Stati Uniti contro Billie Holiday (2021)

REEL FACE: VERO VISO:Garrett Hedlund nel ruolo di Harry Anslinger
Secondo giorno
Nato:30 dicembre 1984
Luogo di nascita:
Edmonds, Washington, Stati UnitiTyler James Williams nel ruolo di Lester Young
Billie Holiday
Nato:7 aprile 1915
Luogo di nascita:Philadelphia, Pennsylvania, USA
Morte:17 luglio 1959, New York City, USA (complicazioni da cirrosi epatica) Natasha Lyonne nel ruolo di Tallulah Bankhead
Garrett Hedlund
Nato:3 settembre 1984
Luogo di nascita:
Roseau, Minnesota, Stati UnitiDusan Dukic
Harry Anslinger
Nato:20 maggio 1892
Luogo di nascita:Altoona, Pennsylvania, USA
Morte:14 novembre 1975, Altoona, Pennsylvania, USA (insufficienza cardiaca) Billie Holiday Child
Tyler James Williams
Nato:9 ottobre 1992
Luogo di nascita:
Contea di Westchester, New York, USABillie Holiday e Andra Day Singing
Lester Young
Nato:27 agosto 1909
Luogo di nascita:Woodville, Mississippi, Stati Uniti
Morte:15 marzo 1959, New York City, USA (alcolismo) Billie Holiday e l
Natasha Lyonne
Nato:4 aprile 1979
Luogo di nascita:
New York City, Stati UnitiBillie Holiday Performing e Andra Day nel film
Tallulah Bankhead
Nato:31 gennaio 1902
Luogo di nascita:Huntsville, Alabama, Stati Uniti
Morte:12 dicembre 1968, New York City, USA (polmonite) Chasing the Scream Book Billie Holiday
Dusan Dukic
Luogo di nascita:
Belgrado, Serbia, JugoslaviaBillie Holiday Mugshot
Joe Glaser
Nato:17 dicembre 1896
Morte:6 giugno 1969, New York City, USA (colpo)
Precisione storica (domande e risposte):

Billie Holiday è raffigurata accuratamente nel film?

Non esattamente. Non solo è assente la sua scintilla artistica Gli Stati Uniti contro Billie Holiday film, la storia vera rivela che manca anche il suo senso dell'umorismo, che gli amici spesso ricordavano. Invece, abbiamo una Billie Holiday per lo più infelice che è afflitta dalla dipendenza da eroina e dall'alcolismo. I flashback mostrano che viene maltrattata dagli uomini e dalla vita in generale.

Sua madre era stata una prostituta. Billie è stata violentata all'età di 10 anni e all'età di 14 anni aveva iniziato a vendere il suo corpo per sopravvivere ed è stata presto sfruttata. Alla fine, dopo un periodo in prigione per prostituzione, si è rivolta alla droga e all'alcol per alleviare il dolore, dando inizio a una dipendenza 'a fasi alterne' dall'eroina nei primi anni '40. Tuttavia, raffigurarla come una semplice vittima passiva è un travisamento della sua vita. Sebbene l'abuso e la dipendenza ne facessero certamente parte, non si è mai lasciata definire. Gli amici dicono che era una combattente che faceva come voleva, prendendo la decisione di vivere in modo spericolato in parte perché le piaceva. Il film sfiora anche il suo ruolo di musicista creativa e di grande talento.

Lady Sings the Blues Book Billie HolidayBillie Holiday all'età di due anni nel 1917.
Il regista Lee Daniels ha detto che voleva concentrarsi sull'ultimo decennio della vita di Billie Holiday e sul suo ruolo di eroe dei diritti civili da quando era stato sorvolato nel film del 1972 su di lei, Lady Sings the Blues con Diana Ross, basata sulla sua autobiografia con lo stesso nome. Tuttavia, quel film ha offerto una rappresentazione più completa del cantante (ha anche ottenuto a Diana Ross una nomination all'Oscar). Qui, l'attenzione è stata ridotta e le parti più felici della vita e della personalità di Holiday sono state quasi del tutto omesse. Gli Stati Uniti contro Billie Holiday il film è stato adattato da un capitolo sulle vacanze nel libro bestseller di Johann Hari Chasing the Scream: The First and Last Days of the War on Drugs .




La cantante / attrice Andra Day ha lo stesso nome di Lady Day?

Durante la conduzione del nostro Stati Uniti contro Billie Holiday In effetti, abbiamo scoperto che Andra Day è un nome d'arte che la cantautrice scelse anni fa come omaggio a Billie Holiday (soprannominata Lady Day). Andra Day è nata Cassandra Monique Batie. La sua interpretazione nel film è il suo primo ruolo da attore. La stessa Billie Holiday è nata Eleanora Fagan.



Come ha fatto Billie Holiday a diventare una cantante?

Affamata e in cerca di lavoro, un giorno Billie girò per Harlem in cerca di lavoro, fermandosi in ogni bar in cui si imbatteva. Dopo essere stata respinta quasi ovunque, si fermò in un posto chiamato Log Cabin. Ha detto loro che poteva esibirsi come ballerina, ma quando ha mostrato loro alcune mosse, era chiaro che le sue abilità di ballo non erano degne di pagamento. Si è disperata e ha chiesto al proprietario se poteva provare a cantare. Si avvicinarono a un vecchio pianoforte nell'angolo dove lui le disse di dargli qualcosa da suonare. Ha richiesto 'Trav'llin 'All Alone'. Mentre cantava, gli avventori posarono i loro drink e rimasero paralizzati dalla voce sincera della giovane donna che stava riempiendo la stanza. Quando ha completato la sua canzone successiva, 'Body and Soul', le lacrime scorrevano lungo le guance di molti clienti. La cantante, che alla fine divenne nota come 'Lady Day', era stata scoperta.

Lester Young e Tyler James WilliamsBillie Holiday (a sinistra) canta al Downbeat Jazz Club di New York City nel 1947. L'attrice Andra Day (a destra) canta nel film.



Billie Holiday si è spogliata quando l'agente Jimmy Fletcher si è presentato per arrestarla?

Sì. Gli Stati Uniti contro Billie Holiday la storia vera conferma che si è spogliata nuda quando l'agente Jimmy Fletcher si è presentato per prenderla in custodia. Ha anche fatto la pipì sul pavimento in segno di protesta, ma quel dettaglio sgradevole è stato escluso dal film.



Billie Holiday aveva una relazione con l'agente nero del Federal Bureau of Narcotics che l'ha arrestata?

Non è probabile. Nel Gli Stati Uniti contro Billie Holiday film, ha una relazione con Jimmy Fletcher (Trevante Rhodes), l'agente sotto copertura che la arresta. Mentre la relazione aggiunge una quantità significativa di dramma al film, ci sono poche prove che qualcosa di simile sia accaduto nella vita reale. Non c'è notizia che i due siano mai stati amanti, né lui era il bravo ragazzo che è scappato.

L'agente Fletcher che si innamora di Holiday quando va in prigione sembra essere stato ispirato da diverse righe del libro di Johann Hari Chasing the Scream: The First and Last Days of the War on Drugs . Nel libro, Hari scrive che Fletcher e Holiday hanno finito per ballare insieme al Club Ebony e hanno avuto molte conversazioni ravvicinate su una varietà di argomenti. Anni dopo, l'agente Jimmy Fletcher disse che Holiday 'era il tipo che avrebbe reso chiunque simpatico perché era il tipo amorevole'. Sulla base di queste scarse prove, Hari teorizza che Fletcher sembrava essersi innamorato di Holiday. Il film abbraccia questa linea usa e getta del libro e la interpreta come se avessero una relazione appassionata.

La maggior parte di ciò che accade tra loro negli ultimi due terzi del film non è mai accaduto nella vita reale. Il vero agente Fletcher non ha seguito Billie Holiday nel suo tour di sci di fondo. Inoltre non è mai venuto a trovarla quando era sul letto di morte. Quello che è vero è che Fletcher non ha mai smesso di sentirsi in colpa per quello che le ha fatto passare.

Mentre Billie Holiday e l'agente Jimmy Fletcher hanno avuto molte conversazioni e hanno condiviso un ballo insieme, non ci sono prove che abbiano avuto una relazione nella vita reale.




Billie Holiday è stata una delle prime eroine dei diritti civili?

Sì, ma il film si concentra così tanto su questo che fa sembrare che fosse più un'attivista che un'artista. È finita sotto l'occhio vigile del Federal Bureau of Narcotics (ora DEA) a causa della sua decisione di continuare a cantare la canzone anti-linciaggio 'Strange Fruit', nonostante le autorità le dicessero di smetterla, ma non era certo l'unico catalizzatore che ha portato alla sua autodistruzione. Il suo passato traumatico e la sua vita incline alla dipendenza l'avevano già messa su quel percorso (gli amici hanno raccontato storie di lei che esauriva i posti per spararsi sul suo corpo, dovendo iniettare eroina tra le dita dei piedi e in altre aree indicibili). Lo stress messo su di lei dal governo che la prendeva di mira per essere un'artista socio-politica ha semplicemente accelerato la sua caduta. La canzone per i diritti civili 'Strange Fruit' è stata una delle tante canzoni che ha cantato. Altri hanno parlato con anima del dolore e della lotta nella sua vita, al di fuori dei diritti civili, e anche loro meritano di essere ricordati.

Questo non toglie nulla all'impatto di 'Strange Fruit' o al coraggio di Holiday di continuare a recitarla, cosa che il film trasmette in modo efficace. In Johann Hari's Chasing the Scream libro , La figlioccia di Billie Holiday, Lorraine Feather, sottolinea che a quei tempi 'ogni canzone parlava dell'amore'. Semplicemente non avevi un brano musicale eseguito in qualche hotel che riguardasse l'uccisione di persone - su un fatto così sordido e crudele. Non è stato fatto. Mai.' E per l'epoca era impossibile immaginare che una donna di colore eseguisse una canzone sul linciaggio. La decisione di Holiday di eseguire la canzone sarebbe stata successivamente chiamata 'l'inizio del movimento per i diritti civili'.



Come ha fatto Billie Holiday a scoprire la canzone 'Strange Fruit'?

Gli Stati Uniti contro Billie Holiday la storia vera rivela che la canzone ' Strano frutto 'non è stato scritto da Holiday. Ha avuto origine da una poesia del 1937 scritta dal cantautore e insegnante ebreo americano Abel Meeropol, membro del Partito Comunista Americano, un fatto che il manager Joe Glaser sottolinea nel film. La poesia, originariamente intitolata 'Bitter Fruit', è stata ispirata da una fotografia del linciaggio del 1930 di Abram Smith e Thomas Shipp a Marion, nell'Indiana. Meeropol ha messo in musica la sua poesia da solo, ed è stata inizialmente eseguita in contesti sociali da sua moglie e dai loro amici, per poi diffondersi a New York.

Billie Holiday ha eseguito la canzone per la prima volta nel 1939 al Café Society nel Greenwich Village, un nightclub integrato. A seconda della storia in cui credi, ha appreso della canzone dal fondatore del nightclub, Barney Josephson, o da Robert Gordon, il regista del suo spettacolo alla Café Society, che ha ascoltato la canzone quando è stata eseguita da Laura Duncan al Madison Square Giardino. Di seguito, puoi vedere Billie Holiday cantare 'Strange Fruit' dal vivo nel 1959.




Il giornalista radiofonico Reginald Lord Devine è basato su una persona reale?

No. Reginald Lord Devine, il giornalista radiofonico interpretato da Leslie Jordan, è di fantasia. Nel film, Billie Holiday (Andra Day) viene intervistata da Devine, che fa scattare un flashback di una performance del 1947 al Café Society di New York, dove Holiday aveva debuttato con 'Strange Fruit' otto anni prima. Lo ha detto il regista Lee Daniels Varietà quel Devine è una combinazione di Quentin Crisp e Skip E. Lowe.

Anche la stilista di Holiday nel film, Miss Freddy, è di fantasia. Il personaggio è interpretato da Miss Lawrence, che potrebbe essere vista in precedenza Le vere casalinghe di Atlanta e Impero , l'ultimo dei quali è stato co-creato da Lee Daniels.



Billie Holiday aveva paura di ritorsioni per aver cantato 'Strange Fruit'?

Sì. Ha ammesso che cantare la canzone le faceva paura di essere punito, ma l'ha cantata perché il testo le ricordava tutte le cose che avevano ucciso suo padre (è morto di polmonite nel sud dopo che non è stato in grado di trovare un ospedale che curasse un uomo nero). La canzone è diventata una parte fondamentale dei suoi spettacoli dal vivo. Le autorità hanno chiesto che smettesse di cantarlo ma lei ha rifiutato. Fu allora che il Federal Bureau of Narcotics la prese di mira, usando la sua tossicodipendenza come un modo per denunciarla per aver parlato di razzismo.

La canzone, che evoca immagini dell'omicidio di massa dei neri nel sud, descrive i loro corpi torturati appesi agli alberi. Inizia con le righe:

Gli alberi del sud portano uno strano frutto,
Sangue sulle foglie e sangue alla radice.


La vera interpretazione di Billie Holiday (a sinistra) e l'attrice Andra Day (a destra) che si esibisce nel film.




Il governo voleva distruggere Billie Holiday?

Sì, ma questo è un po 'romanzato nel film. Il film immagina le discussioni tra gli agenti federali, che vengono fuori come dei cattivi caricaturali mentre parlano del tentativo di abbattere Holiday. Gli agenti non avrebbero parlato così. Avrebbero erroneamente creduto di essere i bravi ragazzi, con la tragedia e il male che non si rendevano nemmeno conto di essere dalla parte sbagliata della moralità e della storia.

Il film cerca di sottolineare lo stesso punto che Johann Hari fa nel suo libro Chasing the Scream (che ha ispirato il film) —che la Guerra alla Droga non è iniziata con buone intenzioni. È iniziata come una guerra alle minoranze, con la droga che ha fornito la giustificazione per prenderle di mira e affermare un maggiore controllo sulle loro vite. Billie Holiday è solo un esempio che supporta questa realizzazione, che merita un'ulteriore esplorazione.



Il capo del Federal Bureau of Narcotics, Harry Anslinger, era un razzista?

Sì. Come dettagliato nel libro di Johann Hari Chasing the Scream: The First and Last Days of the War on Drugs , Harry Anslinger (interpretato da Garrett Hedlund nel film) è stato piuttosto schietto riguardo alle sue opinioni razziste. Dopo essersi assunto la responsabilità del Federal Bureau of Narcotics, alla fine ha cambiato la sua posizione sulla marijuana, che in precedenza aveva visto come un fastidio innocuo che non ha portato a crimini violenti. Ben presto si trovò a discutere la posizione opposta, cioè perché credeva che gli afroamericani e gli immigrati messicani la usassero molto più dei bianchi. Vedeva queste minoranze come due delle maggiori minacce per l'America.

Chasing the Scream di Johann Hari è stata l'ispirazione per Gli Stati Uniti contro Billie Holiday film.
Anslinger ha avvertito la commissione per gli stanziamenti della Camera del pericolo, raccontando loro una storia che aveva sentito su 'studenti di colore all'università di Minn [esota] che festeggiavano con studentesse (bianche) e ottenevano la loro simpatia per le storie di persecuzione razziale'. Risultato: gravidanza. Ha continuato a spingere questo ragionamento, avvertendo che la marijuana ha fatto dimenticare ai neri le barriere razziali appropriate, con il risultato di scatenare la loro brama per le donne bianche. In un promemoria ufficiale, ha usato la parola n per riferirsi a un sospetto nero, il che ha spinto il senatore Joseph P. Guffey nello stato di origine di Anslinger, Pennsylvania, a chiedere le dimissioni di Anslinger. In un altro caso, quando uno dei suoi pochissimi agenti neri si è lamentato di altri agenti che lo chiamavano la parola n, Anslinger ha licenziato l'agente nero.

In promemoria interni, Anslinger descriveva la musica jazz come suona 'come le giungle nel cuore della notte'. Ha detto che la musica jazz ha il suo suono 'orribile' perché i musicisti erano sotto l'influenza della marijuana. Ha detto che 'puzzano di sporcizia'. Dopo essere andato da nessuna parte prendendo di mira i musicisti jazz in generale, ha ristretto la sua attenzione a un unico obiettivo, Billie Holiday. Ha deciso di distruggere il leggendario cantante, lasciando fuori dai guai altre star bianche che combattono la dipendenza da eroina. Ciò includeva Judy Garland, che ha semplicemente consigliato di prendere pause più lunghe tra i film, dicendo al suo studio che non aveva un problema di droga.



Billie Holiday è stata davvero trascinata fuori dal palco durante una performance di 'Strange Fruit'?

Ad un certo punto del film, Billie Holiday (Andra Day) è sul palco e inizia a cantare la canzone anti-linciaggio 'Strange Fruit'. Un gruppo di poliziotti in attesa in fondo all'auditorium le cala addosso e la trascina violentemente fuori dal palco. È un bruciante momento di sfida nel film, ma durante la verifica dei fatti, abbiamo trovato solo un breve accenno a qualcosa di simile che potrebbe accadere nella vita reale. Holiday ha raccontato Pessimistico rivista nel 1947, 'Anch'io mi sono fatto molti nemici. Cantare quella ['Strange Fruit'] non ha aiutato nessuno. Lo stavo facendo all'Earle [Theatre di Philadelphia] finché non mi hanno fatto smettere. ' Non entra più in dettaglio su ciò che è accaduto esattamente. Tuttavia, ha ricevuto la sua giusta quota di abusi dal pubblico per aver cantato la canzone. Mentre al nord, alcuni membri del pubblico uscivano e in alcune parti del profondo sud lanciavano bottiglie sul palco. -NATIONAL PUBLIC RADIO, RADIO PUBBLICA



Da dove viene il titolo del film?

Dopo che il marito / manager / ex magnaccia di Billie Holiday, Louis McKay, ha collaborato con il capo del Federal Bureau of Narcotics Harry Anslinger per incastrarla, si è trovata di nuovo arrestata e sotto processo. Il caso si chiamava 'Gli Stati Uniti d'America contro Billie Holiday'. È stata condannata a un anno di prigione nel West Virginia ed è stata costretta a fare il tacchino freddo mentre si ritirava dalla droga. Mentre era dentro, lavorava in un porcile durante i giorni e non cantava mai una nota. Ha finito per scontare otto mesi. -Inseguendo l'urlo

La foto segnaletica di Billie Holiday (a sinistra) del maggio 1947 a seguito di una condanna per droga. All'epoca aveva 32 anni e trascorse otto mesi nella prigione federale di Alderson, West Virginia. Andra Day (a destra) nel film.




Billie Holiday aveva una relazione con Tallulah Bankhead?

Sì. La bisessualità e la relazione di Billie Holiday con Tallulah Bankhead sono appena sfiorate nel film. Vediamo Billie Holiday (Andra Day) e Tallulah Bankhead (Natasha Lyonne) fare una passeggiata nel parco. Nella vita reale, avrebbero avuto una relazione intensa e burrascosa alla fine degli anni Quaranta. Bankhead ha anche cercato di intervenire personalmente con il capo dell'FBI J. Edgar Hoover per scagionare Holiday dalle accuse di droga che stavano strangolando la sua carriera. La loro relazione si è conclusa a causa dello stesso tipo di pressioni che hanno spinto Bankhead a insistere perché fosse tenuta fuori dall'autobiografia di Holiday, Lady Sings the Blues . Bankhead temeva che avrebbe rovinato la sua carriera.

Il rapporto di Holiday con Bankhead non è l'unico che è in gran parte assente dal film. La relazione di Billie Holiday con Orson Welles all'epoca di Cittadino Kane è anche assente (anche se si parla di lui che aspetta le vacanze in un club). Manca anche la sua relazione con Charles Laughton negli anni '30. -Billie Holiday: The Musician and the Myth

Lady Sings the Blues Autobiografia di Billie Holiday.



Per quanto tempo il Federal Bureau of Narcotics ha preso di mira Billie Holiday?

La vera storia dietro Gli Stati Uniti contro Billie Holiday rivela che il Federal Bureau of Narcotics (ora DEA) ha preso di mira Billie Holiday almeno dal 1939 fino alla sua morte nel 1959 all'età di 44 anni.



Billie Holiday è stata davvero privata della sua licenza di cabaret?

Sì. Quando Billie Holiday è uscita di prigione è stata privata della sua licenza di cabaret. Essendo un detenuto, il governo ha ritenuto che ascoltarla avrebbe potuto danneggiare la moralità pubblica. Di conseguenza, non le è stato permesso di esibirsi ovunque fosse servito alcol. Questo significava niente jazz club statunitensi. Si esibiva ancora in locali senza alcol come caffè e auditorium, comprese molte altre volte alla Carnegie Hall, dove, a differenza del film, sembra che abbia suonato 'Strange Fruit'. Si è anche riunita con Lester Young (nella foto sotto), esibendosi con lui nello speciale televisivo della CBS del 1957 Il suono del jazz . Tuttavia, in larga misura, il governo l'aveva spogliata della sua passione e del suo sostentamento. Alla fine l'avevano messa a tacere. Alla fine, aveva così pochi soldi che non poteva prendersi cura di se stessa e nemmeno affittare un appartamento a suo nome. Il semplice pagamento del cibo era una sfida.

L'anima gemella platonica di Billie Lester Young (a sinistra) e l'attore Tyler James Williams (a destra) nei panni di Young nel film.
Holiday divenne paranoica che le persone intorno a lei la informassero agli agenti di Harry Anslinger presso il Federal Bureau of Narcotics, e lei aveva ragione nelle sue ipotesi. Gli agenti hanno continuato a chiedere di lei e monitorare cosa stava facendo. Il governo, in particolare Anslinger e il Federal Bureau of Narcotics, aveva in gran parte distrutto la vita di Billie Holiday e non avevano intenzione di mollare. Anslinger ha incaricato un altro agente, un uomo corrotto e obeso di nome George White, di ucciderla. Si ritiene che la White abbia piantato droghe e accessori per la droga nella sua stanza al Mark Twain Hotel di San Francisco. Per dimostrarlo, si è recata in una clinica di riabilitazione per dimostrare che non avrebbe mostrato sintomi di astinenza. Si è ritrovata sotto processo, solo che questa volta la giuria l'ha dichiarata non colpevole. Non ci sono prove che l'agente Jimmy Fletcher abbia intenzionalmente gettato il caso sul banco dei testimoni per aiutarla a dimostrare la sua innocenza.



Il governo può essere incolpato per la morte di Billie Holiday?

All'età di 44 anni, Billie Holiday è crollata mentre si trovava nell'appartamento di un giovane musicista di nome Frankie Freedom. Dopo che il Knickerbocker Hospital di Manhattan l'ha rifiutata perché tossicodipendente, i paramedici che l'hanno riconosciuta l'hanno portata al Metropolitan Hospital di New York. Aveva la cirrosi epatica dovuta all'alcolismo, era emaciata dal non mangiare, aveva problemi respiratori e cardiaci a causa del fumo costante e aveva ulcere alle gambe dovute all'iniezione di eroina. Gli agenti della narcotici di Harry Anslinger si sono presentati, l'hanno ammanettata al letto e hanno affermato di aver trovato meno di un ottavo di oncia di eroina in una busta di carta stagnola che era stata appesa a un chiodo sul muro, che sarebbe stata incapace di raggiungere. dal letto.

Billie Holiday è stata arrestata e due agenti di polizia erano di stanza alla sua porta. Quando ha iniziato a soffrire di astinenza da eroina, i suoi amici hanno chiesto a un medico di prescriverle il metadone. Tuttavia, come parte della politica di Harry Anslinger, il metadone è stato interrotto dopo dieci giorni e le sue condizioni sono peggiorate di nuovo. Un reverendo di Harlem di nome Eugene Callender si è presentato e ha chiesto che le fosse permesso di riprendersi nella clinica che aveva costruito per i tossicodipendenti da eroina. La richiesta è stata rifiutata. Le avevano preso le impronte digitali e le avevano scattato una foto segnaletica mentre giaceva nel suo letto d'ospedale.

Billie Holiday è morta circa un mese e mezzo dopo essere entrata in ospedale. Il Federal Bureau of Narcotics ha ucciso Billie Holiday? Si può sostenere che lo abbiano fatto direttamente ordinando di interrompere il metadone, costringendo il suo corpo gravemente indebolito ed emaciato ad affrontare i rigori del ritiro senza assistenza. Indirettamente, sembra che le autorità abbiano minimamente accelerato il suo viaggio di autodistruzione, che alla fine l'ha portata alla morte all'età di 44 anni. Si può certamente sostenere che se le fosse stato ancora permesso di esibirsi, non sarebbe affondata. così in profondità così presto. Proibendole di cantare nei jazz club, era stata in gran parte spogliata della sua passione e lasciata solo con la sua dipendenza. -Inseguendo l'urlo