The Crown (2016)

MULINELLO FACCIA: FACCIA REALE:
Claire Foy nel ruolo della regina Elisabetta II Claire Foy
Nato:16 aprile 1984
Luogo di nascita:
Stockport, Inghilterra, Regno Unito
Queen Elizabeth II (nata Elizabeth Alexandra Mary) Regina Elisabetta II
Nato:21 aprile 1926
Luogo di nascita:17 Bruton Street, Mayfair, Londra, Inghilterra, Regno Unito
Matt Smith nel ruolo di Philip Matt Smith
Nato:28 ottobre 1982
Luogo di nascita:
Northampton, Northamptonshire, Inghilterra, Regno Unito
Principe Filippo Duca di Edimburgo Principe Filippo
Nato:10 giugno 1921
Luogo di nascita:Mon Repos, Corfù, Regno di Grecia
John Lithgow nel ruolo di Winston Churchill John Lithgow
Nato:19 ottobre 1945
Luogo di nascita:
Rochester, New York, Stati Uniti
Winston Churchill Winston Churchill
Nato:30 novembre 1874
Luogo di nascita:Woodstock, Inghilterra, Regno Unito
Morte:24 gennaio 1965, Londra, Inghilterra, Regno Unito (colpo)
Harriet Walter nel ruolo di Clementine Churchill Harriet Walter
Nato:24 settembre 1950
Luogo di nascita:
Londra, Inghilterra, Regno Unito
Clementine Churchill (Clementine Ogilvy Hozier) Clementine Churchill
Nato:1 aprile 1885
Luogo di nascita:Mayfair, Londra, Inghilterra, Regno Unito
Morte:12 dicembre 1977, Knightsbridge, Londra, Inghilterra, Regno Unito
Vanessa Kirby nel ruolo della principessa Margaret Vanessa Kirby
Nato:18 aprile 1988
Luogo di nascita:
Wimbledon, Londra, Inghilterra, Regno Unito
Principessa Margaret (nata Margaret Rose) Principessa Margaret
Nato:21 agosto 1930
Luogo di nascita:Glamis Castle, Scotland, Regno Unito
Morte:9 febbraio 2002, King Edward VII Hospital, Londra, Inghilterra, Regno Unito (colpo)
Ben Miles nel ruolo di Peter Townsend Ben miglia
Nato:1967
Luogo di nascita:
Wimbledon, Londra, Inghilterra, Regno Unito
Capitano del gruppo Peter Woolridge Townsend Peter Townsend
Nato:22 novembre 1914
Luogo di nascita:Rangoon, Birmania
Morte:19 giugno 1995, Saint-Leger-en-Yvelines, Francia
Jared Harris nel ruolo di Re Giorgio VI Jared Harris
Nato:24 agosto 1961
Luogo di nascita:
Londra, Inghilterra, Regno Unito
Re Giorgio VI Re Giorgio VI
Nato:14 dicembre 1895
Luogo di nascita:York Cottage, Sandringham House, Norfolk, Regno Unito
Morte:6 febbraio 1952, Sandringham House, Norfolk, Regno Unito (cancro ai polmoni)
Victoria Hamilton come Queen Elizabeth The Queen Mother Victoria Hamilton
Nato:5 aprile 1971
Luogo di nascita:
Wimbledon, a sud di Londra, Inghilterra, Regno Unito
Queen Elizabeth The Queen Mother (nata Elizabeth Angela Marguerite Bowes-Lyon) Queen Elizabeth la regina madre
Nato:4 agosto 1900
Luogo di nascita:Londra, Inghilterra, Regno Unito
Morte:30 marzo 2002, Royal Lodge, Windsor, Berkshire, Regno Unito (raffreddore / infezione toracica)
Eileen Atkins come Queen Mary Eileen Atkins
Nato:16 giugno 1934
Luogo di nascita:
Clapton, Londra, Inghilterra, Regno Unito
Queen Mary (Mary di Teck) regina Maria
Nato:26 maggio 1867
Luogo di nascita:Kensington Palace, Londra, Inghilterra, Regno Unito
Morte:24 marzo 1953, Marlborough House, Londra, Inghilterra, Regno Unito (cancro ai polmoni)
Alex Jennings come Duca di Windsor Alex Jennings
Nato:10 maggio 1957
Luogo di nascita:
Essex, Inghilterra, Regno Unito
Duca di Windsor (Re Edoardo VIII) Duca di Windsor
Nato:23 giugno 1894
Luogo di nascita:White Lodge, Richmond, Surrey, Inghilterra, Regno Unito
Morte:28 maggio 1972, 4 Route du Champ d'Entucation, Parigi, Francia
Lia Williams nel ruolo di Wallis Simpson Lia Williams
Nato:26 novembre 1964
Luogo di nascita:
Birkenhead, Merseyside, Inghilterra, Regno Unito
Wallis Simpson Duchessa di Windsor Duchessa di Windsor (alias Wallis Simpson)
Nato:19 giugno 1896
Luogo di nascita:Blue Ridge Summit, Pennsylvania, Stati Uniti
Morte:24 aprile 1986, 4 Route du Champ d'Entucation, Parigi
Greg Wise nel ruolo di Lord Mountbatten Greg Wise
Nato:15 maggio 1966
Luogo di nascita:
Newcastle, Inghilterra, Regno Unito
Lord Mountbatten (Louis Mountbatten) Lord Mountbatten
Nato:25 giugno 1900
Luogo di nascita:Frogmore House, Windsor, Berkshire, Inghilterra, Regno Unito
Morte:27 agosto 1979, Mullaghmore, contea di Sligo, Irlanda (assassinio da bomba dell'IRA)
Pip Torrens nel ruolo di Tommy Lascelles Pip Torrens
Nato:2 giugno 1960
Luogo di nascita:
Bromley, Kent, Inghilterra, Regno Unito
Alan Frederick Tommy Lascelles
Nato:11 aprile 1887
Luogo di nascita:UK
Morte:10 agosto 1981, Kensington Palace, Londra, Inghilterra, Regno Unito
Harry Hadden-Paton nel ruolo di Martin Charteris Harry Hadden-Paton
Nato:10 aprile 1981
Luogo di nascita:
Londra, Inghilterra, Regno Unito
Martin Charteris Martin Charteris
Nato:7 settembre 1913
Morte:23 dicembre 1999
Jeremy Northam nel ruolo di Anthony Eden Jeremy Northam
Nato:1 dicembre 1961
Luogo di nascita:
Cambridge, Cambridgeshire, Inghilterra, Regno Unito
Robert Anthony Eden Anthony Eden
Nato:12 giugno 1897
Luogo di nascita:Windlestone Hall, Rushyford, County Durham, Inghilterra, Regno Unito
Morte:14 gennaio 1977, Alvediston, Salisbury, Wiltshire, Inghilterra, Regno Unito (cancro al fegato)
Stephen Dillane nel ruolo di Graham Sutherland Stephen Dillane
Nato:27 marzo 1957
Luogo di nascita:
Londra, Inghilterra, Regno Unito
Graham Sutherland Graham Sutherland
Nato:24 agosto 1903
Luogo di nascita:Streatham, Londra, Inghilterra, Regno Unito
Morte:17 febbraio 1980, Kent, Inghilterra, Regno Unito
Nicholas Rowe nel ruolo di Jock Colville Nicholas Rowe
Nato:22 novembre 1966
Luogo di nascita:
Edimburgo, Scozia, Regno Unito
John Rupert Jock Colville
Nato:28 gennaio 1915
Luogo di nascita:UK
Morte:19 novembre 1987, Regno Unito
Joseph Kloska nel ruolo di Lord Porchester (Porchey) Joseph Kloska
Luogo di nascita:
North Cornwall, Inghilterra, Regno Unito
Lord Porchester (nato Henry Herbert) Lord 'Porchey' Porchester
Nato:19 gennaio 1924
Luogo di nascita:Lancaster Gate, Londra, Inghilterra, Regno Unito
Morte:11 settembre 2001, Regno Unito (attacco di cuore)
Dichiaro dinanzi a tutti voi che tutta la mia vita, sia lunga che breve, sarà dedicata al vostro servizio e al servizio della nostra grande famiglia imperiale a cui tutti apparteniamo. -Principessa Elisabetta, nel giorno del suo 21 ° compleanno, il 21 aprile 1947

Mettere in discussione la storia:

Come si sono incontrati la regina Elisabetta e il principe Filippo?

La corona la storia vera rivela che lo zio di Filippo, Lord Mountbatten, organizzò il primo incontro tra Filippo ed Elisabetta nel 1939, quando la famiglia reale visitò il Royal Naval College. Il principe Filippo di Grecia e Danimarca in esilio aveva 18 anni e prestava servizio nella Royal Navy britannica. Elisabetta aveva 13 anni e si innamorò del vecchio Filippo, che a sua volta prese subito in simpatia Elisabetta. I due iniziarono a scriversi lettere e continuarono la loro corrispondenza per tutta la seconda guerra mondiale. Filippo era di sangue reale ed era lontanamente imparentato con Elisabetta. Erano cugini di terzo grado attraverso la regina Vittoria e cugini di secondo grado una volta rimossi per via del re Cristiano IX di Danimarca. Sia la madre che la nonna di Philip sono nate al Castello di Windsor. Filippo propose a Elisabetta nel 1946 e si sposarono il 20 novembre 1947. Guarda il filmato del giorno del matrimonio di Elisabetta e Filippo .

La Regina Elisabetta II e il Principe Filippo Wedding Day I veri Queen Elizabeth e Philip (in basso) il giorno del loro matrimonio, il 20 novembre 1947. Si sposarono nell'Abbazia di Westminster. Claire Foy e Matt Smith interpretano la coppia reale appena coniata nella serie Netflix (in alto).




Elisabetta si è davvero sposata con un vestito comprato con dei buoni d'abbigliamento?

Sì. Nel 1947, la Gran Bretagna si stava ancora riprendendo dalla seconda guerra mondiale ed era in un periodo di austerità economica. Disegnato da Norman Hartnell, l'abito in raso avorio di Elizabeth era adornato con 10.000 perle bianche. Durante il controllo dei fatti La corona , abbiamo scoperto che Elizabeth aveva raccolto buoni di abbigliamento da utilizzare per ottenere il tessuto per l'abito. Anche le donne di tutto il paese le hanno inviato i propri coupon, ma lei li ha restituiti con tatto, non volendo prenderli da coloro che potrebbero averne più bisogno. -GQ



A re Giorgio VI piaceva davvero raccontare volgari limerick?

Non che ne siamo a conoscenza, ma era noto per usare occasionalmente un linguaggio volgare e perdere la pazienza, tratti che sono stati rappresentati anche nel film di Colin Firth del 2010 Il discorso del re . Nello show Netflix, King George VI (Jared Harris) si sente frustrato mentre il suo cameriere lotta per aggiustarsi il colletto. Per calmarlo, il suo cavaliere, Peter Townsend, condivide uno sporco limerick e poi King George ne condivide uno dei suoi. Il limerick raccontato da George nello show era composto dal regista Stephen Daldry e dal team di produzione. -Mashable.com



Re Giorgio VI subì davvero un'operazione ai polmoni nel palazzo piuttosto che in un ospedale?

Sì. Nella ricerca La corona storia vera, abbiamo appreso che nel 1951 hanno davvero operato per rimuovere parte del polmone di King George sotto i lampadari di Buckingham Palace e non in un ospedale. La folla si è radunata all'esterno in attesa di notizie sulle sue condizioni dopo l'intervento. Il fumo pesante aveva contribuito allo sviluppo del cancro ai polmoni. -TIME.com



La regina era davvero stata un meccanico durante la guerra?

Sì, su Netflix La corona Programma televisivo, Elizabeth aiuta a riparare la loro automobile in panne in Kenya e si riferisce al fatto di essere un meccanico nell'esercito durante la seconda guerra mondiale. Esplorando la vera storia, abbiamo imparato che questo è davvero reale. È stata membro del Servizio Territoriale Ausiliario e si è formata come autista di camion militari e meccanico ( guarda le riprese di Elizabeth mentre guida e lavora su un camion militare ). Inoltre, è l'unica donna della famiglia reale ad aver mai prestato servizio nelle forze armate. -GQ

Meccanico della regina Elisabetta II La regina Elisabetta è stata addestrata come meccanico e autista della Croce Rossa durante la seconda guerra mondiale come membro del servizio territoriale ausiliario.




La principessa Elisabetta ha davvero saputo della morte di suo padre mentre gli scriveva una lettera in Kenya?

Sì. La vera storia dietro Netflix La corona conferma che questo era davvero il modo in cui la principessa Elisabetta venne a conoscenza della morte di suo padre il 6 febbraio 1952. Lei e Philip erano stati in un tour dell'Australia attraverso il Kenya. Come nello show, erano appena tornati al Sagana Lodge dopo una notte trascorsa al Treetops Hotel nell'Aberdare National Park in Kenya. Filippo le diede la notizia mentre stava scrivendo una lettera a suo padre, il re Giorgio VI, la cui morte segnò l'immediata ascesa al trono di Elisabetta. A soli 25 anni è tornata a casa regina. La sua incoronazione si tenne l'anno successivo il 2 giugno 1953, più per rispetto della morte di suo padre che per qualsiasi stratagemma dell'anziano Primo Ministro Winston Churchill per assicurarsi più tempo in carica. -TIME.com



Philip ha davvero fatto storie per doversi inginocchiare davanti alla sua regina durante la sua incoronazione?

Non è probabile. Per quanto riguarda la scena tesa, ha detto l'esperto Christopher Wilson al Mail giornaliera 'Dubito che il principe Filippo abbia mai detto quelle parole a sua moglie, perché proveniva da una casa reale che aveva preso in prestito così tanto del suo rituale e protocollo dalla famiglia reale britannica. Sapeva benissimo cosa ci si aspettava da lui in pubblico ed era pronto ad assecondarlo ». Cosa si svolge La corona Lo show televisivo è completamente non provato. Una cosa che si basa sulla verità è che l'incoronazione della regina è stata la prima ad essere trasmessa in televisione. Guarda l'incoronazione della regina Elisabetta II .

Incoronazione della regina Elisabetta II Il 2 giugno 1953 l'incoronazione della regina Elisabetta II (a sinistra) nell'Abbazia di Westminster. Claire Foy (a destra) nei panni di Elizabeth dopo l'incoronazione nello show.




La principessa Margaret aveva davvero una relazione con Peter Townsend?

Sì. Il capitano del gruppo Peter Townsend era un ufficiale della Royal Air Force britannica che divenne Equerry prima del re Giorgio VI e poi di sua figlia la regina Elisabetta II dal 1952 al 1953. Come su Netflix La corona programma televisivo , si innamorò della principessa Margaret, 15 anni più giovane di lui, e divorziò dalla moglie dopo che la sorella di Margaret, Elisabetta, divenne regina. Ha proposto a Margaret di 22 anni l'anno successivo, ma il Parlamento e la Chiesa d'Inghilterra hanno rifiutato di approvare un'unione con un uomo divorziato. Simile a suo zio, le fu data la possibilità di rinunciare ai suoi titoli reali e al reddito, un prezzo che non era disposta a pagare.

'Avrebbe potuto sposarmi solo se fosse stata disposta a rinunciare a tutto: la sua posizione, il suo prestigio, la sua borsa privata', scrisse Townsend nella sua autobiografia del 1978 Tempo e possibilità . 'Semplicemente non avevo il peso, lo sapevo, per controbilanciare tutto ciò che avrebbe perso.'

Margaret finì la storia d'amore nel 1955 e in seguito si fidanzò con Antony Armstrong-Jones poco dopo aver appreso del fidanzamento di Townsend con Marie-Luce Jamagne (che alcuni dicono era un segno che Margaret non era finita Townsend). Armstrong-Jones era un fotografo che la regina ha nominato conte di Snowdon. Il turbolento matrimonio di Margaret con Armstrong-Jones si sarebbe concluso con uno scandaloso divorzio nel 1978. -VanityFair.com



La regina Elisabetta II aveva una relazione tesa con Winston Churchill?

No. Winston Churchill sembra essere uno dei personaggi più travisati dello show. Nella vita reale, era meno teso, più gioviale e adorato dalla gente. Il suo rapporto con Elizabeth non è stato irto di tensione come lo è per gran parte della prima stagione di La corona . Invece, Elizabeth e Winston avevano una notoriamente buona relazione. Negli anni successivi, le è stato chiesto quale fosse il suo primo ministro preferito. La sua risposta, 'Winston ovviamente, perché era sempre così divertente.' Churchill era anche stato amico intimo dei genitori di Elizabeth e aveva anche con loro un forte rapporto di lavoro. Si può solo immaginare perché i realizzatori abbiano scelto di reinventare ampiamente Churchill e di interpretarlo in una luce un po 'negativa.


Segno di vittoria di Winston ChurchillNo, Winston Churchill (a sinistra) non sta dando il segno di pace. Mostra il segno V per la vittoria nella seconda guerra mondiale (il segno è stato successivamente dirottato dagli attivisti della controcultura durante la guerra del Vietnam). John Lithgow (a destra) nel ruolo di Churchill in La corona .




Lo fa La corona presentare accuratamente l'abdicazione di re Edoardo VIII?

Non esattamente. Per la maggior parte, si concentra su un solo lato della storia, il duca di Windsor (ex re Edoardo VIII) che abbandona il trono per poter sposare l'americano Wallis Simpson, due volte divorziato. Non si menziona che il re Edoardo VIII era effettivamente adorato dalla gente, specialmente dai poveri, e furono la monarchia e il parlamento a voler estromettere il re spesso difficile da controllare, un monarca con un'apparente disprezzo per le convenzioni costituzionali di vecchia data. Il desiderio di Edward di sposare Simpson ha fornito loro un modo per sbarazzarsi di lui. Questo documentario su King Edward VIII rivela di più su ciò a cui si riferisce come un 'colpo di stato britannico'.

La serie Netflix inizia dopo l'abdicazione e non menziona nemmeno che Edward aveva avuto una relazione con Wallis Simpson per cinque anni prima di iniziare il suo breve periodo di 326 giorni sul trono (il più breve nella storia britannica), iniziato con la morte. di suo padre, re Giorgio V, il 20 gennaio 1936. Mentre alcuni nel paese erano dietro la scelta di Edward di lasciare il trono per amore, era stato precedentemente conosciuto per i suoi affari con donne sposate, e suo padre, re Giorgio V, aveva detto ad altri che pregava che il fratello minore di Edoardo, Albert (Giorgio VI) e la nipote Elisabetta, alla fine ereditassero il trono (ironicamente, Elisabetta divenne il monarca regnante più longevo nella storia britannica).



Il Duca e la Duchessa di Windsor avevano davvero dei soprannomi per la famiglia reale?

Sì. Quando il re Edoardo VIII abdicò al trono l'11 dicembre 1936 per poter sposare l'americano Wallis Simpson, due volte divorziato, creò certamente una spaccatura con la famiglia reale. Edward e Wallis (il Duca e la Duchessa di Windsor) avevano davvero una manciata di soprannomi per loro. Nelle lettere pubblicate nel 1988, chiamavano la regina madre 'Cookie' o 'la cuoca scozzese' e la regina 'Shirley Temple'. Si riferivano a Winston Churchill come 'Cry Baby'. Dopo aver appreso che la sua indennità personale era stata tagliata dopo la morte di suo fratello, Giorgio VI, chiamò la regina Mary e le due femmine con le vene di ghiaccio delle due Elisabetta. Quando tornò di nuovo in Inghilterra nel 1953 dopo la morte di sua madre, la regina Mary, scrisse a sua moglie e sottolineò il suo amaro rapporto con la famiglia reale. 'Che razza di compiaciuta e puzzolente sono i miei parenti e non hai mai visto un gruppo di vecchie streghe così squallide e logore che la maggior parte di loro sono diventate.'



La regina Elisabetta II ha davvero ricevuto consigli da suo zio, l'ex re Edoardo VIII?

No, questo non si basa sui fatti. In Netflix La corona serie, la regina chiede consiglio su aspetti del suo regno da suo zio, il duca di Windsor (ex re Edoardo VIII), che aveva abdicato al trono per sposare la socialite americana Wallis Simpson, affidando al padre della regina, re Giorgio VI, un ruolo non ha mai voluto. La scena tra la regina e suo zio è di fantasia. 'È improbabile che la regina si sia rivolta all'ex re Edoardo VIII per un consiglio sul suo ruolo di monarca', afferma la storica reale Carolyn Harris. -Mashable.com



Winston Churchill ha fatto leggere alle sue segretarie le sue carte attraverso la porta mentre faceva il bagno?

Sì, durante la nostra indagine su La corona storia vera, abbiamo confermato che il primo ministro Churchill lo ha fatto davvero, anche se la scena in cui incautamente fa fuoriuscire un'ondata d'acqua dalla vasca e sotto la porta del bagno è probabilmente una finzione. -Royal Central




L'assistente di Winston Churchill, Venetia Scott, è stata davvero uccisa da un autobus?

Non. La corona Farai credere che l'impaziente assistente di Churchill, Venetia Scott (Kate Phillips), fu investita da un autobus, spingendolo a cambiare posizione sul Grande Smog del 1952 e venire in soccorso di Londra. Secondo il Radio Times , la segretaria strabiliante dello show che ha memorizzato l'autobiografia di Churchill è pura finzione. Venetia Scott non è mai esistita nella vita reale.

Kate Phillips nel ruolo di Venetia ScottIl grande smog era reale, ma l'assistente di Churchill nello show, Venetia Scott (Kate Phillips), non lo è.



Il Grande Smog è stato un vero evento a Londra?

Sì, verifica dei fatti La corona conferma che il Grande Smog è stato davvero un evento reale nel 1952. Un anticiclone combinato con un periodo di freddo e condizioni di assenza di vento per creare una spessa coltre di denso smog che ha avvolto Londra per diversi giorni da venerdì 5 dicembre fino a martedì 9 dicembre. Si stima che circa 3.500 - 4.000 persone siano morte come conseguenza diretta dello smog e gli ospedali hanno avuto difficoltà a tenere il passo. La ricerca condotta successivamente suggerisce che gli effetti a lungo termine dello smog hanno portato a un numero considerevolmente maggiore di vittime, per un totale compreso tra 6.000 e 12.000.

Sebbene l'evento sia stato devastante, quello di Netflix La corona Lo show televisivo lo trasforma in una crisi politica più di quanto non fosse nella vita reale. In realtà, è stato tragico ma non altrettanto drammatico. Non ha causato un vero e proprio panico. Ciò era in parte dovuto al fatto che i londinesi erano abituati alla scarsa qualità dell'aria e avevano sperimentato 'nebbie' in passato, anche se erano più brevi e meno dense. Inoltre, le conseguenze a lungo termine del Grande Smog non furono riconosciute fino a settimane e persino anni dopo. -People.com



Filippo era davvero arrabbiato perché i suoi figli non avevano ricevuto il cognome che aveva scelto?

Sì. Cortigiani e funzionari governativi consigliarono a Elisabetta di non far prendere ai suoi figli il cognome scelto da Philip di Mountbatten poiché erano preoccupati che avrebbe assegnato la statura della famiglia Mountbatten ai Windsor. Come nello show, Philip ha esitato: 'Sono l'unico uomo del paese a cui non è consentito dare il proprio nome ai propri figli'. Lo zio di Filippo, Lord Mountbatten, esercitò su di lui una notevole influenza. Philip aveva vissuto con la famiglia Mountbatten da quando aveva sette anni (a sua madre era stata diagnosticata la schizofrenia e mandata in un asilo, e suo padre, il principe Andrea di Grecia e Danimarca, abbandonò la famiglia e si trasferì a Monte Carlo dopo essere stato esiliato dalla Grecia) . Nonostante avesse annunciato nel 1952 che i suoi figli avrebbero usato il cognome Windsor (come lei fa nello show), in una mossa del 1958 fatta sotto il radar, cambiò il nome in 'Mountbatten-Windsor'. Si ritiene che ciò sia stato fatto per risolvere un punto di contesa per Filippo. -People.com

Il principe Filippo e Matt SmithIl vero duca di Edimburgo, il principe Filippo (a sinistra) con un giovane principe Carlo e Matt Smith (a destra) in Netflix La corona Programma televisivo.



La regina Elisabetta era molto amica di Porchey?

Sì, Porchey, alias Lord Porchester (nato Henry Herbert), era un amico d'infanzia della regina Elisabetta. I due erano molto legati anche nella vita reale, e la regina lo accolse come suo manager di corse di cavalli nel 1969. Alcuni ipotizzarono che i due avessero una relazione e persino che Porchey fosse il vero padre del principe Andrea, ma non esiste alcuna prova di una vera storia d'amore e quella voce è stata definita 'fraudolenta' dagli storici. Inoltre, il confronto di Elisabetta con Filippo riguardo alla sua gelosia per Porchey (dove lei lo accusa anche di amare altre donne) è pura invenzione. Certo, è credibile che Philip avrebbe potuto risentirsi di un'amicizia platonica tra sua moglie e Porchey, ma in tal caso, quei sentimenti non sono mai stati resi pubblici. Come nello show, Lord Porchester (in seguito conte di Carnarvon) alla fine sposò l'anglo-americana Jean Margaret Wallop, dalla quale ebbe tre figli. Alla fine è diventato anche il proprietario del Downton Abbey sullo sfondo il castello di Highclere. -People.com



Elisabetta e Filippo hanno sopportato le tensioni coniugali rappresentate nello spettacolo?

Per la maggior parte no, almeno non secondo gli storici, che affermano che non ci sono mai state prove che il matrimonio sia mai stato sotto le difficoltà viste nel dramma di Netflix. Ciò include l'occhio vagabondo di Philips e l'amicizia quasi inappropriata di Elizabeth con Porchey. 'Non mi sono mai imbattuto in nulla che suggerisse che il matrimonio fosse sotto tensione in nessun momento', dice il biografo reale Philip Ziegler. «L'amicizia della regina con Lord Porchester era platonica e personale. Erano entrambi appassionati di cavalli. Una fiammata dello spettacolo che era basato in effetti fu quando una regina furiosa lanciò una racchetta da tennis al principe Filippo mentre fuggiva da uno chalet australiano dove si trovavano nel 1954. -Daily Mail Online

La regina Elisabetta e il Principe FilippoLe tensioni coniugali viste nello spettacolo sono al massimo speculative. Non ci sono prove a sostegno del fatto che il matrimonio fosse in condizioni così difficili.



Filippo ha davvero lottato dopo che Elisabetta è diventata regina?

Sì. Oltre ad Elisabetta che non prendeva il suo nome, Mountbatten, il principe Filippo fece il sacrificio di rinunciare alla sua carriera navale una volta che Elisabetta divenne regina. Ha giocato il secondo violino per lei nonostante avesse più sangue reale della stessa Elizabeth. I cortigiani del palazzo tentarono di ridurre i suoi modi moderni e lo congelarono fuori dalle faccende della regina. All'inizio usciva a bere in posti come il famigerato Thursday Club di Soho, un esclusivo luogo di ritrovo maschile per i benestanti. I suoi imbrogli furono notati e sembrarono essere il suo modo di sfuggire alle difficoltà della sua nuova vita come marito della regina d'Inghilterra. -Il guardiano



La regina ha chiesto al suo segretario privato preferito, Martin Charteris, di subentrare quando Tommy Lascelles si è dimesso?

Non è noto se questo sia vero o no. Nello show televisivo, la regina (Claire Foy) cerca di promuovere Martin Charteris (Harry Hadden-Paton) come suo segretario privato invece di Michael Adeane, che era il prossimo in coda per il lavoro. Quello che sappiamo è che Charteris era il segretario privato preferito della regina e, secondo l'ex corrispondente reale Jennie Bond, Charteris le disse che la regina lo voleva fin dall'inizio. La regina si ritira nello show e accetta Adeane dopo che Tommy Lascelles la avverte di non deviare dal modo stabilito di fare le cose. Nella vita reale, ci vollero altri 20 anni prima che Martin Charteris diventasse il suo segretario privato, una posizione che ha ricoperto dal 1972 fino al suo ritiro nel 1977. Sebbene non sia enfatizzato nello show, prima della sua nomina nel 1972, era l'Assistente Segretario privato al fianco di Adean e Edward Ford. -RadioTimes.com


La regina Elisabetta II e Claire FoyLa vera regina Elisabetta II (a sinistra) e Claire Foy (a destra) in La corona .



Una regina madre in lutto è davvero fuggita in Scozia subito dopo l'inaugurazione di una statua da parte di Londra del 1953 per il suo defunto marito?

No. Nella vita reale, il viaggio della Regina Madre in Scozia avvenne nel 1952 e la statua del re Giorgio VI non fu svelata fino al 1955. I creatori dello spettacolo hanno manipolato la sequenza temporale per aggiungere più drammaticità. -Macleans.ca



La moglie di Churchill ha davvero bruciato il dipinto?

Per la maggior parte, questo è vero. Winston Churchill e sua moglie Clementine in effetti odiavano il ritratto a figura intera di Graham Sutherland del 1954, che era presentato a Churchill a Westminster Hall nel giorno del suo ottantesimo compleanno, il 30 novembre 1954. Sua moglie aveva visto il ritratto completo prima dell'inaugurazione. A differenza dello spettacolo, ne ha scattato una fotografia a suo marito. Ha cercato di rifiutarlo prima della cerimonia ma è stato esortato a procedere con l'inaugurazione, in modo da non turbare i donatori che l'hanno pagata. Durante la presentazione, Churchill ha commentato ironicamente, come fa il personaggio di John Lithgow, che si trattava di 'un notevole esempio di arte moderna'. Naturalmente, i critici di Churchill hanno apprezzato il ritratto mentre i suoi colleghi lo hanno condannato come un insulto disgustoso.

In seguito, lo riportò a Chartwell dove non fu mai esposto e fu nascosto in cantina, cioè finché Clementine non chiese alla sua segretaria, Grace Hamblin, di sbarazzarsene. A causa del suo peso, Hamblin ha chiesto a suo fratello ('un giardiniere paesaggista o qualcosa del genere') di aiutarla a sgattaiolare via dalla proprietà durante la notte. L'hanno messa nel furgone di suo fratello e l'hanno portata a casa sua a pochi chilometri di distanza. Secondo Hamblin, hanno costruito un enorme falò sul retro e poi hanno bruciato il ritratto di Winston Churchill dove nessuno poteva vedere. -VanityFair.com

Ritratto di Winston Churchill di Graham Sutherland e Ritratto di John Lithgow da The Crown Una riproduzione del ritratto di Winston Churchill di Graham Sutherland (a sinistra) e il ritratto di John Lithgow nei panni di Churchill che viene svelato in Netflix La corona (giusto).



La famiglia reale è stata coinvolta nella realizzazione di La corona ?

No. L'ufficio stampa reale ha rilasciato la seguente dichiarazione: ' La corona è un dramma immaginario. La famiglia reale non ha avuto alcun coinvolgimento. ' Le scene che si svolgono a porte chiuse e fuori dagli occhi del pubblico sono fittizie e per lo più speculative, poiché la regina e il principe Filippo sono ben noti per la loro capacità di mantenere le loro vite private private e le loro opinioni neutre quando sono in pubblico. -Bustle.com