Eddie the Eagle (2016)

MULINELLO FACCIA: FACCIA REALE:
Taron Egerton nel ruolo di Eddie the Eagle Edwards Taron egerton
Nato:10 novembre 1989
Luogo di nascita:
Birkenhead, Cheshire, Inghilterra, Regno Unito
Eddie l Michael 'Eddie the Eagle' Edwards
Nato:5 dicembre 1963
Luogo di nascita:Cheltenham, Inghilterra, Regno Unito
Jo Hartley nel ruolo di Janette Edwards Jo Hartley
Nato:12 marzo 1972
Luogo di nascita:
Oldham, Lancashire, Inghilterra, Regno Unito
Janette Edwards Janette Edwards
Keith Allen nel ruolo di Terry Edwards Keith Allen
Nato:2 settembre 1953
Luogo di nascita:
Llanelli, Carmarthenshire, Wales, Regno Unito
Terry Edwards Terry Edwards
Dove sta scritto che le Olimpiadi sono solo per i vincitori? -Eddie 'The Eagle' Edwards, conferenza stampa delle Olimpiadi invernali di Calgary 1988

Mettere in discussione la storia:

Il personaggio di Hugh Jackman è basato su una persona reale?

No. Nella ricerca di Eddie l'Aquila storia vera, abbiamo appreso che l'ex saltatore con gli sci Bronson Peary (Hugh Jackman), che diventa l'allenatore di Eddie nel film, è un personaggio quasi interamente immaginario. Nel film, viene rivelato che l'ex-pat americano Peary avrebbe potuto essere fantastico se l'ego e l'alcol non si fossero messi in mezzo. Nella vita reale, Eddie ha imparato a fare il salto con gli sci a Lake Placid sotto la guida di due americani, John Viscome e Chuck Berghorn. Eddie l'Aquila lo sceneggiatore Sean Macauly ha detto al Adirondack Daily Enterprise che il personaggio di Jackman è stato ispirato da alcuni degli allenatori che hanno insegnato a Eddie, ma ha indicato che non c'era una correlazione diretta con un singolo allenatore.

Hugh Jackman nel ruolo di Bronson PearyIl Eddie l'Aquila la storia vera rivela che il personaggio di Hugh Jackman, Bronson Peary, non è mai esistito nella vita reale.




Eddie Edwards non aveva davvero alcuna esperienza nel salto con gli sci?

No. Verificando i fatti Eddie l'Aquila , abbiamo appreso che il vero Eddie aveva molta più esperienza. L'uomo che lavorava di giorno come intonacatore aveva precedenti esperienze di salti acrobatici su auto e autobus ( The Hollywood Reporter ). Era anche uno sciatore esperto in discesa e inizialmente aveva sperato di partecipare alle Olimpiadi in quanto tale. Eddie aveva mancato di poco la partecipazione alla squadra britannica di discesa libera per le Olimpiadi invernali del 1984, un momento romanzato nel film per far sembrare Eddie più senza speranza ( Yahoo Sports ). Nel 1986 era quasi al verde e sapeva che aveva bisogno di provare qualcosa di nuovo. 'Non avevo molti soldi, quindi ho pensato di trovare qualcosa di più economico da fare', dice Eddie. 'Sono andato ai trampolini [a Lake Placid] e ho pensato: sembra a posto' ( Il guardiano ). Nel film, Eddie (Taron Egerton) ha l'idea di diventare un saltatore con gli sci dopo averlo visto in un poster sulla parete della sua camera da letto.



Da bambino, a Eddie era stato davvero detto che forse non avrebbe mai più camminato?

Non esattamente. Tuttavia, era un bambino senza paura che si è sempre trovato a pagare il prezzo del suo coraggio. A 10 anni, le sue mosse in stile kamikaze come portiere di calcio (che includevano il lanciarsi contro le scarpe con i tacchetti degli avversari in corsa) lo hanno lasciato con la cartilagine danneggiata nel ginocchio sinistro. Di conseguenza, è stato in calchi in gesso per i successivi tre anni ( Sports Illustrated ). Ha imparato a sciare quando aveva 13 anni e si è ritrovato a sciare nella squadra nazionale britannica quattro anni dopo ( PopSugar.com ).



Il vero Eddie l'Aquila era figlio unico?

No, il vero Eddie ha una sorella, Liz, di due anni più giovane. Nel 2007, ha contribuito a salvarle la vita donandole il suo midollo osseo quando stava combattendo il linfoma non Hodgkin.

Eddie the Eagle con sorella, papà, mammaMichael 'Eddie the Eagle' Edwards (in basso al centro) posa con sua sorella Liz (a sinistra) ei suoi genitori nel 1988.



Eddie ha trovato alloggio scontato in un ospedale psichiatrico?

Sì. Sebbene non sia mostrato nel film, durante il controllo dei fatti il ​​file Eddie l'Aquila film, abbiamo scoperto che per risparmiare sull'alloggio, Eddie ha trovato sistemazioni convenienti in un ospedale psichiatrico finlandese per una libbra a notte. Fu durante il soggiorno che Eddie scoprì di essersi qualificato per la squadra olimpica britannica. Più tardi, i suoi critici avrebbero scherzato sul fatto che il manicomio fosse appropriato. -People.com

Per guadagnare soldi durante la formazione, Eddie ha svolto lavori part-time, tra cui falciare prati, babysitter, lavorare in hotel e cucinare. Ha percorso il circuito sciistico europeo con l'auto di sua madre e ha usato un casco donatogli dagli italiani e gli sci della squadra austriaca (nel film, il personaggio di Hugh Jackman saccheggia uno smarrito per trovare un'attrezzatura migliore per Eddie). Indossava sei paia di calzini per entrare nei suoi stivali di seconda mano. Quando si è rotto la mascella, invece di pagare per farsi curare in ospedale, l'ha legata con una federa e si è messo a fare i suoi affari. -Il guardiano




Dove ha preso il soprannome di Eddie l'Aquila?

Quando Eddie arrivò a Calgary per le Olimpiadi invernali del 1988, un fan club stava aspettando fuori dall'aeroporto con uno striscione che diceva: 'Benvenuto a Calgary, Eddie The Eagle'. Una troupe televisiva canadese era a portata di mano e il soprannome ha preso il volo. -Il guardiano


Michael Eddie l Il vero Eddie the Eagle (a sinistra) nel 1988 poco dopo le Olimpiadi. Taron Egerton (a destra) nel ruolo di Eddie nel film.



Il suo vero nome è Eddie Edwards?

No. Il suo vero nome è Michael Edwards. Come detto sopra, i fan gli hanno dato il soprannome di Eddie the Eagle quando è arrivato per le Olimpiadi del 1988 a Calgary.




Eddie era davvero così goffo come mostrato nel film?

Sì. Quando è arrivato a Calgary per le Olimpiadi, ha tentato di uscire dall'aeroporto verso i fan che stavano tenendo uno striscione all'esterno. 'Sono andato verso [lo striscione] ma le porte automatiche erano state spente, quindi sono entrato nel vetro e i miei sci sono rimbalzati sulle porte, tutto si è rotto e sono diventato il signor Magoo.' -Il guardiano



Eddie è davvero arrivato ultimo nei suoi eventi olimpici?

Sì. Eddie the Eagle è arrivato ultimo in tutti e tre i i suoi salti alle Olimpiadi del 1988 a Calgary , ma è riuscito a battere il suo record personale. Ancora più importante, è sopravvissuto agli eventi ed ha evitato ferita grave . 'Hai catturato i nostri cuori. E alcuni di voi si sono librati come aquile ', ha osservato Frank King, amministratore delegato dei giochi, durante un discorso alle cerimonie di chiusura. -People.com




L'allenatore di Christopher Walken Warren Sharp è basato su un vero allenatore?

No, come Bronson Peary (Hugh Jackman), Warren Sharp è un personaggio di fantasia. Nel Eddie l'Aquila film, Sharp è l'allenatore della squadra di sci degli Stati Uniti che aveva cacciato Peary dalla squadra per aver infranto le regole ed essere stato un temerario.

Christopher Walken nel ruolo di Warren SharpCome Bronson Peary (Hugh Jackman), il personaggio di Christopher Walken, l'allenatore statunitense Warren Sharp, è di fantasia.



Cosa pensa il vero Eddie Edwards del film?

Anche se il vero Eddie è un fan del film, ha detto che 'solo il 5% circa' di Eddie l'Aquila è una storia vera. -Notizie della BBC



La performance olimpica di Eddie ha davvero catturato il cuore degli spettatori e della stampa?

Sì. Questa parte del film è forse la più accurata. Nonostante la mancanza di capacità atletiche di Eddie, i media e gli spettatori a casa erano attratti da lui, provando un senso di affinità perché, come molti di loro, Eddie era solo un ragazzo medio. 'Penso di aver esemplificato tutto lo spirito olimpico: un vero sportivo dilettante che veniva a un evento sportivo solo perché amava il suo sport e amava farlo', dice Eddie ( Yahoo! Gli sport ). Come nel film, questo ha infastidito gli atleti che si allenavano da quando avevano 5 o 6. Molti di loro pensavano davvero che Eddie non meritasse di essere lì.



Cosa ha fatto Eddie Edwards della sua vita dopo le Olimpiadi?

Nella ricerca della vera storia dietro Eddie l'Aquila , abbiamo appreso che le Olimpiadi del 1988 hanno aperto le porte a numerosi accordi di sponsorizzazione e apparizioni, inclusa un'intervista su Lo spettacolo di stasera con Johnny Carson . Secondo Eddie, ha guadagnato tra le 500.000 e le 600.000 sterline nel 1988. Solo quattro anni dopo, avrebbe dichiarato fallimento, citando che i suoi soldi erano stati mal gestiti. Ex intonacatore, Eddie tornò ai lavori di costruzione, ma presto trovò un flusso costante di apparizioni e conferenze motivazionali che gli venivano incontro. Alla fine ha venduto i diritti del film alla sua storia di vita. Negli anni, Eddie è entrato a far parte del folklore britannico, l'eroico fallimento che non ha mai rinunciato al suo sogno. -People.com




Qualcuno come Eddie potrebbe competere oggi alle Olimpiadi?

No. Come affermato nel film, le regole di ingresso per la competizione olimpica di salto con gli sci non venivano aggiornate da 52 anni. Tuttavia, nel 1990, furono imposte regole di qualificazione più severe, rendendo quasi impossibile per Eddie the Eagles of the world tornare alle Olimpiadi. Nonostante abbia cercato di qualificarsi per le future Olimpiadi, Eddie non sarebbe mai tornato. -People.com