durante l'accusa del caso di jogger di Central Park, che Fairstein ha supervisionato. Nella serie, le conversazioni vengono immaginate e le parole vengono messe nella bocca di Fairstein che non ha mai effettivamente pronunciato.

Nel 2002, Fairstein ha detto Il New Yorker 'Penso che Reyes abbia corso con quel branco di ragazzi. Rimase più a lungo quando gli altri se ne andarono. Ha completato l'assalto. Non credo che ci sia una domanda nella mente di nessuno dei presenti durante il processo di interrogatorio che questi cinque uomini fossero partecipanti ... Ho visto più di 30 detective - neri, bianchi, ragazzi ispanici che non si erano mai incontrati prima - condurre un'indagine brillante. ' L'opinione di Fairstein, ancora oggi, che i Central Park 5 siano stati coinvolti nell'attacco a Trisha Meili è senza dubbio un altro motivo per cui DuVernay l'ha scelta come cattiva.

Lasciare che l'opinione pubblica decida in modo efficace il destino della vita di qualcuno significa fare esattamente ciò che DuVernay afferma di essere contro con la sua miniserie. Il processo per fiction di DuVernay ha contribuito a convincere i media, il pubblico e l'originale Central Park 5 che Fairstein è il cattivo. 'Anche se sono passati 30 anni, deve pagare per il suo crimine', ha detto Raymond Santana. Quello che molti non riescono a capire è che stiamo guardando un racconto drammatizzato. Molte delle stesse persone che gridano: 'Ovviamente non tutto sarà vero. È intrattenimento! ', In questo caso stanno distruggendo due donne perché credono che tutto nella serie sia vero.

«È come la giustizia della folla. Le persone stanno facendo tutto il possibile per distruggere la vita di queste donne e non hanno fatto nulla di sbagliato ', dice Eric Reynolds, che ha arrestato due di Central Park 5.' [Le persone] non sanno nemmeno che non stanno basando le loro opinioni e la loro furia per ciò che è realmente accaduto. Se sapessero cosa è realmente accaduto, si vergognerebbero di se stessi. Non tornare per vendicarti e distruggere due persone che stavano solo facendo il loro lavoro e non hanno fatto nulla di male. Linda Fairstein ed Elizabeth Lederer non hanno fatto assolutamente nulla di male. Da quando ha parlato dopo il debutto della miniserie, lo stesso Reynolds è stato definito un traditore della razza, ma dice di aver parlato perché 'la verità conta'. -Mail giornaliera

È certamente giusto sollevare un certo grado di critica su Linda Fairstein per la sua gestione del caso e la sua mancanza di guardare oltre le conclusioni logiche che lei e gli investigatori hanno tratto sulla base degli altri brutali assalti commessi dalla mafia nel parco quella notte. La loro miopia e la loro corsa per una condanna hanno forse permesso allo stupratore seriale Matias Reyes di rimanere in libertà per commettere crimini più orribili, tra cui lo stupro e l'omicidio della 24enne Lourdes Gonzalez, una madre incinta di tre figli.

Gli investigatori hanno trovato e raccolto il DNA di una persona dalla scena dello stupro a Central Park, ma non si sono mai presi la briga di testarlo contro il DNA dello stupratore seriale Matias Reyes quando è stato catturato diversi mesi dopo. Fairstein lo difese dicendo: 'Dio sa che vorrei che avessimo banche dati del DNA tanto tempo fa, perché lo avremmo collegato'. Ciò non significa ancora che fosse impossibile stabilire la connessione. Invece, sembravano soddisfatti di aver catturato i sospetti giusti, ma sapevano che nessuno dei cinque DNA corrispondeva allo sperma trovato su Trisha Meili. Questo fallimento nel continuare a perseguire tutte le possibilità ha potenzialmente mandato cinque adolescenti in prigione per uno stupro che non hanno commesso, costando loro più di un decennio della loro vita, oltre a soffrire per gli effetti mentali, fisici e sociali dell'essere incarcerati.

Matias Reyes Assassinio di Lourdes GonzalezL'incapacità del dipartimento di polizia di collegare il jogger di Central Park allo stupratore seriale Matias Reyes ha probabilmente portato all'omicidio di Lourdes Gonzalez.
Quando ci vedono attribuisce ingiustamente tutto questo al razzismo. Potrebbe creare una storia migliore che il pubblico ipersensibile di oggi è più desideroso di divorare e reagire, ma non è la verità. Ad esempio, Fairstein ha affrontato molti meno contraccolpi dopo il documentario del 2012 ampiamente visto e leggermente più accurato di Sarah e Ken Burn Il Central Park Five . Negli anni successivi alla sua uscita, Fairstein ha continuato a promuovere i suoi libri in talk show, tra cui A tarda notte con Seth Meyers nel 2014 e CBS questa mattina nel 2017. Perché? Perché il documentario si è mantenuto più vicino ai fatti, anche se dal punto di vista dei cinque. Ha incolpato Fairstein per come ha gestito il caso, ma non ha motivo che ciò fosse dovuto principalmente al suo essere razzista. Non ci sono prove di questo. Tuttavia, è in gran parte il motivo per cui è stata oggetto di indignazione pubblica dopo l'uscita della miniserie.

Per quanto riguarda Elizabeth Lederer (nella foto sotto), che era ugualmente romanzata e travisata, lavora ancora nell'ufficio del procuratore distrettuale, ma il contraccolpo della serie l'ha costretta a dimettersi dalla sua posizione di insegnante aggiunto alla Columbia University di New York dopo molestie da studenti. Inoltre, la Columbia Black Law Students Association ha lanciato una petizione chiedendo le sue dimissioni. Alcuni hanno sostenuto che stesse semplicemente facendo il suo lavoro di avvocato (assistente procuratore distrettuale), mentre altri sostengono che il suo coinvolgimento nell'elaborare la strategia per coinvolgere tutti e cinque, sulla base delle loro confessioni spesso incoerenti che si accusano a vicenda, la rende anche parzialmente responsabile.

Vera Farmiga ed Elizabeth Lederer Central Park FiveElizabeth Lederer (a destra) era il procuratore capo nel caso del jogger di Central Park. Vera Farmiga (a sinistra) interpreta Lederer in Netflix Quando ci vedono .



Il Central Park 5 è stato scagionato dalle accuse per cui era stato incarcerato?

No. Il Quando ci vedono la storia vera rivela che Central Park 5 non è mai stato cancellato. Invece, le condanne sono state lasciate libere, il che significa che i processi e le condanne precedenti sono stati trattati come se non fossero mai avvenuti. Questo è diverso dal fatto che i cinque siano stati scagionati (o prosciolti) dalle accuse in tribunale. I pubblici ministeri avrebbero potuto processarli nuovamente per le accuse, ma la città non vedeva motivo perché avevano già scontato il loro tempo. Inoltre, il caso contro i cinque sarebbe stato più debole dopo che Matias Reyes si è fatto avanti e ha dichiarato di aver agito da solo.



La jogger di Central Park, Trisha Meili, è d'accordo con l'accordo da 41 milioni di dollari che la città ha fatto con Central Park 5?

No. 'Vorrei tanto che il caso non fosse stato risolto', disse Meili 20/20 all'inizio del 2019. 'Vorrei che fosse andato in tribunale perché ci sono molte informazioni che vengono rilasciate ora che vedo per la prima volta. Sostengo il lavoro delle forze dell'ordine e dei pubblici ministeri. ... Mi hanno trattato con tale dignità e rispetto. '

Sulla scia del documentario di Sarah e Ken Burns, il neoeletto sindaco Bill de Blasio ha deciso che New York City dovrebbe risolvere il caso. Oltre ai $ 41 milioni dati a Central Park 5 dalla città nell'accordo del giugno 2014, hanno anche citato in giudizio lo stato di New York e hanno ricevuto ulteriori $ 3,9 milioni.



Il Central Park 5 ha incontrato Trisha Meili?

No. Il Central Park 5 è stato critico nei confronti di Trisha Meili per la sua posizione secondo cui più di una persona l'ha attaccata, il che a sua volta punta il dito contro i cinque, le cui convinzioni sono state lasciate libere nel 2002. Alcuni degli uomini hanno espresso simpatia per ciò che ha parlato e ha detto che sono ancora aperti all'incontro con lei. Tuttavia, hanno detto che stanno aspettando che lei li raggiunga.

Quando ci vedono nel cast contro Central Park 5 da adultiIl Quando ci vedono persone reali (in basso) contro gli attori che li ritraggono come adulti (in alto). Da sinistra a destra: Korey Wise, Antron McCray, Kevin Richardson, Yusef Salaam e Raymond Santana.



Nel complesso, quanto è accurato Quando ci vedono ?

Dopo aver condotto settimane di ricerca, abbiamo dato Quando ci vedono perPunteggio di realtà di 4 su 10. Come il documentario Il Central Park Five , la miniserie Netflix distorce la vera storia incolpando l'ingiustizia razziale sul motivo per cui i cinque adolescenti sono stati arrestati e condannati. In realtà, le altre aggressioni nel parco, le dichiarazioni dei testimoni, le loro stesse ammissioni e le prove sono state le ragioni dei loro arresti e condanne. L'isteria dei media intorno al caso è principalmente ciò che ha introdotto il razzismo nella narrativa. La miniserie che trasforma Linda Fairstein, Elizabeth Lederer e altri in cattivi razzisti non è solo imprecisa, ma le loro rappresentazioni immaginarie hanno portato a un contraccolpo sui social media che ha in gran parte rovinato le loro vite.

La miniserie del regista Ava DuVernay era basata principalmente sul documentario di Ken Burn, guidato da sua figlia Sarah. Aveva lavorato come assistente legale per lo studio legale che ha intentato la causa di Central Park 5 contro la città. Ken Burns ha ammesso che uno degli obiettivi del documentario era fare pressioni sulla città per risolvere la causa. In un Times Talks Nell'intervista, Burns ha detto di aver scelto di non avere un narratore in modo che il documentario fosse meno parziale. Tuttavia, ha invece il Central Park 5 che racconta gran parte del documentario stesso, e non include interviste con i pubblici ministeri, i detective o anche la vittima stessa (Burns lo difende dicendo che glielo ha chiesto ma non gli è stato permesso a causa del querela, e per quanto riguarda Trisha Meili, ha rifiutato la richiesta). Questo a sua volta lo rende completamente unilaterale. Come nella miniserie che ha ispirato, prove e dettagli rimangono inesplorati e gli arresti e le condanne sono interpretati come un racconto bruciante di ingiustizia razziale. Funziona alla grande per la miniserie come opera di finzione, ma rende un disservizio alla verità e alle persone coinvolte.

Per quanto la narrativa della miniserie abbia reso i paria della vita reale Fairstein e Lederer, ha reso i martiri di Central Park 5, rivendicandoli di qualsiasi illecito. Questo è in gran parte il modo in cui il pubblico vedrà la storia d'ora in poi, come la storia scritta da Hollywood, un pezzo di intrattenimento che accende in noi così tanta giusta indignazione che deve essere la verità. Eppure, ancora una volta, siamo stati ingannati.