Boys Don't Cry (1999)

MULINELLO FACCIA: FACCIA REALE:
Hilary Swank Hilary Swank
Nato:30 luglio 1974
Luogo di nascita:
Lincoln, Nebraska, Stati Uniti
Teena Brandon Brandon Teena (alias Teena Brandon)
Nato:12 dicembre 1972
Luogo di nascita:Lincoln, Nebraska, Stati Uniti
Morte:31 dicembre 1993, Humboldt, Nebraska (assassinato)
Chloë Sevigny Chloë Sevigny
Nato:18 novembre 1974
Luogo di nascita:
Springfield, Massachusetts, Stati Uniti
Lana tisdel Lana tisdel
Peter Sarsgaard nel ruolo di John Lotter Peter Sarsgaard
Nato:7 marzo 1971
Luogo di nascita:
Belleville, Illinois, Stati Uniti
John L. Lotter John Lotter
Nato:31 maggio 1971
Brendan Sexton III nel ruolo di Tom Nissen Brendan Sexton III
Nato:21 febbraio 1980
Luogo di nascita:
Staten Island, New York, Stati Uniti
Tom Nissen Marvin Thomas 'Tom' Nissen
Nato:22 ottobre 1971
Alicia Goranson nel ruolo di Candace Alicia goranson
Nato:22 giugno 1974
Luogo di nascita:
Evanston, Illinois, Stati Uniti
Lisa Lambert Lisa Lambert
Nato:1969
Morte:31 dicembre 1993, Humboldt, Nebraska (assassinato)
Sapevo chi era. Ha detto che doveva rimettere insieme la testa. Voleva tornare alla sua vecchia vita e la sua vecchia vita era Teena Brandon. - JoAnn Brandon (Madre di Teena), 2000

Mettere in discussione la storia:

La vera Lana Tisdel era felice del modo in cui Chloë Sevigny la interpretava?

No. La vera Lana Tisdel ha citato in giudizio i realizzatori, sostenendo che l'hanno dipinta come un'ubriaca tossicodipendente, citando che il film fa riferimento a lei come 'pigra spazzatura bianca e un serpente skanky'. Il film raffigura anche falsamente Tisdel che si addormenta sulla scena del delitto e 'non fa nulla al riguardo dopo che è accaduto', come affermato nella causa legale di Tisdel.




Come ha reagito la madre di Brandon Teena, JoAnn Brandon, al film I ragazzi non piangono ?

JoAnn Brandon è rimasta indignata dal ritratto di Brandon nel film. All'inizio del 2000, JoAnn, che non poteva lavorare a causa di una grave asma, doveva ancora dei soldi per il funerale di suo figlio. Ha detto di essere irritata dal fatto che un fondo istituito per pagare il funerale abbia ricevuto scarsi contributi, mentre altri, come i registi, hanno approfittato della morte di Brandon. 'Sono davvero stufo e stanco di persone che fanno soldi con mio figlio', ha detto JoAnn in un articolo dell'Associated Press. 'Non capisco come si possano mettere tre settimane della vita di qualcuno su un film e vincere un premio per questo.'



I realizzatori hanno intervistato la madre di Brandon Teena, JoAnn Brandon, per il film? I ragazzi non piangono ?

I realizzatori non hanno intervistato la madre di Brandon Teena, JoAnn, per il film che stavano girando su suo figlio transgender. JoAnn era sconvolta dal fatto che avessero anche trascurato di intervistare i parenti e gli amici stretti di Brandon. - L'Associated Press



Cosa ne pensava la madre di Brandon Teena del discorso di accettazione all'Oscar di Hilary Swank?

La madre di Brandon, JoAnn Brandon, era sconvolta dal fatto che Hilary Swank si riferisse a suo figlio transgender nel suo discorso come 'Brandon Teena', il nome maschile della figlia biologica. 'Questo mi ha innescato', ha detto JoAnn Brandon. «Non dovrebbe stare lì in piedi e ringraziare mio figlio. Mi stanco di persone che si prendono il merito di ciò che non sanno. '



Secondo la madre di Brandon, cosa ha fatto desiderare a sua figlia di diventare un uomo?

Brandon Teena
Foto d'infanzia di Brandon Teena. JoAnn, la madre di Brandon Teena, era sconvolta dal fatto che i realizzatori non fossero riusciti a spiegare che per diversi anni, quando Brandon era una ragazzina, era stato molestato sessualmente da un uomo. JoAnn ha detto che 'Teena' ha cercato assistenza nel 1991 e ha iniziato a vestirsi con abiti maschili e ad uscire con donne come strategia di difesa. 'Fingeva di essere un uomo in modo che nessun altro uomo potesse toccarla', ha detto JoAnn in un articolo dell'Associated Press.




La madre di Brandon era in contatto con il figlio transgender al momento della sua morte?

Sua madre gli ha parlato l'ultima volta il 30 dicembre, il giorno prima della morte di Brandon. Sua madre ha detto che aveva parlato chiaramente con una donna. - L'Associated Press



Come hanno reagito i cittadini locali al film quando è uscito?

Ragazzi Don
La fattoria del Nebraska dove sono avvenuti i tre omicidi. Le reazioni della gente del posto di Falls City, Nebraska, sono state tutt'altro che lusinghiere. Il film ha descritto la maggior parte di loro come ubriachi. 'Non ha niente a che vedere con la città che c'è nel film', ha detto Virginia Ernst, direttrice del cinema locale di Falls City. Il residente Jared Kirkendal era d'accordo. 'Non è Falls City', ha detto alla fine del film. Kirkendal ha anche commentato in un articolo dell'Associated Press: 'È strano che l'abbiano resa più una storia d'amore che un crimine'.




Cosa ha pensato Sarah Nissen, cugina dell'attaccante Tom Nissen, del film?

Una studentessa di 18 anni delle superiori al momento dell'uscita del film, Sarah Nissen, cugina dell'attaccante Marvin Thomas Nissen, ha detto che tutto ciò che Tom le ha detto sugli eventi reali indica che la trama del film è sbagliata. 'Non c'è niente che sia giusto', ha detto. 'Era semplicemente strano.'



Che fine hanno fatto gli assassini di Brandon Teena, John Lotter e Tom Nissen?

John Lotter, Tom NissenJohn Lotter è nel braccio della morte in attesa dell'esecuzione sulla sedia elettrica dello Stato. Tom Nissen sta scontando una condanna a vita in prigione. La sentenza di Nissen è arrivata dopo che ha accettato di testimoniare contro Lotter. I due uomini sono stati condannati per l'omicidio di Brandon Teena, il cui nome di nascita è Teena Brandon, prima che iniziasse a fingere di essere un uomo. Hanno ucciso il 21enne nel tentativo di metterlo a tacere dopo che aveva detto alla polizia che i due uomini lo avevano violentato quando hanno saputo del suo genere biologico. Altri due che erano testimoni dell'omicidio di Brandon Teena sono stati uccisi anche sulla scena dai due uomini.




Kimberly Peirce, scrittore e regista di I ragazzi non piangono , credi che il suo film sia fedele alla vera storia di Brandon Teena?

Phillip DeVine
Phillip DeVine, che è stato anche assassinato sulla scena, non è stato raffigurato nel film. Kimberly Peirce ha detto di essere consapevole di essersi presa delle libertà drammatiche con il film. Una di queste libertà include l'esclusione del secondo testimone, Phillip DeVine, di 19 anni, che è stato anche assassinato sulla scena insieme a Lisa Lambert, 24, e Brandon Teena, 21. DeVine aveva frequentato la sorella di Lana Tisdel in quel momento ed era stare a casa di Lisa Lambert.



Era I ragazzi non piangono basato sul libro Tutto quello che voleva di Aphrodite Jones?

No. Afrodite Jones ha tuttavia intentato una causa contro Fox Searchlight, sostenendo che lo studio si è ritirato da un accordo che riguardava il suo libro Tutto quello che voleva essere trasformato in un film con Drew Barrymore. Ha affermato che lo studio si è ritirato quando hanno scoperto I ragazzi non piangono e ha acquistato invece i diritti di quel film.