The Mauritanian (2021)

REEL FACE: VERO VISO:Real Mohamedou Ould Slahi e Tahar Rahim
Tahar rahim
Nato:4 luglio 1981
Luogo di nascita:
Belfort, Territorio di Belfort, FranciaMohamedou Ould Slahi tempo in prigione senza accuse
Mohamedou Ould Slahi
Nato:21 dicembre 1970
Luogo di nascita:Rosso, MauritaniaL
Jodie foster
Nato:19 novembre 1962
Luogo di nascita:
Los Angeles, California, USABenedict Cumberbatch e Stuart Couch
Nancy Hollander
Nato:10 marzo 1944Mohamedou Ould Slahi Habeas Corpus Udienza Testimonianza
Benedict Cumberbatch
Nato:19 luglio 1976
Luogo di nascita:
Hammersmith, Londra, Inghilterra, Regno UnitoLibro del diario di Guantanamo
Il tenente colonnello Stuart Couch
Nato:20 aprile 1965
Luogo di nascita:Durham, North Carolina, Stati UnitiZachary Levi nel ruolo di Neil Buckland in The Mauritanian
Shailene Woodley
Nato:15 novembre 1991
Luogo di nascita:
Simi Valley, California, USAMohamedou Ould Slahi e Tahar Rahim The Mauritanian
Theresa 'Teri' Duncan
Precisione storica (Q&A):

Perché Mohamedou Ould Slahi è stato inviato al campo di detenzione di Guantanamo Bay?

Il mauritano La storia vera conferma che Slahi è stato arrestato due mesi dopo l'11 settembre nella sua patria, la Mauritania, e portato in tre diversi paesi prima di essere inviato al campo di detenzione di Guantanamo Bay (Gitmo) a causa dei suoi precedenti legami con al-Qaeda. Nel dicembre del 1990, Slahi aveva viaggiato dalla Germania (dove aveva frequentato il college con una borsa di studio che aveva vinto) in Afghanistan per aiutare i mujaheddin nel tentativo di rovesciare il regime comunista di Mohammad Najibullah. Nonostante fossero visti oggi come il nemico, gli Stati Uniti avevano sostenuto i ribelli mujaheddin anti-sovietici nella loro insurrezione contro Najibullah. I ribelli sono stati persino ritratti come i bravi ragazzi nella trama di Rambo 3 .

Per prepararsi a combattere al fianco degli afgani per aiutarli a raggiungere l'indipendenza, Slahi ha partecipato a un campo di addestramento militare gestito da al-Qaeda e ha giurato fedeltà all'organizzazione nel marzo 1991. Gli Stati Uniti avevano sostenuto al-Qaeda nella loro lotta contro Najibullah. Alla fine della sua formazione, è tornato in Germania e all'epoca non ha partecipato alla guerra civile. Alla fine è tornato in Afghanistan per due mesi nel 1992, unendosi a una batteria di mortai sei settimane prima della caduta del regime di Najibullah. Afferma che è stato allora che ha tagliato tutti i legami con al-Qaeda.

Centro di detenzione di Real Guantanamo BayIl vero Mohamedou Ould Slahi (a sinistra) e l'attore di origine francese Tahar Rahim (a destra).
Tuttavia, il governo degli Stati Uniti sospettava che Slahi fosse un agente dormiente che aveva sostenuto e reclutato per al-Qaeda negli anni dal 1992. Il governo riteneva che fosse uno dei reclutatori chiave per gli attacchi dell'11 settembre. Il loro sospetto non era così inverosimile poiché una tattica comune dei gruppi terroristici è quella di far sembrare che i membri lascino il gruppo ma poi rimangano come agenti dormienti in varie località del mondo. Anche le agenzie di intelligence, compresa la CIA, avevano raccolto una quantità crescente di prove circostanziali, ma in qualche modo incriminanti, contro Slahi.




Mohamedou Slahi ha mai rivisto sua madre?

No. In Il mauritano film, Mohamedou Ould Slahi viene arrestato durante una celebrazione di matrimonio in Mauritania due mesi dopo l'11 settembre. La polizia vuole interrogarlo sui suoi legami con al-Qaeda. Dice a sua madre che tornerà a breve e di conservargli del cibo. Non torna ed è l'ultima volta che lei lo vede. Questo si discosta un po 'dalla storia vera. Nella vita reale, era a casa di sua madre e ha ricevuto una chiamata dalla polizia per essere intervistato. La polizia lo ha preso ed è stata l'ultima volta che l'ha visto. Sia sua madre che suo fratello sono morti mentre era a Guantanamo.



Quali prove di intelligence aveva il governo degli Stati Uniti su Mohamedou Ould Slahi?

Oltre all'addestramento con al-Qaeda all'inizio degli anni '90, c'erano una serie di altre bandiere rosse che hanno portato alla detenzione di Mohamedou Ould Slahi a Guantanamo Bay. Includevano quanto segue:

  • Il cugino di Slahi ed ex cognato Mahfouz Ould al-Walid (alias Abu Hafs al-Mauritania) era un consigliere spirituale di Osama bin Laden, il fondatore di al-Qaeda. al-Walid sedeva anche nel consiglio della shura di al-Qaeda ed era responsabile del consiglio della sharia. Tuttavia, ha scritto una lettera a bin Laden che si opponeva agli attacchi dell'11 settembre e si è separato da al-Qaeda dopo l'11 settembre. Alla fine degli anni '90, al-Walid aveva chiesto due volte a suo cugino, Mohamedou Ould Slahi, di aiutarlo a portare circa 4.000 dollari alla sua famiglia in Mauritania per aiutare il padre malato. Prima del secondo trasferimento di denaro, avvenuto nel dicembre 1998, Slahi è stato sentito dall'intelligence statunitense mentre parlava con al-Walid su un telefono satellitare che apparteneva a bin Laden (o uno stretto collaboratore). Il governo degli Stati Uniti ha quindi concluso che i trasferimenti di denaro erano stati effettuati per conto di al-Qaeda a sostegno del terrorismo all'estero.
  • Il rapporto della Commissione 11 settembre concludeva che, nel 1999, Slahi aveva prestato consulenza a tre membri di una cellula islamista radicale in Germania, nota come la cellula di Amburgo. Sulla base degli interrogatori di Ramzi bin al-Shibh, il rapporto ha rilevato che Slahi aveva detto agli uomini di andare in Afghanistan per l'addestramento prima di scatenare il jihad in Cecenia. Tuttavia, nel 2010, il tribunale distrettuale federale che ha esaminato il caso di Slahi ha concluso che Slahi aveva semplicemente 'fornito alloggio a tre uomini per una notte nella sua casa in Germania [nel novembre 1999], che uno di loro era Ramzi bin al-Shibh, e che si discuteva del jihad e dell'Afghanistan ”. Ramzi bin al-Shibh è stato successivamente accusato di essere un 'facilitatore chiave per gli attacchi dell'11 settembre'.
  • Dopo che il suo visto per frequentare il college con borsa di studio in Germania era scaduto e le autorità per l'immigrazione non lo hanno esteso, Slahi si è trasferito a Montreal, Quebec, Canada nel novembre 1999. Ha frequentato una grande moschea lì, e perché era un hafiz (una persona che ha completamente memorizzato il Quaran), è stato invitato dall'Iman a guidare le preghiere durante il Ramadan. Un uomo di nome Ahmed Ressam ha frequentato la stessa moschea e nel dicembre 1999 Ressam è stato arrestato con esplosivi mentre attraversava il Canada-Stati Uniti. confine, che dovevano essere utilizzati come parte del piano di attacco del 2000 millennio che includeva il bombardamento dell'aeroporto internazionale di Los Angeles (LAX) a Capodanno. Nonostante non avessero prove che dimostrassero che i due uomini si conoscessero, l'intelligence americana credeva che Slahi fosse andato a Montreal per attivare Ressam.




È vero che nessuna accusa è stata mai presentata contro Mohamedou Ould Slahi?

Sì. Nel tentativo di rispondere alla domanda: 'Quanto è accurato Il mauritano ? abbiamo confermato che nessuna accusa è mai stata presentata contro Slahi, nonostante abbia trascorso più di 14 anni nel campo di detenzione di Guantanamo Bay. -Vanity Fair

Avvocato Teri Duncan e Shailene WoodleyÈ vero che Mohamedou Ould Slahi è stato detenuto a Gitmo per più di 14 anni senza accusa.



La tortura ha fatto confessare a Mohamedou Slahi cose che non ha fatto?

Il mauritano Il fact-check rivela che questo è ciò che il vero Mohamedou Slahi ha affermato in una lettera del 2006 ai suoi avvocati, affermando che tutte le sue confessioni erano il risultato diretto della tortura. Ha detto che chiedergli di raccontare tutto ciò che ha detto durante i sette anni di interrogatori sarebbe stato 'come chiedere a Charlie Sheen quante donne ha frequentato'. Slahi ha discusso delle presunte confessioni forzate con NPR nel 2018, 'ho detto alle persone prima che mi torturassero, per favore, non torturarmi. Non ho fatto niente. Poi, quando mi hanno torturato, ho detto loro tutto quello che volevano sentire. Ho firmato la confessione. Questo è tutto. Mi arrendo davvero. Slahi è stato uno dei pochi detenuti di Guantanamo che i funzionari del governo degli Stati Uniti hanno successivamente ammesso di essere stati torturati.




La tortura che vediamo nel film è fedele a ciò che ha descritto il vero Mohamedou Slahi?

Per la maggior parte, sì. Slahi afferma di aver sopportato una varietà di tecniche di interrogatorio, tra cui privazione del sonno, rumore estremo, isolamento, freddo intenso, umiliazione sessuale, percosse, posizioni di stress, finto annegamento, waterboarding e minacce di mettere sua madre a Guantanamo. In un caso, è stato bendato e portato in mare e gli è stato fatto credere che sarebbe stato giustiziato. Vediamo alcuni di questi interrogatori estremi durante Il mauritano Il culmine, una prolungata sequenza di indicibile violenza. Sebbene sia importante rivelare esattamente cosa è successo a Slahi, questa sequenza sembra più abbellita che vera. Ciò può essere in parte dovuto al fatto che il film a volte sembra trattare Slahi come un sostituto per tutti i prigionieri di Guantanamo.



Quando l'avvocato Nancy Hollander è stato coinvolto nel caso di Mohamedou Ould Slahi?

Come nel film Il mauritano la storia vera conferma che Nancy Hollander (interpretata da Jodie Foster nel film) non è stata coinvolta nel caso di Mohamedou Ould Slahi fino al 2005, quattro anni dopo il suo arresto. La sua famiglia l'aveva contattata per chiedere aiuto.




Jodie Foster interpreta Nancy Hollander in modo accurato?

Non esattamente. Foster ha detto presto a Hollander che non l'avrebbe imitata. Durante una discussione MPAC, Foster ha detto di aver cambiato alcune cose durante la creazione del personaggio. 'L'ho resa un po 'meno educata', dice Foster. «La mia Nancy è un po 'più scortese della vera Nancy. La vera Nancy è davvero adorabile.

L'avvocato Nancy Hollander (a sinistra) ha iniziato a lavorare sul caso di Slahi nel 2005. Jodie Foster (a destra) interpreta Hollander nel film.



Mohamedou Ould Slahi ha imparato l'inglese in parte guardando? Il grande Lebowski ancora ed ancora?

Sì. Il mauritano Il regista, Kevin Macdonald, ha rivelato questo fatto su Slahi a Vanity Fair mentre si discute del senso dell'umorismo di Slahi. Macdonald ha detto che Slahi conosce ogni parola di Il grande Lebowski . Guardava il film con i giovani marines e ufficiali militari a Guantanamo, che lo aiutavano anche con il suo inglese. L'ha visto circa 86 volte. Inutile dire che dice molto amico.




Il buon amico di Stuart Couch era un pilota di uno degli aerei che hanno colpito il World Trade Center l'11 settembre?

Sì. Nel film, il pubblico ministero della Marina tenente colonnello Stuart Couch (Benedict Cumberbatch) ha una motivazione personale per chiedere la pena di morte nel caso di Slahi a causa del fatto che il buon amico di Couch era un pilota su uno degli aerei dirottati che hanno colpito il World Trade Centro. Questo è vero. Couch era un buon amico del pilota della United Airlines Michael Horrocks, che era un copilota del volo 175, il secondo aereo che è stato portato nel World Trade Center.

L'ex procuratore della marina tenente colonnello Stuart Couch (a sinistra) e la sua controparte sullo schermo (a destra), interpretati dall'attore Benedict Cumberbatch.



Slahi è rimasto a Guantanamo per sette anni dopo che Nancy Hollander gli ha ottenuto la libertà?

Sì. Col passare del tempo, le prove circostanziali contro Slahi sono state ampiamente smentite da Nancy Hollander e dal suo team di avvocati, inclusa Teri Duncan (interpretata da Shailene Woodley). Nel 2010, Slahi ha testimoniato in video durante la sua udienza di habeas corpus (un'udienza per determinare se la sua detenzione fosse legale). Ha scoperto per posta che ha vinto. Tuttavia, nonostante abbia vinto una sentenza di detenzione illegale (basata sulla mancanza di prove e accuse), il governo ha trascinato i piedi e non si è mai preso la briga di verificare i risultati di Hollander. Come ci è stato detto durante i titoli di coda del film, il governo degli Stati Uniti ha detenuto Slahi per altri sette anni.

È vero che Mohamedou Ould Slahi ha testimoniato in video alla sua audizione di habeas corpus del 2010 ed è emerso vittorioso.



Mohamedou Ould Slahi era un burlone tanto quanto lo è stato descritto Il mauritano film?

'Il vero Mohamedou è ancora più stupido', ha detto Jodie Foster National Public Radio, Radio Pubblica . 'Ama prendere in giro le persone. Ama particolarmente prendere in giro Nancy [Hollander]. ' Il suo senso dell'umorismo è evidente quando si guarda Mohamedou Ould Slahi interviste e video. Il vero Slahi sembra significativamente più accomodante del personaggio interpretato dall'attore Tahar Rahim.



Mohamedou Ould Slahi ha scritto il suo libro di memorie mentre si trovava nella prigione di Guantanamo Bay?

Sì. Il mauritano è stato adattato dal libro di memorie di Slahi, intitolato Diario di Guantanamo , che ha iniziato a scrivere nel 2005 e terminato nel 2006, mentre era in prigione. È stato pubblicato nel 2015 mentre era ancora detenuto senza accusa. Ogni pagina del memoriale doveva essere approvata dalla censura militare e c'erano numerose redazioni. Ha anche scritto altri quattro libri mentre era a Gitmo, ma al momento dell'uscita del film, il governo degli Stati Uniti non gli aveva dato accesso a loro.

Leggi le memorie di Mohamedou Ould Slahi Diario di Guantanamo su cui era basato il film.




Il procuratore della Marina, il tenente colonnello Stuart Couch, alla fine si è ritirato dal caso dopo aver appreso come gli inquirenti trattavano Slahi?

Sì. Dopo aver scoperto i dettagli violenti degli interrogatori di Mohamedou Ould Slahi, il tenente colonnello Stuart Couch (interpretato da Benedict Cumberbatch nel film) si è ritirato dal caso nel maggio 2004. All'epoca ha detto che non stava sostenendo che Slahi fosse innocente di tutte le accuse e credeva che Slahi avesse sangue sulle mani, ma le prove ottenute non potevano essere credute a causa dei metodi usati per recuperarle, oltre al fatto che non sono state confermate in modo indipendente. -La nazione



Il personaggio di Zachary Levi, Neil Buckland, è basato su una persona reale?

No. Non abbiamo trovato prove di un agente federale di nome Neil Buckland, né è menzionato nel libro di Mohamedou Ould Slahi Diario di Guantanamo . Come ha indicato l'attore Zachary Levi in ​​un'intervista, Neil Buckland è una fusione di tutte le persone che hanno reagito per paura dopo l'11 settembre. Nel film, Buckland sta affrontando il proprio trauma dell'11 settembre, il che si traduce in una riluttanza a fornire al suo amico Stuart Couch (Benedict Cumberbatch) le informazioni di cui ha bisogno. 'Rappresento molta della paura negli americani in particolare in quel periodo', ha detto Zachary Levi del suo personaggio, 'e penso che questa sia una parte molto importante della storia, ovviamente. Le persone non si limitano a comportarsi male, non credo, si comportano male per la loro paura, per la loro rabbia, e questo doveva essere ben rappresentato, credo in questo film. ... Penso che Neil sia il nostro delegato per questo. '

Il personaggio di Zachary Levi, l'agente federale Neil Buckland, è di fantasia.



Da quanto tempo Mohamedou Ould Slahi era stato imprigionato nella baia di Guantanamo?

Nella ricerca Il mauritano storia vera, abbiamo scoperto che Slahi ha trascorso più di 14 anni nel campo di detenzione degli Stati Uniti a Guantanamo Bay, Cuba. È stato arrestato ed è arrivato al campo di detenzione il 4 agosto 2002 ed è stato rilasciato il 17 ottobre 2016, momento in cui è stato rimandato in Mauritania. Il governo degli Stati Uniti aveva sospettato che fosse collegato agli attacchi terroristici dell'11 settembre.



Come si sente il vero Mohamedou Ould Slahi riguardo al film?

'Non credo nella violenza, ma tutta la mia storia era violenza contro il mio corpo, la mia innocenza, i membri della mia famiglia e non ho mai fatto nulla agli Stati Uniti', ha detto Slahi. 'Il mio film è una vittoria della nonviolenza, è una vittoria della penna.' Cinque anni dopo il suo rilascio, a Slahi continua a essere negato l'ingresso negli Stati Uniti e nel Regno Unito. Non ha ricevuto scuse per la sua incarcerazione. -BBC

In un 2017 60 minuti Durante l'intervista dopo il suo rilascio, Slahi ha detto che 'perdona con tutto il cuore tutti coloro che [gli hanno fatto] torto durante la [sua] detenzione'.

Il vero Mohamedou Ould Slahi (a sinistra) non molto prima dell'uscita del film nel 2021. L'attore Tahar Rahim (a destra) nei panni di Slahi in Il mauritano .



Mohamedou Ould Slahi ha partecipato alla realizzazione di Il mauritano film?

Sì. Non solo il film è basato sulle sue memorie Diario di Guantanamo , Slahi ha fornito input sul set sudafricano del film, che aveva segnato la prima volta che aveva lasciato la sua terra natale, la Mauritania, da quando era stato rilasciato da Gitmo. Ha passato del tempo con l'attore
Tahar Rahim, che lo interpreta sullo schermo, aiuta Rahim a comprendere le sue esperienze e ad abbattere i suoi modi e il senso dell'umorismo.

Durante l'esplorazione della vera storia dietro Il mauritano , abbiamo scoperto che Benedict Cumberbatch è stato in grado di incontrare la controparte nella vita reale del suo personaggio, Stuart Couch, un procuratore del Corpo dei Marines all'epoca che in seguito divenne un giudice per l'immigrazione nella Carolina del Nord. Sebbene Couch fosse un po 'diffidente su come sarebbe stato interpretato, Cumberbatch finì per prenderlo in simpatia nonostante fosse dalla parte opposta dello spettro politico. Jodie Foster ha anche parlato con la vera Nancy Hollander, che l'ha aiutata a perfezionare il suo ruolo di avvocato di Slahi. Hollander si è anche unito a Slahi sul set di Cape Town, sudafricano. -Vanity Fair



Come sono riusciti a ricreare il campo di detenzione di Guantanamo Bay per il film?

Sebbene ci siano poche informazioni ufficiali sul campo di detenzione, il vero Mohamedou Ould Slahi ha aiutato i realizzatori a ricreare Gitmo. Ha fornito descrizioni dettagliate del suo isolamento. Dopo aver percorso le celle, ha usato il suo corpo per fornire ai realizzatori misurazioni dettagliate delle piccole gabbie e celle in cui era tenuto. La produzione si è basata anche sulle foto dell'agenzia di Gitmo, così come sulle immagini che i soldati che erano stati lì di stanza hanno condiviso online. Gitmo è stato replicato in set compositi costruiti da ingegneri dell'esercito a Città del Capo, in Sud Africa.


I cancelli anteriori a Camp Delta, Guantanamo Bay, Cuba. Kathleen T. Rhem / Stati Uniti. Dipartimento della Difesa



Jodie Foster crede che i prigionieri del campo di detenzione di Guantanamo dovrebbero essere rilasciati?

'Ma ci sono persone a Guantanamo che sono colpevoli di crimini', ha riconosciuto Foster. «E come dice Nancy Hollander, dovrebbero essere processati in tribunale. E nessuno sta dicendo che, sai, tutti dovrebbero scappare liberi e che non c'è motivo di aver mai arrestato qualcuno che è venuto a Guantanamo. Ma quando sai che qualcuno non è colpevole e lo tieni comunque, è certamente sbagliato.



È possibile che Mohamedou Ould Slahi sia colpevole?

Anche se non c'erano mai prove sufficienti per accusarlo, non si può negare che i collegamenti di Slahi con al-Qaeda fossero sospetti. Dalla ricezione di una chiamata che era stata rintracciata al telefono satellitare di Osama bin Laden, all'accoglienza notturna di terroristi islamici nella sua residenza tedesca, al viaggio in Canada e alla visita alla stessa moschea di un uomo che è stato catturato poco più di un mese dopo mentre tentava un terrorista l'attacco, le associazioni di Slahi e il luogo in cui si trovava, sinistro o meno, di certo non aiutarono la sua causa.

Non sembra essere una coincidenza che abbia iniziato il suo manoscritto nel 2005, lo stesso anno in cui l'avvocato Nancy Hollander ha preso il suo caso (il manoscritto non è stato pubblicato fino al 2015, in parte perché ogni pagina doveva essere approvata dai militari). Innocente o colpevole, un libro di memorie che lo mette in gran parte in una luce positiva e proclama la sua innocenza potrebbe aiutare in modo significativo a portare il pubblico dalla sua parte e aumentare la consapevolezza sul suo caso. Sembra che il suo avvocato, Hollander, gli abbia detto di scriverlo (infatti, ha affermato che il libro è iniziato come una serie di lettere che ha scritto ai suoi avvocati, tra cui Nancy Hollander e Teri Duncan, che poi gli hanno detto che dovrebbe essere un libro). Il libro di memorie di Slahi è diventato un bestseller internazionale dopo essere stato pubblicato nel gennaio 2015. Il Consiglio di revisione periodica ha approvato il rilascio di Slahi dalla detenzione il 14 luglio 2016 ed è stato liberato il 17 ottobre 2016. -GABBIA

L'avvocato Teri Duncan (a sinistra) ha assistito Nancy Hollander nel caso di Slahi. L'attrice Shailene Woodley (a destra) interpreta Duncan nel film.
Alla fine, le prove sono ciò che conta, e nel caso di Mohamedou Ould Slahi, non c'era abbastanza per accusarlo, figuriamoci imprigionarlo per 14 anni. Coloro che gli hanno fatto amicizia e lo hanno conosciuto da vicino, tra cui l'avvocato Nancy Hollander e la guardia assegnatagli, Steve Wood, non solo credevano nella sua innocenza, ma mantengono ancora strette amicizie con lui oggi. Il mauritano il film e le persone coinvolte trovano chiaramente l'innocenza di Slahi del tutto indiscutibile. Sembra un po 'una forzatura date tutte le informazioni che hanno messo Slahi nel radar del governo in primo luogo. Tuttavia, il film porta consapevolezza al suo caso insieme ad altre ingiuste detenzioni e interrogatori che sono stati ignorati dal pubblico per troppo tempo.

Forse la migliore sintesi del caso di Slahi è stata fornita dal giudice del tribunale distrettuale degli Stati Uniti James Robertson nella sua sentenza del 2010 che ha concesso a Slahi l'atto di habeas corpus . Nell'affrontare la mancanza di prove, Robertson ha dichiarato:

Slahi potrebbe benissimo essere stato un simpatizzante di al-Qaeda, e le prove dimostrano che ha fornito un certo sostegno ad al-Qaeda, oa persone che sapeva essere al-Qaeda. Tale supporto era tuttavia sporadico e, al momento della sua cattura, inesistente. In ogni caso, ciò che lo standard approvato in Al-Bihani copre effettivamente sono 'coloro che hanno sostenuto intenzionalmente e materialmente tali forze nelle ostilità contro i partner della coalizione degli Stati Uniti'. 530 F.3d a 872 (enfasi aggiunta). Le prove in questo record non possono essere sufficientemente estese per adattarsi a quel test.