The Dig (2021)

REEL FACE: VERO VISO:Carey Mulligan nel ruolo di Edith Pretty
Ralph Fiennes
Nato:22 dicembre 1962
Luogo di nascita:
Ipswich, Suffolk, Inghilterra, Regno UnitoArchie Barnes nel ruolo di Robert Pretty
Basil Brown
Nato:22 gennaio 1888
Luogo di nascita:Bucklesham, Suffolk, Inghilterra
Morte:12 marzo 1977, Rickinghall, Suffolk, Inghilterra (polmonite)
Foto: Unità archeologica di Suffolk Robert Pretty
Carey Mulligan
Nato:28 maggio 1985
Luogo di nascita:
Westminster, Londra, Inghilterra, Regno UnitoKen Stott nel ruolo di Charles Phillips
Edith Pretty
Nato:1 agosto 1883
Luogo di nascita:Elland, Calderdale, West Riding of Yorkshire, Inghilterra
Morte:17 dicembre 1942, Richmond, Surrey, Inghilterra (colpo) Tranmer House Sutton Hoo Estate
Archie Barnes Edith Pretty al luogo di sepoltura di Sutton Hoo
Robert Pretty
Nato:7 settembre 1930
Luogo di nascita:Chelsea, Greater London, Inghilterra
Morte:14 giugno 1988, Boldre, Hampshire, InghilterraSutton Hoo Mappa dei tumuli funerari
Lily James
Nato:5 aprile 1989
Luogo di nascita:
Esher, Surrey, Inghilterra, Regno UnitoIl libro di Dig Sutton Hoo
Peggy Piggott (alias Margaret Guido)
Nato:5 agosto 1912
Luogo di nascita:Beckenham, Kent, Inghilterra
Morte:8 settembre 1994, Bath, Somerset, InghilterraLa giovane Edith Pretty e Carey Mulligan
Ben chaplin
Nato:31 luglio 1970
Luogo di nascita:
Londra, Inghilterra, Regno UnitoRory Lomax e Peggy Piggott
Stuart Piggott
Nato:28 maggio 1910
Luogo di nascita:Petersfield, Hampshire, Inghilterra
Morte:23 settembre 1996, Berkshire, Inghilterra (attacco di cuore) Edith Pretty Portrait e Carey Mulligan
Ken Stott
Nato:1955
Luogo di nascita:
Edimburgo, Scozia, Regno UnitoSepoltura della nave di Sutton Hoo
Charles Phillips
Nato:24 aprile 1901
Luogo di nascita:Inghilterra
Morte:23 settembre 1985
Foto: National Trust
Precisione storica (Q&A):

Edith Pretty si era interessata all'archeologia prima dello scavo nella sua proprietà di Sutton Hoo?

Sì. Crescendo, Edith aveva viaggiato molto con la sua famiglia, visitando l'Austria-Hungry, la Grecia e, poco più che ventenne, l'Egitto. Durante i suoi viaggi, ha assistito a diversi scavi. The Dig la storia vera rivela che anche suo padre era stato coinvolto nello scavo di un'abbazia cistercense vicino alla loro casa a Vale Royal. Dopo aver sposato Frank Pretty e essersi stabilita nella loro tenuta di Sutton Hoo nel Suffolk, Edith era sempre stata interessata a scavare i 18 tumuli della loro proprietà. La loro casa nella tenuta, Tranmer House, è illustrata di seguito.

Basil Brown Cave-In The Dig MovieSuperiore:L'ex casa di Edith Pretty nella tenuta di Sutton Hoo, Tranmer House, rappresentata negli anni più recenti come punto di riferimento storico e museo.Parte inferiore:Tranmer House vista dai tumuli funerari.




Perché il luogo si chiamava 'Sutton Hoo'?

Nella ricerca The Dig Dall'accuratezza storica, abbiamo appreso che il nome 'Sutton' è un nome composto derivato dalle parole in inglese antico sut (sud) e tun (un insediamento o fattoria). 'Hoo' significa collina o un'area rialzata di terra spesso affacciata sull'acqua, e la terra era chiamata Hoo Farm dalla metà del XIX secolo. Ciò era probabilmente dovuto ai tumuli funerari nel sito. L'antico cimitero si affacciava sul fiume Deben, che era nelle vicinanze.



Edith Pretty era una vedova?

Sì. Quando Edith Pretty (interpretata da Carey Mulligan) assunse l'archeologo locale Basil Brown per scavare i tumuli nella sua tenuta di Sutton Hoo nel Suffolk sudorientale, era vedova da diversi anni. Suo marito, Frank Pretty, era morto di cancro allo stomaco il giorno del suo 56 ° compleanno nel 1934. Avevano un figlio, Robert Dempster Pretty, che lei aveva dato alla luce nel 1930 all'età di 47 anni. Robert è interpretato da Archie Barnes in The Dig film.

Tumuli funerari di Sutton Hoo e tumulo ricostruito 2La vera Edith Pretty (a sinistra) siede e guarda gli escavatori al lavoro nel 1939. Carey Mulligan nei panni di Pretty (a destra) osserva i tumuli che vengono scavati nel film.



Come ha fatto Edith Pretty ad assumere l'archeologo Basil Brown per esplorare i tumuli della sua proprietà?

Al Woodbridge Flower Fete (festival) nel 1937, Edith Pretty parlò con Vincent B. Redstone, un membro del Suffolk Institute of Archaeology, riguardo al potenziale scavo dei tumuli nella sua tenuta di Sutton Hoo. Nel luglio dello stesso anno si tenne un incontro formale durante il quale Pretty, Redstone e il curatore dell'Ipswich Corporation Museum, Guy Maynard, discussero della possibilità di scavi. Maynard ha consigliato l'archeologo locale Basil Brown (interpretato da Ralph Fiennes in The Dig film) per scoprire cosa giaceva, semmai, sotto gli strani tumuli sulla terra di Pretty.

Edith Pretty assunse Basil Brown, accettando di pagargli 30 scellini a settimana per due settimane per esplorare i tumuli. Arrivò il 20 giugno 1938 e rimase con l'autista di Pretty. Con l'aiuto di due operai nella tenuta di Pretty, Brown ha prima scavato quello che divenne noto come Mound 3. Fece diversi promettenti ritrovamenti, tra cui i resti di un uomo cremato, frammenti della prima ceramica sassone, fibre di legno marce che insieme assomigliavano a un vassoio, il coperchio di una brocca mediterranea, una porzione di una placca calcarea decorata e una testa di ascia in ferro corroso. È stato sufficiente per convincere Pretty a fargli scavare altri due tumuli nella speranza di scoprire altri tesori di Sutton Hoo.

Successivamente ha scavato il tumulo 2 e il tumulo 4. Ha trovato poco in quest'ultimo, poiché sembrava essere stato derubato. Nel tumulo 2, ha trovato una perlina, frammenti di ceramica dell'età del bronzo, un disco di bronzo dorato, un pezzo di vetro blu, la punta di una lama di spada, coltelli di ferro, rivetti di una nave e una barca più piccola che sembrava essere stata tagliata metà, con una metà posta sopra l'altra come copertura. Tuttavia, mancava la metà superiore, suggerendo che il sito era stato saccheggiato. Lo scavo del tumulo 2 e la scoperta di questa barca più piccola non sono inclusi nel film o nel libro. Brown rimase fino al 9 agosto 1938, completando la sua prima delle due stagioni di scavi del luogo di sepoltura. Edith Pretty ha consegnato gli oggetti all'Ipswich Museum, dove sono stati esposti. Anche il British Museum è stato informato delle scoperte.

Brown tornò l'8 maggio 1939 per continuare gli scavi, questa volta concentrandosi sulla collina più grande, Mound 1, che nascondeva quella che divenne nota come la nave funeraria di Sutton Hoo. Nel The Dig film e libro, l'intero scavo è condensato in una stagione nel 1939, terminando allo scoppio della seconda guerra mondiale.

Tesoro di Sutton Hoo: elmo, fibbia dUna mappa di Sutton Hoo che evidenzia i tumuli funerari. Mappa di DocDee, basata sul lavoro originale di Amitchell125



Basil Brown era un archeologo professionista?

Come in The Dig film, la storia vera conferma che Basil Brown non era considerato un archeologo professionista. Era un archeologo dilettante locale, autodidatta. Tuttavia, si potrebbe sostenere che in termini di esperienza, era qualificato quanto i professionisti che in seguito avrebbero finito per rilevare lo scavo di Sutton Hoo. Aveva trascorso anni esplorando la campagna nel nord del Suffolk alla ricerca di manufatti romani. Aveva scoperto otto edifici medievali, antiche strade e le posizioni degli insediamenti romani. Nel 1934, Brown scoprì e scavò una fornace romana a Wattisfield, che fu portata all'Ipswich Museum nel 1935. Nel processo, conobbe il curatore del museo, Guy Maynard, che assunse Brown per lavorare per il museo su base contrattuale .

Il suo primo lavoro per il museo è stato quello di trascorrere 13 settimane esplorando i villaggi di Stutson e Stanton Chare nel Suffolk. Ha scoperto una villa romana a Stanton Chare, con conseguente estensione del suo contratto a tre stagioni (30 settimane) dal 1936 al 1938. Nonostante fosse pagato per fare ciò che amava, il reddito semidegolare non era sufficiente e doveva continuare a lavorare come agente assicurativo e agente di polizia speciale per sbarcare il lunario.


Sutton Hoo Inquest The Dig Il libro di Sutton Hoo è stato scritto da John Preston, nipote dell'archeologa Peggy Piggott (Lily James nel film).




L'attrice Carey Mulligan assomiglia a Edith Pretty?

Nella ricerca The Dig storia vera, abbiamo subito scoperto che una delle più grandi libertà che il film si prende è che, nonostante sia invecchiata un po 'con il trucco, l'attrice Carey Mulligan è di circa 20 anni più giovane della vera Edith Pretty al momento dello scavo della sepoltura di Sutton Hoo tumuli. Mulligan aveva circa 34 anni al momento delle riprese e Pretty aveva circa 55 anni quando è avvenuto lo scavo nella sua proprietà di Sutton Hoo. Tuttavia, abbiamo scoperto che Mulligan assomiglia meglio a Pretty quando era più giovane (nella foto sotto).

Edith Pretty (a sinistra) come damigella d'onore al matrimonio di sua cugina e Carey Mulligan (a destra) nel film. Foto: Oliver Gerrish / ArchMusicMan , potenziato da HvsH



La storia d'amore del film tra Peggy Piggott e Rory Lomax è reale?

No. Nella direzione The Dig In effetti, abbiamo scoperto che il personaggio di Johnny Flynn, il fotografo Rory Lomax, cugino di Edith Pretty (Carey Mulligan), è interamente di fantasia. Anche la storia d'amore con Peggy Piggott (Lily James) è di fantasia. Probabilmente è stato ispirato dal fatto che il matrimonio di Peggy Piggott nel 1936 con Stuart Piggott (interpretato da Ben Chaplin nel film) finì con il divorzio nel 1954. Il romanzo implica falsamente che si fossero appena sposati e interruppero la loro luna di miele per unirsi agli scavi. Nel film, Peggy si lamenta del fatto che Stuart è più interessato a lavorare in laboratorio con John Brailsford che a passare del tempo con lei. Si ritrova a interessarsi all'immaginario Rory Lomax, che viene chiamato dalla RAF e si avvia alla guerra. Il matrimonio di Peggy e Stuart è davvero finito perché Stuart era un omosessuale? Scoprilo nel nostro episodio The Dig: History vs. Hollywood .


Il personaggio di Johnny Flynn, il fotografo Rory Lomax, è interamente immaginario. Anche la storia d'amore con Peggy Piggott è di fantasia.




Edith Pretty era coinvolta nello spiritualismo?

Sì. Il film allude solo all'interesse di Edith per lo spiritualismo quando chiede a Basil Brown (Ralph Fiennes) se ha visto qualcosa mentre era momentaneamente sepolto vivo a seguito di un crollo nel sito. Il movimento religioso informale noto come spiritualismo era ancora popolare negli anni '30, ed Edith aveva stretto amicizia con un guaritore per fede di nome William Parish. Gli spiritualisti come Parish credevano che i vivi potessero comunicare con gli spiriti dei morti, di solito tramite medium. Edith ha finanziato la costruzione di una cappella per Parish e ha sostenuto la Woodbridge Spiritualist Church. Correva voce che Edith o una sua amica avessero sogni / visioni di soldati che andavano in giro con spade e lance in cima ai tumuli della sua proprietà. Ha mandato l'archeologo Basil Brown in chiesa, dove un medium gli ha detto: 'Stai scavando nella sabbia. Il messaggio è: 'Continua a scavare, troverai quello che stai cercando.' 'Il consiglio del medium si avverò nel 1939 quando la nave funeraria di 88 piedi fu scoperta nel tumulo 1. -Express.co.uk

Questo ritratto olio su tela di Edith Pretty raffigura in modo più accurato la sua età e il suo aspetto al momento dello scavo di Sutton Hoo. Carey Mulligan (a destra) nel ruolo di Pretty nel film. Foto: National Trust / Netflix



La fugace storia d'amore tra Edith Pretty e Basil Brown è reale?

No. I flirt con il romanticismo che vediamo tra Edith Pretty (Carey Mulligan) e Basil Brown (Ralph Fiennes) in The Dig il film sembra non avere alcuna base nella storia. Da quello che possiamo dire, la loro relazione non è mai stata più che platonica. Basil era sposato con Dorothy 'May' Brown, che lavorava come domestica. May ha persino scritto una lettera a Edith Pretty, ringraziandola per aver dato a suo marito la possibilità di lavorare allo scavo. Basil e May avevano affittato un cottage in The Street, Rickinghall nel 1935. Acquistarono la casa negli anni '50 e vi vissero per il resto della loro vita.




Basil Brown ha davvero scoperto una nave funeraria anglosassone del VII secolo?

Sì. Tra i 18 antichi tumuli funerari nella tenuta di Sutton Hoo di Edith Pretty di 526 acri c'era una nave anglosassone del VII secolo, che si pensa sia stata l'ultima dimora del re Rædwald dell'East Anglia (c.560 - c.624) . A differenza del film, la scoperta della nave funeraria anglosassone nel tumulo 1 non è stata una sorpresa completa. Nella vita reale, Basil Brown aveva scoperto simili rivetti di navi in ​​ferro e una barca più piccola a Mound 2 l'anno precedente (non mostrato nel film).

Mentre scavava il tumulo 1, Brown è stato assistito dal giardiniere di Edith Pretty, John Jacobs, e dal suo guardiacaccia, William Spooner. All'interno della nave di 88 piedi che Brown ha scoperto nel tumulo 1, c'era una camera sepolcrale piena di tesori, che, come nel film, è stata scavata con l'aiuto di Charles Phillips e della sua squadra dopo che hanno rilevato lo scavo. La sepoltura della nave ha contribuito a far luce su un periodo storico privo di documentazione e ha cambiato il modo in cui gli storici vedevano il flusso di idee e oggetti in tutta Europa nel VII secolo. 'Il Medioevo non è più oscuro', dichiara l'archeologo Charles Phillips (Ken Stott) nel film. È vero che, come risultato della scoperta di Sutton Hoo, l'Inghilterra anglosassone non era più considerata parte del Medioevo, almeno non nella stessa misura in cui lo era stata.

The Great Ship Burial (a sinistra) in fase di scavo a Sutton Hoo nel 1939 e la versione del film dello scavo (a destra). Foto: fiduciari del British Museum / Netflix



I giornalisti sono davvero scesi sul sito degli scavi di Sutton Hoo?

Sì. Anche se non è evidenziato nel film, lo scavo dei tumuli funerari di Sutton Hoo ha suscitato un notevole interesse e ha provocato una marea di giornalisti che scendono sul sito. Ciò è accaduto dopo che il curatore del Museo Ipswich Guy Maynard ha dato la storia alla stampa senza il permesso dell'archeologo Charles Phillips, che aveva assunto la direzione dello scavo. Gli aeroplani sono persino volati per scattare fotografie dello scavo. Edith Pretty, una persona riservata, non ha gradito l'attenzione. In diverse occasioni, ha minacciato di chiudere completamente lo scavo.



Un tumulo funerario è crollato su Basil Brown?

No. Anche se crea un momento di suspense The Dig film e romanzo, la storia vera sembra mancare di qualsiasi registrazione di Basil Brown quasi sepolto vivo. Come ha affermato John Preston nella nota dell'autore del suo romanzo, 'Sono state apportate alcune modifiche per ottenere un effetto drammatico'. Sebbene non si facesse menzione di un crollo nella vita reale, c'era la preoccupazione che una collina di terreno sabbioso che aveva agito come una piattaforma panoramica potesse cedere.

Nella vita reale, non abbiamo trovato traccia di un tumulo funerario di Sutton Hoo che crolla su Basil Brown.



Qualcun altro aveva tentato di dissotterrare i tumuli prima di Basil Brown?

Sì. Ai tempi dei Tudor, i becchini avevano tentato di scavare il tumulo 1 (il tumulo in cui fu trovata la nave funeraria di Sutton Hoo). Lo sappiamo perché in una fossa sono stati trovati frammenti di un vaso di quel periodo. Sembra che gli scavatori abbiano rinunciato, abbiano pranzato e poi abbiano gettato i resti del loro cibo nel tumulo. Quello di cui non si sono resi conto è che non stavano scavando al centro del tumulo ed erano invece in una certa misura. -Express.co.uk

Il tumulo 2 (in alto), raffigurato nel 2006, è l'unico tumulo sepolcrale ricostruito alla sua altezza originale. Le piccole colline nell'immagine in basso sono dove un tempo sorgevano i tumuli originali.




Gli archeologi professionisti hanno rilevato lo scavo di Sutton Hoo da Basil Brown?

Sì. Dopo che l'archeologo professionista Charles Phillips ha visitato lo scavo il 6 giugno 1939, ha dedotto dalle dimensioni della nave che potrebbe essere una sepoltura reale. Rendendosi conto del potenziale significato del luogo di sepoltura a Sutton Hoo, il curatore di Phillips e Ipswich Museum Guy Maynard ha deciso di coinvolgere il Dipartimento di antichità del British Museum. Edith Pretty esitava a farlo, temendo che lo scavo sarebbe stato ritardato a tempo indeterminato.

Come in The Dig film, un fact check conferma che l'archeologo professionista britannico Charles Phillips fu incaricato di rilevare gli scavi di Sutton Hoo e avrebbe iniziato il suo lavoro lì nel luglio 1939, concentrandosi sulla camera funeraria della nave. Nonostante gli fosse stato detto di fermarsi fino all'arrivo della squadra di Phillip, Basil Brown ha continuato a lavorare sugli scavi della nave. Phillips reclutò l'archeologo gallese William Grimes, l'archeologo britannico O.G.S. Crawford, e marito e moglie gli archeologi Stuart e Peggy Piggott. Hanno scoperto più di 260 oggetti aggiuntivi del tesoro di Sutton Hoo. Alcune delle cose trovate all'interno della camera funeraria includevano armi, gioielli in oro e granato, argento, contenitori, scarpe, fibbie, monete d'oro e ignote, cucchiai da battesimo, corni e vasi per bere, ecc. L'elmo di Sutton Hoo, squisiti fermagli d'oro per le spalle, fibbia della cintura d'oro e la spada di Sutton Hoo sono quattro degli oggetti più significativi.

Un altro motivo per cui furono portati più archeologi era perché sapevano che la guerra poteva scoppiare in qualsiasi momento e avevano fretta di finire lo scavo e portare gli oggetti in un luogo sicuro.


Nella foto ci sono tre degli oggetti più significativi trovati a Sutton Hoo: una fibbia per cintura d'oro da 400 g; un elmo anglosassone le cui sopracciglia, naso e bocca formano una bestia volante; e una spada di ferro realizzata forgiando insieme piccoli pezzi di ferro per formare un motivo (visibile ai raggi X). Foto: fiduciari del British Museum



Basil Brown è stato autorizzato a continuare a lavorare sul sito?

Si ma The Dig la storia vera rivela che Charles Phillips era ora incaricato dello scavo della camera funeraria della nave che Basil Brown aveva scoperto nel tumulo 1. Nella vita reale, Charles Phillips e Basil Brown erano rispettosi l'un l'altro durante lo scavo. Phillips si complimentò persino con Brown per il modo meticoloso con cui aveva scavato la nave. Un po 'a malincuore fa un complimento simile nel film. Brown ha assistito Phillips dopo il suo arrivo.



Che fine hanno fatto i manufatti trovati a Sutton Hoo?

Durante un'inchiesta sul tesoro del 14 agosto 1939, Basil Brown testimoniò e aiutò a convincere i funzionari che l'enorme ritrovamento a Sutton Hoo era di proprietà di Edith Pretty. Dopo l'inchiesta, Pretty finì per donare il tesoro di Sutton Hoo al British Museum. Per lodare la sua generosità e il suo contributo al paese, Winston Churchill le offrì una designazione di CBE (Comandante dell'Ordine più eccellente dell'Impero britannico) ma lei rifiutò.

Edith Pretty non è mai riuscita a vedere il pieno impatto della sua generosità. Sebbene la prima mostra di Sutton Hoo sia stata aperta al British Museum nel 1940, fu presto imballata e conservata in tunnel sotterranei tra le stazioni della metropolitana di Aldwych e Holborn per proteggerla dai raid aerei durante la seconda guerra mondiale. La terra di Pretty fu utilizzata per l'addestramento militare durante la guerra. I carri armati hanno attraversato i tumuli funerari. Non è mai riuscita a vedere il pieno impatto della sua generosità. Edith Pretty morì nel 1942 all'età di 59 anni a seguito di un ictus. Suo figlio Robert, allora di soli 12 anni, andò a vivere con sua zia Elisabetta (la sorella di sua madre).


Edith Pretty può essere vista durante l'inchiesta sul tesoro del 14 agosto 1939 per determinare a chi apparteneva il tesoro di Sutton Hoo. Ha segnato la prima esposizione pubblica dei manufatti.



Sono stati trovati altri cimiteri vicino a Sutton Hoo?

Sì. Un secondo luogo di sepoltura è stato trovato nel 2000 su un altro sperone di collina a circa 500 m a monte dei tumuli funerari originali a Sutton Hoo. Entrambi i cimiteri si trovano nelle immediate vicinanze del fiume Deben.



Era The Dig girato a Sutton Hoo?

Non sono state effettuate riprese nell'attuale sito di Sutton Hoo, che è un monumento storico. Sarebbe stato impossibile ricreare fisicamente lo scavo della nave funeraria reale nel luogo. Alcune scene sono state girate nei villaggi vicini, tra cui Snape, Thorpeness e Butley.