Il 1917 è stato ispirato da una storia vera che gli raccontò il nonno di Sam Mendes


Mettere in discussione la storia:

In che misura lo è 1917 Basato su una storia vera?

Anche se gran parte del film della prima guerra mondiale 1917 è una finzione, è vagamente basata su un racconto che il nonno paterno del regista Sam Mendes, Alfred Mendes, gli raccontò quando era ragazzo. Mendes ha descritto la storia di suo nonno durante un Varietà podcast, affermando: 'Ho avuto una storia che era un frammento raccontato a me da mio nonno, che ha combattuto nella prima guerra mondiale. È la storia di un messaggero che ha un messaggio da portare. Ed è tutto quello che posso dire. Ha alloggiato in me da bambino, questa storia o questo frammento, e ovviamente l'ho ingrandito e cambiato in modo significativo. Ma ha questo al centro. ' Si scopre che il nonno di Mendes era il messaggero in questione. -I tempi

Nato sull'isola caraibica di Trinidad, il nonno di Mendes, Alfred, partì per l'Inghilterra nel 1915 e si arruolò nell'esercito britannico, arruolandosi nel gennaio 1916 all'età di 19 anni. Dopo aver prestato servizio con il 1 ° battaglione di fucilieri, fu inviato a Oisemont, non lontano. da Dieppe, Francia, dove si è formato per essere un segnalatore. Fu quindi inviato alla battaglia di Passchendaele in Belgio. Il 12 ottobre 1917, centinaia di soldati britannici, tra cui Alfred Mendes, furono incaricati di bonificare il villaggio di Poelcappelle, che è vicino alla Passchendaele Ridge ed era stato superato dai tedeschi. I soldati britannici hanno attaccato sotto la pioggia battente e hanno subito perdite significative. 158 dei 484 uomini del battaglione di Alfred furono uccisi, feriti o dispersi. Gli uomini scomparsi erano sparsi per chilometri di crateri pieni d'acqua nella terra di nessuno fangosa, incapaci di comunicare le loro posizioni.

Il film di Sam Mendes del 1917 è molto liberamente basato su una storia veraLa storia di Nonno Alfred di Sam Mendes ha gettato le basi per il film, che è stato sviluppato in una sceneggiatura per lo più di fantasia. Mendes ha scritto la sceneggiatura con la sceneggiatrice scozzese Krysty Wilson-Cairns.
Quando l'ufficiale in comando di Alfred chiese a un corridore di individuare le posizioni degli uomini sopravvissuti e riferire, Alfred si offrì volontario per la pericolosa missione. Nelle sue memorie, intitolato Autobiografia di Alfred H Mendes 1897-1991 , ha scritto di accettare l'incarico, 'Avevo seguito un corso di segnalazione e sebbene avesse poco rapporto con il lavoro a portata di mano, mi sentivo in obbligo nei confronti del battaglione. Mi sono offerto volontario.

Alfred ha individuato numerosi sopravvissuti, il che ha permesso loro di essere salvati. Della straziante missione, ha scritto: `` Nonostante i cecchini, i mitraglieri e i proiettili, sono tornato al buco del proiettile della C Company senza un graffio ma con una serie di esperienze da far rizzare i capelli che avrebbero mantenuto il mio grande e grande -nipoti incantati per notti intere. Come risultato delle sue azioni senza paura, Alfred Mendes è stato insignito della medaglia militare per il coraggio.

Mentre la vera storia di Alfred Mendes ha contribuito a dare alla luce l'idea di suo nipote per il 1917 film, la cui sinossi ufficiale recita: 'In una corsa contro il tempo, devono attraversare il territorio nemico e consegnare un messaggio che fermerà un attacco mortale a centinaia di soldati', sembra che gran parte della storia del film sia stata immaginata. Persino Alfred che corre in No Man's Land per localizzare i sopravvissuti è diventato nel film due uomini, Blake e Schofield, che corrono attraverso No Man's Land per avvertire centinaia di soldati che stanno per finire in una trappola.




I due personaggi principali, Blake e Schofield, sono basati su persone reali?

No. Il 1917 la storia vera rivela che, nella migliore delle ipotesi, il personaggio di Dean-Charles Chapman, Blake, era molto vagamente ispirato dal nonno di Sam Mendes, Alfred Mendes. Anche l'amico di Blake nel film, Schofield (George MacKay), rappresenta forse vagamente l'esperienza di Alfred durante la guerra, ma nessuno dei due personaggi è direttamente basato su Alfred Mendes. Nel 1917 film, alla coppia viene affidata la missione di attraversare in profondità il territorio nemico per inviare un messaggio a 1.500 soldati che sono inconsapevolmente diretti in una trappola mortale, incluso il fratello di Blake (interpretato da Richard Madden).

Sam Mendes Nonno Alfred e Dean-Charles Chapman come Blake nel film del 1917Le esperienze della prima guerra mondiale del nonno di Sam Mendes, Alfred Mendes (a sinistra), hanno contribuito a ispirare le esperienze del personaggio di Dean-Charles Chapman, Blake (a destra), nel 1917 film.



Il nonno di Sam Mendes è stato ferito durante la prima guerra mondiale?

Sì. Il nonno del regista Sam Mendes, la cui vera storia ha ispirato l'idea del film, rimase ferito nel maggio 1918 quando inalò accidentalmente del gas velenoso usato dall'esercito tedesco durante il loro attacco al canale La Bassee vicino a Béthune, in Francia. Alfred Mendes fu rimandato in Gran Bretagna, dove si riprese in un ospedale di Sheffield.

Dopo la guerra, tornò a Trinidad e fu impiegato nell'attività di vettovagliamento del ricco padre, scrivendo poesie e narrativa. Nel 1933 si recò a New York City dove entrò nei salotti letterari e conobbe scrittori americani come William Faulkner, Thomas Wolfe e William Saroyan. Tornò a Trinidad nel 1940, rinunciando a scrivere per diventare un dipendente pubblico. Ha lavorato come Direttore Generale della Direzione Servizi Portuali. È stato sposato tre volte; rimase vedovo quando la sua prima moglie morì di polmonite, il suo secondo matrimonio terminò con un divorzio nel 1938 e sposò la sua terza moglie, Ellen Parachini, nel 1940 mentre era ancora a New York. Il matrimonio è durato fino a quando entrambi sono morti nel 1991 per cause naturali mentre vivevano alle Barbados.



I personaggi interpretati da Colin Firth e Benedict Cumberbatch sono basati su persone reali?

No, non abbiamo trovato prove che rappresentino persone reali. I personaggi secondari in 1917 film, compreso l'ufficiale in comando interpretato da Colin Firth ei personaggi interpretati da Benedict Cumberbatch, Richard Madden e Mark Strong, sembrano tutti di fantasia.

Benedict Cumberbatch e Colin FirthBenedict Cumberbatch e Colin Firth's 1917 i personaggi dei film sono di fantasia.



Sono raffigurate le battaglie 1917 basato su battaglie della prima guerra mondiale nella vita reale in cui ha combattuto il nonno di Sam Mendes?

Il film si apre subito dopo che l'esercito tedesco è tornato di proposito sulla linea Hindenburg, che era più breve e più facile da difendere. Questo ritiro strategico nella vita reale era noto come Operazione Alberich. Nel film prevalentemente di fantasia, il Secondo Battaglione del Devonshire Regiment crede erroneamente che i tedeschi siano in ritirata. Il battaglione si prepara ad attaccare senza sapere che i tedeschi li aspettano per sopraffarli. Con le linee di comunicazione interrotte, due soldati britannici hanno il compito di consegnare a mano un messaggio per annullare l'attacco.

I combattimenti nel film sono stati ispirati (ma si svolgono prima) della battaglia di Passchendaele, conosciuta anche come la terza battaglia di Ypres, che ha avuto luogo dal 31 luglio 1917 al 10 novembre 1917. Sia gli inglesi che i tedeschi hanno sofferto pesantemente vittime. Alla fine, la battaglia portò l'esercito tedesco a rimanere bloccato nelle Fiandre e subire vittime insostenibili. Come affermato in precedenza, Alfred Mendes ha combattuto nella battaglia e il suo battaglione ha subito pesanti perdite mentre cercava di prendere il villaggio di Poelcappelle dai tedeschi.

Battaglia di Passchendaele (Terza battaglia di Ypres)I soldati attraversano un duckboard il 29 ottobre 1917 durante la battaglia di Passchendaele. Foto: Frank Hurley