42 (2013)

MULINELLO FACCIA: FACCIA REALE:
Chadwick Boseman nel ruolo di Jackie Robinson Chadwick boseman
Nato:29 novembre 1976
Luogo di nascita:
Anderson, South Carolina, USA
Jackie Robinson Jackie Roosevelt Robinson
Nato:31 gennaio 1919
Luogo di nascita:Cairo, Georgia, USA
Morte:24 ottobre 1972, Stamford, Connecticut, USA (attacco di cuore)
Harrison Ford nel ruolo di Branch Rickey Harrison Ford
Nato:13 luglio 1942
Luogo di nascita:
Chicago, Illinois, USA
Branch Rickey Branch Rickey
Nato:20 dicembre 1881
Luogo di nascita:Stockdale, Pike County, Ohio, USA
Morte:9 dicembre 1965, Columbia, Missouri, USA (complicazioni di attacco di cuore)
Nicole Beharie nel ruolo di Rachel Robinson Nicole Beharie
Nato:3 gennaio 1985
Luogo di nascita:
West Palm Beach, Florida, Stati Uniti
Rachel Isum Rachel Robinson
Nato:19 luglio 1922
Luogo di nascita:Los Angeles, California, USA
Andre Holland nel ruolo di Wendell Smith Andre Holland
Nato:28 dicembre 1982
Luogo di nascita:
Bessemer, Alabama, Stati Uniti
John Wendell Smith Jr. Wendell Smith
Nato:23 marzo 1914
Luogo di nascita:Detroit, Michigan, Stati Uniti
Morte:26 novembre 1972, Chicago, Illinois, USA (cancro)
Christopher Meloni nel ruolo di Leo Durocher Christopher Meloni
Nato:2 aprile 1961
Luogo di nascita:
Washington, Distretto di Columbia, USA
Il manager dei Dodgers Leo Durocher Leo Durocher
Nato:27 luglio 1905
Luogo di nascita:West Springfield, Massachusetts, Stati Uniti
Morte:7 ottobre 1991, Palm Springs, California, USA (cause naturali)
Lucas Black nel ruolo di Pee Wee Reese Lucas Black
Nato:29 novembre 1982
Luogo di nascita:
Speake, Alabama, Stati Uniti
Pee Wee Reese Harold Peter Henry 'Pee Wee' Reese
Nato:23 luglio 1918
Luogo di nascita:Ekron, Kentucky, Stati Uniti
Morte:14 agosto 1999, Louisville, Kentucky, USA
Alan Tudyk nel ruolo di Ben Chapman Alan Tudyk
Nato:16 marzo 1971
Luogo di nascita:
El Paso, Texas, Stati Uniti
Ben Chapman Ben Chapman
Nato:25 dicembre 1908
Luogo di nascita:Nashville, Tennessee, Stati Uniti
Morte:7 luglio 1993, Hoover, Alabama, USA (attacco di cuore)
John C. McGinley nel ruolo di Red Barber John C. McGinley
Nato:3 agosto 1959
Luogo di nascita:
New York City, New York, Stati Uniti
Barbiere rosso Barbiere rosso
Nato:17 febbraio 1908
Luogo di nascita:Columbus, Mississippi, Stati Uniti
Morte:22 ottobre 1992, Tallahassee, Florida, USA (polmonite e complicanze renali)
Sarebbe stata una multa automatica se non gli avessimo lanciato contro il doppio gioco. Un altro uomo non avrebbe potuto sopportare quel tipo di abuso. È stata una brutta cosa, ma è andata così.- Whitey Wietelmann, ex interno dei pirati (Pittsburgh Post-Gazette, 15 maggio 1987)

Mettere in discussione la storia:

La vera Jackie Robinson era stata arrestata e processata alla corte marziale nell'esercito?

Sì. Il42la storia vera rivela che Robinson era stato arrestato e condannato alla corte marziale durante il campo di addestramento per essersi rifiutato di andare sul retro di un autobus segregato, come spiegato nel film. Tuttavia, è stato successivamente assolto dalle accuse e ha ricevuto un onorevole congedo.-JackieRobinson.org




Cosa ne pensa la vedova di Jackie, Rachel Robinson, del42film?

Jackie Robinson e Rachel Isum
Jackie Robinson sposa Rachel Isum il 10 febbraio 1946 e avrebbe tre figli. Si sono conosciuti alla UCLA nel 1941. La vera Rachel Robinson ei suoi due figli, David e Sharon, hanno lavorato negli ultimi 30 anni cercando di realizzare il film. Prima delle riprese, aveva offerto suggerimenti dettagliati ai realizzatori su come migliorare la sceneggiatura di Brian Helgeland, 'perché volevo essere sicura che avessero un'immagine autentica', dice Rachel. È contenta che abbiano scelto di scritturare due attori sconosciuti per interpretare se stessa e Jackie, sottolineando che quando vengono scelti attori famosi, 'si tratta sempre di quell'attore e non necessariamente della persona che interpreta'.

«Non appena mi sono seduto e l'ho guardato, sono stato sollevato. Ed eccitata ', dice Rachel, riferendosi al film in generale e alla sua incertezza su come i realizzatori si sarebbero avvicinati a quel periodo della storia. -NYDailyNews.com



Un giornalista ha davvero aiutato Jackie quando è stato inserito nell'organizzazione dei Dodgers?

Sì. Wendell Smith, interpretato da Andre Holland nel42film, è stato un giornalista sportivo per il Pittsburgh Courier, un popolare quotidiano afroamericano negli anni '30 e '40. Smith era responsabile della raccomandazione di Jackie Robinson al direttore generale di Brooklyn Dodgers, Branch Rickey. Non solo in seguito ha agito come compagno di viaggio di Robinson (a volte per necessità poiché entrambi dovevano spesso soggiornare in hotel separati), Smith è stato anche il ghostwriter della rubrica settimanale di Jackie Robinson del 1947. Oltre a Robinson, Wendell Smith ha raccomandato altri campioni delle leghe negre, tra cui Larry Doby, Monte Irvin e Roy Campanella.-ChicagoTribune.com

Per saperne di più su Wendell Smith, guarda il nostro episodio 42: Storia contro Hollywood sotto. Per seguire i nostri ultimi episodi, iscriviti al nostro canale YouTube .





Perché il giornalista era così determinato ad aiutare Jackie?

La vera storia dietro il42Il film rivela che le motivazioni di Wendell Smith per aiutare Jackie Robinson non derivavano solo dal fatto che un giorno voleva essere in grado di sedersi in tribuna stampa invece che sugli spalti. Il vero Wendell Smith ha avuto un'esperienza diretta con la segregazione nel baseball. Ha giocato da adolescente negli anni '30 e una volta ha lanciato un shutout in una partita di American Legion. Dopo la partita, uno scout che era stato presente ha detto a Smith che desiderava poterlo ingaggiare ma non poteva. Invece, lo scout ha firmato il lanciatore avversario. 'È stato allora che ho deciso che se mai fossi riuscito a fare qualcosa, avrei dedicato la mia vita a portare i giocatori negri nei grandi campionati', ha detto Smith.-Post-Gazette.com



Jackie ha davvero lanciato una palla da baseball a un giovane Ed Charles, che in seguito sarebbe diventato un giocatore della Major League Baseball?

Ed Charles in 42 film e vita reale
Da ragazzo, il vero Ed Charles (a destra) non ha mai ricevuto una palla da Robinson, ma ha messo l'orecchio sui binari del treno. No. Tuttavia, da giovane Ed Charles ha messo l'orecchio sui binari del treno per ascoltare mentre Jackie si allontanava dalla stazione. 'Mi sono seduto nella sezione segregata del parco giochi e ho guardato Jackie', ha detto Charles. «E finalmente ho creduto a quello che avevo letto sui giornali: che uno di noi ce l'avesse fatta. Alla fine della partita, noi ragazzi seguimmo Jackie alla stazione dei treni. Quando il treno si è fermato, abbiamo corso lungo i binari ascoltando i suoni il più lontano possibile. E quando non riuscivamo più a sentirlo, ci fermavamo e mettevamo le orecchie sui binari per sentire le vibrazioni di quel treno che trasportava Jackie Robinson. Volevamo essere parte di lui il più a lungo possibile '. -HistoryNet.com

Come afferma il film alla fine, Ed Charles è cresciuto fino a vincere le World Series come parte della squadra `` Miracle Mets '' del 1969.




Alcuni dei giocatori hanno davvero avviato una petizione contro Jackie Robinson?

Sì. Durante il campo di addestramento, la compagna di squadra Dixie Walker ha istigato una petizione contro Jackie Robinson. Sebbene fosse supportato da alcuni giocatori, altri come Pee Wee Reese si rifiutarono di firmarlo. 'Non mi importava che fosse nero o verde,' disse in seguito Reese, 'anche lui aveva il diritto di esserci'.-NYTimes.com



Jackie Robinson è stato colpito alla testa con un lancio selvaggio del Pittsburgh Pirates Fritz Ostermueller?

Nell'esaminare il42storia vera del film, abbiamo scoperto che il lanciatore dei pirati Fritz Ostermueller ha colpito Jackie al gomito durante quella partita del 1947, non alla testa. L'unico motivo per cui il lancio non lo ha colpito alla testa è stato che Jackie ha alzato il braccio per proteggersi il viso. L'ex pirata Jim Russell in seguito disse che a Ostermueller era stato ordinato di abbattere Robinson. Nel complesso, Jackie è stato colpito da nove tiri durante la sua stagione da rookie.-Pittsburgh Post-Gazette




Il vero Jackie Robinson ha fracassato la sua mazza in privato dopo aver sopportato insulti razzisti dal manager Ben Chapman e dal team di Phillies?

No. Nella ricerca della storia vera, è diventato subito chiaro che questa scena non è mai avvenuta nella vita reale. Sebbene gli insulti razziali del manager di Phillies Ben Chapman siano decisamente basati sui fatti, Robinson non è mai caduto a pezzi in un tunnel dietro la panchina dei Dodgers, sbattendo la sua mazza contro un muro e facendola a pezzi. Pertanto, non è mai stato successivamente consolato dal direttore generale dei Dodgers Branch Rickey, che si trova nelle vicinanze nel film. L'attore Chadwick Boseman ha cercato di giustificare questa scena dicendo: `` Ad un certo punto ha dovuto rompere, e il fatto che Rachel Robinson non ci abbia combattuto per portare (la scena) fuori (dal film), per me dimostra che lo è vero.'-Reuters.com



Il manager dei Phillies, Ben Chapman, è stato davvero chiesto di posare con Jackie Robinson per un servizio fotografico?

Jackie Robinson e Ben Chapman
Robinson e Ben Chapman sono invitati a posare insieme dopo che gli insulti razziali di Chapman hanno attirato l'attenzione della stampa. Sì. Il momento orchestrato tra il vero Ben Chapman e Jackie Robinson è mostrato a sinistra. Come nel film, il servizio fotografico è stato impostato per aiutare a far uscire Chapman e i Phillies dall'acqua calda con la stampa (e il commissario della lega) dopo che Chapman e le insulti razziali della sua squadra nei confronti di Robinson hanno suscitato i titoli dei giornali. Nella sua autobiografia, Robinson ha rivelato che posare con Chapman era una delle cose più difficili che avesse mai dovuto costringersi a fare. Parlando con i giornalisti neri, Chapman ha spiegato le sue azioni come fa il suo personaggio nel film, che cavalcare i giocatori dell'opposizione era lo stile del baseball di Phillies.

Anni dopo, il direttore generale dei Dodgers, Branch Rickey, ha commentato: “Chapman ha fatto più di chiunque altro per unire i Dodgers. Quando ha riversato quella serie di ingiusti insulti, ha solidificato e unificato trenta uomini, nessuno dei quali era disposto a sedersi e vedere qualcuno prendere a calci un uomo che aveva le mani legate dietro la schiena - Chapman ha reso Jackie un vero membro del Dodgers. -Jackie Robinson Autobiografia




Il corridore di base Enos Slaughter ha davvero colpito Robinson alla gamba quando ha attraversato la prima base?

Sì. Se Enos Slaughter abbia intenzionalmente inchiodato Jackie Robinson è stato oggetto di controversia nel corso degli anni. Slaughter era noto per il suo stile di gioco aggressivo e talvolta sporco, che nello stesso anno colpì anche l'infante gigante Bill Rigney e ferì un certo numero di altri giocatori in varie occasioni. Riguardo al fatto che il suo calpestio su Robinson fosse motivato razzialmente, Enos Slaughter ha risposto: 'Non ho mai parlato contro un giocatore di colore in vita mia. Sono stato accusato di picchiare Jackie Robinson, ma ho calpestato molti giocatori '.-NYTimes.com



Jackie Robinson e Pee Wee Reese
Superiore:Pee Wee Reese e Robinson condividono un momento in campo nel42film.Parte inferiore:Gli amici della vita reale posano per una foto.Pee Wee Reese ha davvero messo un braccio intorno a Jackie Robinson sul campo?

Sì. Tuttavia, non esiste una fotografia di questo momento e non è chiaro se Reese gli abbia messo un braccio intorno alla spalla, una mano sulla spalla o semplicemente si sia fermato accanto a Robinson. L'unica cosa che è chiara è che Pee Wee Reese ha visto il suo amico e compagno di gioco essere deriso, ed è venuto a stare al suo fianco. 'Ricordo che Jackie parlò del gesto di Pee Wee il giorno in cui accadde', ha ricordato Rachel Robinson nel 2005. 'È stato un tale sollievo per lui, che un compagno di squadra e il capitano della squadra si facessero da parte in un pubblico così grande. moda per esprimere amicizia. ' Una statua che commemora questo atto di gentilezza è stata inaugurata nel 2005 di fronte a KeySpan Park, un campo da ballo di Brooklyn. -NYTimes.com